VIAGGIARE IN SICUREZZA: DOVE E COME FARE LE VACANZE

VACANZE COVID

Viaggiare e fare le vacanze in sicurezza ai tempi del Coronavirus è possibile.
Dove e come?
Cerchiamo di aiutarvi a trovare la vostra vacanza ideale e che vi faccia trascorrere in serenità la pausa di relax dalla routine giornaliera che tanto attendete.

DOVE ANDARE E COME

ITALIA

Sicuramente l’Italia sarà una delle mete più gettonate per le vacanze estive 2020.
Del resto il nostro bel paese ha davvero molto da offrire, dalla montagna al mare e a tutte le città e i piccoli borghi ricchi di arte e storia.
Alcune regioni hanno avviato delle procedure per tutelarsi dalla diffusione del virus.

Per viaggiare in Sardegna ad esempio bisognerà registrarsi su una piattaforma digitale della Regione Sardegna . Una volta compilato il modulo si riceverà una email con conferma di identificazione e due giorni prima di partire sarà necessario compilare un questionario riguardo il proprio stato di salute.

La Sicilia invece chiede di registrarsi su Sicilia SiCura. Non sarà obbligatorio scaricare l’app ma la regione invita a farlo per la sicurezza di tutti.

Per quanto riguarda la regione Puglia sarà obbligatorio compilare il modulo di auto-segnalazione sul sito della sanità della Puglia. Dopo avere compilato il documento bisognerà stamparlo e portarlo con se durante il viaggio.

La Basilicata richiede invece soltanto la comunicazione al medico curante o pediatra per i minori di 14 oppure la comunicazione al numero verde regionale 800996688.

La Romagna è pronta ad accogliere i turisti in tutta sicurezza e simpatia!
In hotel si accede con la mascherina e ci si igienizza le mani ogni volta che si entra. Una sola persona può andare al banco check-in per l’accettazione e solo dopo sarà possibile salire in camera con i compagni di viaggio. Vanno evitati gli assembramenti.
La colazione non può più assere fatta a buffet, il cameriere vi chiederà l’ordinazione e verrete serviti al tavolo.
Anche nei ristoranti si accede con mascherina e dopo essersi igienizzati le mani. Dovete attendere fuori che un addetto vi indichi il vostro tavolo, che sarà distanziato come da normativa.
In spiaggia ai bagni si deve camminare sulle passerelle e dentro i bar con la mascherina mentre sotto l’ombrellone nessun obbligo. Sulla battigia si può passeggiare senza la mascherina a meno che non ci siano assembramenti. L’accesso al mare per il bagno viene controllato dal bagnino.

Siamo andati anche noi per un week end a provare i servizi della Riviera Romagnola e a Cattolica abbiamo incontrato Simona Sacri Travel Blogger, amica e bravissima scrittrice di viaggio!

EUROPA

Dal 1 Luglio sarà possibile viaggiare in quasi tutta Europa senza troppe limitazioni.
I maggiori tour operator italiani a Luglio faranno ripartire i voli charter verso molte isole della Spagna e della Grecia.
La Spagna infatti ha già riaperto il 21 Giugno le frontiere senza obbligo di quarantena.
In Grecia fino al 30 Giugno tutti coloro che arriveranno negli aeroporti o ai confini dello stato verranno controllati con il test mentre dal 1 Luglio verranno fatti dei test a campione sui viaggiatori in arrivo.
Per quanto riguarda Germania , Austria e Francia non sono previste limitazioni agli accessi in ingresso al paese.
Per tutti gli altri Stati della Comunità Europea vi rimandiamo al portale web Re-open Eu dove si trovano le informazioni aggiornate e le disposizioni per i viaggi.

