VIAGGIO A PARIGI: COSA VEDERE E COSA FARE NELLA CITTA’ DELL’AMORE

Viaggio a Parigi: la città dell’amore

Oggi andiamo a Parigi, una della città più romantiche e affascinanti al mondo.
Chi la visita per la prima volta, vorrebbe poter vedere tutte le sue attrazioni principali e più famose. Per molti è amore a prima vista ed è per questo che tanti tornano più volte, alla ricerca di luoghi originali e insoliti e di nuove prospettive ed emozioni che Parigi può offrire.
A questa città non mancano certo arte, cultura, charme e romanticismo, ed è bello perdersi tra le sue strade alla ricerca di luoghi assolutamente unici. Quali sono dunque le attrazioni da visitare e i luoghi da non perdere nei pochi giorni del vostro viaggio? Sarà davvero difficile scegliere tra le tante cose da vedere a Parigi e i luoghi da visitare.
Per programmare al meglio cosa vedere a Parigi, dovrete selezionare le attrazioni di vostro interesse e distribuirle in un itinerario ben studiato. Non occupate però tutto il vostro tempo, lasciatevi lo spazio per poter vivere la città, per passeggiare per le sue strade e piazze, immergendovi nell’atmosfera magica della “vie parisienne”.
Andiamo dunque a vedere insieme i luoghi più importanti della città.

Viaggio a Parigi: Torre Eiffel

Sei a Parigi per la prima volta e non sai da dove iniziare ad esplorare la città? Affidati a una guida e acquista una visita guidata a piedi in italiano qui.

Viaggio a Parigi: cosa vedere nella città dell’amore

Nella mappa sottostante troverete le varie attrazioni descritte in seguito e potrete facilmente individuarle grazie ad una numerazione corrispondente.

Viaggio a Parigi: mappa con i principali punti di interesse

1. Torre Eiffel 

La Torre Eiffel, anche chiamata “La Dame de Fer”, venne costruita da Gustave Eiffel in occasione dell’Esposizione Universale del 1889. Nonostante all’epoca non fosse vista di buon occhio, la torre è ed è sempre stata un esempio architettonico di grande fascino. Salire sulla torre è un’esperienza irrinunciabile e vi offrirà una vista unica e mozzafiato su tutta la città.  
Si può raggiungere la torre sia con l’ascensore che salendo 1665 gradini di scale. Scegliendo le scale, si potrà accedere solo ai primi due piani della torre. Salire a piedi è certamente il modo più economico ma il nostro consiglio è di prendere l’ascensore.

Viaggio a Parigi: la Torre Eiffel

Cerchi una visita guidata in italiano della Torre Eiffel con biglietto saltafila? Acquistala qui.

2. Champs Elysèes: la promenade di Parigi

Conosciuti come “il più bel viale del mondo”, gli Champs Elysèes offrono la passeggiata più famosa di Parigi. Lunghi circa 2 km, terminano dove si erge l’Arco di Trionfo. Camminando su questi viali, in cui lusso e shopping fanno da padroni, incontrerete boutique di brand rinomati, palazzi eleganti, bar, cinema e il famoso le Lido, uno dei cabaret più famosi del mondo.

Viaggio a Parigi: gli Champs Elysées

3. Arco di Trionfo

Come già anticipato, al termine degli Champs Elysées, sulla rotatoria di Place de L’Etoile, si trova l’Arco di Trionfo, il secondo monumento più significativo di Parigi. L’arco era stato voluto da Napoleone Bonaparte per celebrare la gloria e i successi delle sue armate. Il suo completamento avvenne solo nel 1836, ben 14 anni dopo la morte dell’Imperatore. Il nostro consiglio è di salire sulla sua terrazza, dalla quale si gode di una vista mozzafiato, con Place de le Concorde da un lato e il quartiere de La Défense dall’altro.

