VIAGGIO DI NOZZE IN GIAPPONE

Viaggio di nozze in Giappone

La scelta della luna di miele nel paese del Sol Levante vi regalerà non solo un viaggio attraverso paesaggi fantastici e inusuali, ma soprattutto un viaggio nel tempo, un’immersione tra modernità e usi secolari mai sopiti, un modo di conoscere da vicino quella cultura giapponese così apparentemente distante dalla nostra.

Oltre alle tappe (tantissime!) consuete e da non perdere per chi arriva in Giappone, alcuni suggerimenti “fuori rotta” per vivete appieno lo spirito zen che questo paese dalle millenarie tradizioni incarna.

Viaggio di nozze in Giappone

Viaggio di nozze in Giappone: esperienze uniche

Dormire in un tempio buddhista

Una delle esperienze più autentiche che potrete vivere durante il vostro viaggio di nozze sarà alloggiare in un monastero buddhista.
Una destinazione inusuale, che racchiude però tutto il grande fascino di questo paese: silenzio, meditazione, giardini incantevoli e spazi architettonicamente ineguagliabili.
Molti templi in Giappone offrono l’opportunità di soggiornare nei loro dormitori, in giapponese shukubō, aperti sia ai pellegrini e sia ai viaggiatori.

Giappone tempio buddhista

Una zona molto popolare per questo tipo di esperienza è il Monte Kōya, uno dei luoghi più sacri per i giapponesi, in cui si trovano decine di templi.
Anche arrivare fino al Monte Kōya sarà una parte importante di questa esperienza, poiché richiederà energia e tempo, ma sarete ripagati totalmente alla fine del vostro soggiorno.

Partecipare alla cerimonia del tè

Non lasciate il paese del Sol Levate senza aver partecipato almeno una volta a questo rito spirituale e sociale dalle tradizioni antichissime. Nato tra le mura dei monasteri già nel VI secolo, questo rituale è l’incarnazione per antonomasia della ricerca della meditazione, non solo personale ma condivisa, l’afflato verso la purificazione dello spirito e l’anelito alla completa comprensione della disciplina zen.

Per questo la cerimonia del tè si compone di precise azioni e formule rituali, le une successive alle altre, apparentemente rigide ma tutte improntate a una leggerezza dei gesti e del pensiero.

Sarete invitati, dopo aver lasciato -come di consueto in questo paese- le vostre scarpe fuori, in una piccola stanza detta chashitsu, in genere circondata da un giardino, e dopo esservi detersi accuratamente le mani troverete ad attendervi  il capo cerimonia, ovvero la persona più importante, che vi introdurrà a questa esperienza.

Sarà a questo punto che dalla porta scorrevole (quante ne vedrete in Giappone!) entrerà il teishu, ovvero colui che prepara il tè, che farà partire la preparazione, inginocchiandosi religiosamente con le punte dei piedi rivolte verso l’esterno.
Consumerete il dolce per poi iniziare il vero e proprio rito della consumazione del tè, seguendo gesti precisi che vi verranno indicati, ascoltando il teishu raccontare le storie che si celano dietro ogni tazza, in un ambiente che vi farà perdere il senso del tempo e dello spazio.

Giappone cerimonia del tè

Relax agli Onsen, le magiche terme giapponesi

Se anche voi, durante il vostro viaggio di nozze in Giappone, volete vivere un’esperienza indimenticabile, non potete perdere il bagno nelle tipiche terme giapponesi.

Nel paese esistono migliaia e migliaia di onsen, ovvero bagni termali frequentatissimi (da secoli!) dai nativi. Non si tratta sono di un’immersione in acque curative e rilassanti, ma di una vera e propria esperienza in mezzo alla natura, che favorisce la meditazione, l’incontro del corpo con la spiritualità più profonda.

Come per la cerimonia del tè, e per altre esperienze che vi capiterà di vivere, anche il bagno alle terme è un rito che necessità di azioni precise. Ma non preoccupatevi, troverete persone gentili ad illustrarvi percorsi e  tempi, anche se non sarà male memorizzare gli ideogrammi presenti in ogni onsen per arrivare preparati.

Qualche consiglio su quale Onsen scegliere per la vostra giornata dedicata al relax: Kinosaki, conosciuta anche come la “città dai 7 Onsen”, perché tanti ne esistono al suo interno, Takaragawa Onsen, una delle più grandi ed estese zone termali di tutto il Giappone, e Hakone Onsen, con le proprie sorgenti termali distese tra valli e colline.

Giappone Onsen

Una raccomandazione: i giapponesi hanno un rapporto particolare con i  tatuaggi, di qualunque tipologia, perché nel paese del Sol Levante essere tatuati significa comunicare un messaggio preciso, ovvero essere coinvolti nei traffici della Yakuza, la mafia locale. Per quanto ultimamente il turismo straniero abbia modificato in parte questa percezione diffusa, sappiate che in molti onsen l’ingresso è vietato alle persone tatuate.

Esistono tuttavia alcune strutture che vi permetteranno di entrare, non prima di aver coperto con dei cerotti i vostri disegni sul corpo. Qualche nome: Hoheikyo Onsen, Funaoka Onse e Takegawara Onsen.

Scopri la nostra proposta di viaggio in Giappone