IL NOSTRO CONSIGLIO

Il nostro consiglio è sicuramente quello di non scegliere destinazioni troppo affollate, ovunque vogliate andare questa estate, che sia Italia o Europa i piccoli borghi e i luoghi immersi nella natura possono essere la soluzione ideale! Potrebbe essere l’occasione giusta per scoprire luoghi più insoliti e meno battuti, per tornare ad assaporare un viaggio lento e la tranquillità e il benessere che solo Madre Natura sa dare.

Chiedeteci una consulenza e saremo lieti di organizzare per voi una vacanza su misura!

COMPAGNIE AEREE: COME CAMBIERA’ VOLARE

Dopo tanti anni in cui il trasporto aereo è stato sempre in crescita, ci troviamo ora ad un blocco forzato della maggior parte dei voli e quasi tutte le compagnie del mondo con arei fermi negli aeroporti.

Sicuramente questo scenario cambierà profondamente, ancora una volta dopo l’11 settembre 2001, il modo di viaggiare, salire su un aereo e volare.
Come saranno i viaggi aerei dopo il coronavirus?

American Airlines

La compagnia ha cominciato ad effettuare pulizie e maggiore disinfezione ad ogni volo! A maggio, inizierà a distribuire ai passeggeri salviette igienizzanti o gel e mascherine, se i rifornimenti lo permetteranno. Gli assistenti di volo saranno tenuti a indossare mascherine su tutti i voli, a partire dal 1° maggio.

American Airlines nuove disposizioni di pulizia

Emirates

Anche questa prestigiosa compagnia ha iniziato a predisporre nuove procedure a partire dall’aeroporto di Dubai, dove i passeggeri dovranno seguire file ordinate mantenendo un distanziamento di 2 metri l’uno dall’altro e saranno obbligatori l’uso di mascherine e guanti in lattice.
Inoltre è la prima compagnia ad effettuare, oltre al controllo col termoscanner della temperatura, anche un test sierologico rapido, che verrà attuato da medici ed infermieri.
In seguito al test verrà rilasciato un certificato, per quei paesi che lo richiederanno, come requisito per l’ingresso.

Emirates nuove disposizioni dopo COVID 19

Emirates ha inoltre scelto di lasciare libero il posto al centro tra i sedili per garantire il distanziamento tra i viaggiatori.
Il personale di bordo è già dotato di camici monouso, mascherine e guanti.
La compagnia ha inoltre scelto di limitare i bagagli a bordo, per cui saranno consentiti solo borse, laptop, oggetti per neonati e valigette, mentre tutto il resto verrà spedito coi bagagli in stiva. L’aeromobile verrà accuratamente sanificato per ogni ripartenza.

Alitalia

Ad oggi anche Alitalia richiede l’utilizzo obbligatorio della mascherina da parte dei passeggeri per imbarcarsi su un aereo e ha deciso di lasciare il posto centrale libero per garantire il distanziamento sociale.

Ryanair

Di parere molto diverso invece l’amministratore delegato di Ryanair, Michael O’Leary, il quale non ha intenzione di fare circolare i propri aerei lasciando posti vuoti tra i passeggeri per il distanziamento a bordo. Viste le nuove disposizione europee, che non prevedono l’obbligo del distanziamento, la compagnia ricomincerà a volare tra le maggiori destinazioni d’Europa dal primo di Luglio.

Una cosa è certa la pandemia del COVID-19 sta modificando radicalmente tutto il settore. Si iniziano a vedere infatti, purtroppo, le prime chiusure di alcune compagnie low cost.
Inoltre in aggiunta a tutte le nuove disposizioni rimane anche il grande dubbio su come cambieranno le tariffe dei voli, quanto costerà un biglietto per un volo intercontinentale con la domanda e offerta ridotte?
Quando riusciremo a ripartire per un viaggio all’estero in tutta sicurezza?

Purtroppo non abbiamo ancora molte certezze, al momento rimane la lista sul sito della IATA , sempre aggiornata sulle restrizioni dei vari paesi e consultabile su un pratico link dove poter capire e verificare quali destinazioni siano operative.