Viaggio a Parigi: Arco di Trionfo

4. Il Museo del Louvre

Il Museo del Louvre aprì per la prima volta al pubblico nel 1793, con un nuovo modello di museo visitabile da tutti. Le prime collezioni furono quelle della monarchia francese e opere sottratte con l’inganno durante l’impero napoleonico.
Oggi la collezione presente all’interno del museo è enorme e segue un orientamento tematico suddiviso in varie zone: antichità orientali, egizie, greche, romane e etrusche, storia del Louvre, Louvre medievale, pittura, scultura, oggetti d’arte, arte grafica e arte islamica. Fra i dipinti più famosi e immancabili nel Museo del Louvre ci sono la Gioconda di Leonardo da Vinci, la Libertà che guida il Popolo di Delacroix e le nozze di Cana di Veronese.
Anche tra le sculture ci sono opere assolutamente imperdibili come la Venere di Milo dell’Antica Grecia, lo Scriba rosso dell’Antico Egitto e la Vittoria di Samotracia di produzione ellenica.

Viaggio a Parigi: Museo del Louvre

5. Cattedrale di Notre Dame

Questo è uno dei luoghi più antichi e iconici della città ed è tra i più alti esempi di arte gotica.
Il 15 aprile 2019, la cattedrale di Notre Dame fu teatro di un grave incendio, che scioccò il mondo intero e provocò gravi danni strutturali al tetto, distruggendo la guglia della torre principale.
Purtroppo, la cattedrale resterà chiusa al pubblico fino a quando si concluderanno i lavori di ricostruzione. Pur essendo prevista una futura riapertura, per ora non è possibile visitare la cattedrale e accedere alla piazza.

Viaggio a Parigi: la cattedrale di Notre Dame

6. La Sainte-Chapelle

La Sainte-Chapelle è oggi una chiesa sconsacrata che è stata costruita nel 1246. Voluta da Re Luigi IX, era il suo reliquiario personale per custodire la corona di Spine e un frammento della Croce di Gesù. Oggigiorno non conserva nessuna delle reliquie poiché quelle che sopravvissero alla Rivoluzione furono depositate nel Tesoro della Cattedrale di Notre Dame.
Essa è uno dei più importanti esempi di architettura gotica al mondo. Ciò che vi stupirà al suo interno sono le imponenti finestre di 15 mt di altezza che creano un gioco di luci e colori davvero incantevole. Le quindici vetrate raccontano, in 1.113 scene, la storia dell’umanità, dalla Genesi alla Resurrezione di Cristo.

Viaggio a Parigi: Sainte-Chapelle

7. Panthéon

La realizzazione di questo edificio è antecedente a quella dell’Arco di Trionfo e della Torre Eiffel e per questo è stato il primo luogo da cui era possibile osservare Parigi dall’alto.
Costruito tra il 1764 e il 1790, è una fusione di stile gotico e greco.
Attualmente questo imponente monumento sorge sulla collina di Sainte Geneviève, nel Quartiere Latino.
Non perdete nel Panthéon la rappresentazione del famoso esperimento pratico del “Pendolo di Foucault”, e salite i 425 scalini che vi porteranno al punto più alto della cupola per ammirare Parigi da un altro punto di osservazione dall’alto.

Viaggio a Parigi: Panthéon

8. Il Palazzo e i Giardini del Lussemburgo

Il palazzo del Lussemburgo è un importante esempio di architettura barocca nel cuore di Parigi. L’edificio risale al XVII secolo ed è stato la sede del Senato francese dal 1958. Il palazzo è circondato da 23 ettari di ricchi e armoniosi giardini ed è uno dei parchi più frequentati e amati della città. All’interno di questi curatissimi giardini sono presenti le statue di Baudelaire e Flaubert e la meravigliosa fontana dei Medici, che costituiscono una delle tappe irrinunciabili per scoprire i luoghi più importanti di Parigi.

Viaggio a Parigi: Palazzo del Lussemburgo

9. Torre Montparnasse

Per tutti coloro che amano salire ai piani alti e osservare la città da un’altra prospettiva, non può mancare una visita alla Torre Montparnasse. Secondo grattacielo più alto di Parigi dopo la Tour Eiffel, è alto 200 mt. In soli 38 secondi l’ascensore vi porterà al 58° piano dalla cui terrazza, nei giorni di bel tempo, è possibile scorgere il panorama sino a 40 km di distanza. 

Viaggio a Parigi: Torre Montparnasse

Vuoi sentire il brivido di salire sulla Torre di Montparnasse e avere una panoramica mozzafiato sulla città, magari accompagnato da un bel bicchiere di champagne? Acquista l’esperienza qui.

10. Opéra de Paris e Opéra Garnier

Andiamo ora nel teatro pubblico francese più famoso: l’Opéra Garnier, dove si è esibita per lungo tempo l’Opéra de Paris. Questo edificio, voluto da Napoleone III, si affaccia sulla bella Place de L’Opera ed è stato costruito in stile neo-barocco. L’esterno è decorato con fregi elaborati in marmo multicolore, colonne e statue, e l’interno si contraddistingue per la sontuosità barocca. Ciò che vi lascerà decisamente a bocca aperta è il Grand Foyer, preceduto dallo scalone. Il Foyer si ispira alle gallerie dei castelli rinascimentali transalpini del XVI secolo.
L’edificio custodisce al suo interno anche un museo tematico dedicato a riproduzioni scenografiche teatrali e pittura dedicate al balletto.

Viaggio a Parigi: Opéra Garnier

11. Moulin Rouge

Situato nel cuore del quartiere Pigalle di Parigi, a pochi minuti da Montmartre, il Moulin Rouge è il locale più elegante ma anche il più vivace di Parigi, dove si svolge il re dei cabaret parigini e il più conosciuto al mondo. Ha ispirato opere d’arte e un celebre film. Il Moulin Rouge è un luogo affascinante e senza tempo: danzatrici, can can e intrattenimento rendono ogni serata unica e frizzante. La sua apertura risale al 1889 e stupì con spettacoli, come il can can, al tempo considerati rivoluzionari. Ha visto passare sul suo palcoscenico personaggi importanti e artisti come Frank Sinatra, Edith Piaf, Ray Charles, Ella Fitzgerald ed Elton John.
Se volete vivere un’emozione indimenticabile, non perdete l’occasione di partecipare ad una serata in questo luogo d’altri tempi ed assistere ad uno spettacolo unico.

Viaggio a Parigi: Moulin Rouge

Stai pensando a come esplorare al meglio il pittoresco villaggio di Montmartre? Puoi acquistare la nostra visita guidata a piedi qui.

12. Basilica del Sacro Cuore

La Basilica del Sacro Cuore si trova nel quartiere di Montmartre, su una collina 200mt più alta rispetto a ciò che la circonda. Per questo motivo è il secondo punto più alto di Parigi dopo la Torre Eiffel. Si presenta come un edificio bianco candido, grazie al travertino calcareo utilizzato per la costruzione. Questa pietra a contatto con l’acqua piovana reagisce e si sbianca completamente. Salite i 300 gradini che vi porteranno sulla sommità della cupola alta 83mt e godetevi un’altra incredibile vista su Parigi. Lo stile architettonico della Basilica è abbastanza vario e particolare, e potremmo definirlo come neo-bizantino. Dopo una visita al maestoso interno della Basilica, prendetevi un po’ di tempo per rilassarvi seduti sull’erba. Assaporate quel fascino di una città ricca di arte e artisti sulla scalinata di fronte alla Basilica, dove si esibiscono persone talvolta molto talentuose che mettono in scena veri e propri spettacoli.

Viaggio a Parigi: Basilica del Sacro Cuore

Hai bisogno di un pass della città che ti faccia visitare agevolmente le principali attrazioni? Scegli quello più adatto al tuo viaggio qui.

Viaggio a Parigi: le esperienze da non perdere

Crociera sulla Senna

Regalatevi un’esperienza davvero indimenticabile e indubbiamente romantica, salite su un battello per una crociera sulla Senna. Questo fiume che bagna e divide la città di Parigi è stato fonte d’ispirazione per romanzi e canzoni. Non perdete l’emozione di salire a bordo dei tipici bateaux parisiens e bateaux mouches. Potrete scegliere tra vari tipi di crociera, tra diurna e notturna ed anche sedervi a tavola e degustare una cena con vista della città, illuminata in un ambiente poetico e d’atmosfera.

Viaggio a Parigi: crociera sulla Senna

Perché non godersi una romantica cena su una crociera, dolcemente coccolati dalle acque del fiume Senna? Acquista questa incantevole esperienza qui.

Autobus Turistico Hop On-Hop Off

Per chi ha poco tempo a disposizione, gli hop on-hop off bus sono la soluzione migliore per poter vedere la città comodamente seduti, senza dover correre. Il giro turistico si divide in varie fermate presso i principali monumenti della Ville Lumiere, permettendovi di scendere ad ogni fermata per visitare l’attrazione prescelta con tutta calma, per poi risalire a bordo in qualsiasi momento presso le stazioni di sosta previste. Il biglietto può essere acquistato per 1, 2 o 3 giorni consecutivi.

Viaggio a Parigi: hop on/hop off bus

Cerchi un sightseeing tour che ti consenta di salire e scendere tutte le volte che vuoi per ammirare le varie attrazioni della città? Acquistalo qui.

Reggia di Versailles

Se sceglierete una vacanza un po’ più lunga nella bellissima Parigi, potrete dedicare una giornata alla Reggia di Versailles. Patrimonio Unesco dal 1979, la Reggia è stata il simbolo della potenza e del fasto di Re Sole Luigi XIV. Questo luogo divenne ufficialmente residenza reale nel 1682, e sede del Governo francese fino alla Rivoluzione del 1789. Tra le principali attrazioni da visitare ci sono la Galleria degli Specchiil grande e piccolo Trianongli immensi giardini e il parco, l’Opéra e la Cappella.

Viaggio a Parigi: Reggia di Versailles

Vuoi acquistare il tuo biglietto d’ingresso alla Reggia di Versailles, che comprende l’accesso a tutte le aree, per una visita completa? Puoi farlo qui.

Se vuoi scoprire altre meravigliose capitali europee, vai ai nostri articoli su Londra in 4 giorni e Copenaghen in 3 giorni.

MERCATINI NATALIZI 2021: LIEGI, COLMAR E PRAGA

I mercatini natalizi: per vivere a pieno l’atmosfera delle feste

Il Natale è ormai alle porte e la tradizione dei mercatini di Natale è uno di quegli appuntamenti che richiama grandi e piccini. Ne abbiamo selezionati alcuni tra i più suggestivi e particolari che vale la pena di vedere almeno una volta e sono i mercatini di Liegi, Colmar e Praga.

I mercatini natalizi: prodotti dell'artigianato locale

I mercatini natalizi: Mercatino natalizio di Liegi

A Liegi, nel sud della Vallonia, in Belgio, si svolge uno dei mercatini di Natale tra i più antichi dello stato, denominato “Village de Noël“, allestito nella piazza del mercato principale “Place du Marché“. Assolutamente da non perdere per la quantità dei piccoli chalet in legno, quasi duecento, che si allestiscono nel periodo natalizio, con una varietà di articoli, dagli accessori per la casa, all’abbigliamento, fino ad arrivare all’oggettistica locale, che sicuramente ti offriranno idee regalo speciali per il Natale. Se ti appassiona la gastronomia locale, non mancare di assaggiare la famosa gaufre, un dolce belga preparato in svariate versioni. Inoltre, vista la stagione fredda, nella piazza si trovano sempre cioccolata calda e vino caldo, “vin chaude“, da assaporare mentre si viene avvolti da profumi di cannella ed arancio essiccato.
Liegi è stata insignita del titolo “Capitale Europea del Natale” ed i liegesi ne sono molto orgogliosi: numerosi sono gli eventi organizzati nella piazza della Cattedrale, dove, oltre le piste di pattinaggio, hanno organizzato il Festival degli Abeti di Natale, che illuminano le strade con decorazioni e luci di eccellenza.

I mercatini natalizi: il gaufre, dolce tipico belga

I mercatini natalizi: Mercatino natalizio di Colmar

Colmar è una graziosa città posizionata a nord-est della Francia. La cittadina dell’Alsazia è da ricordare anche per aver dato i natali allo scultore F. A. Bartholdi, che progettò la Statua della Libertà a New York. Affascinanti, invece, le costruzioni delle casette che la compongono, tutte pensate con un’architettura a graticcio, un insieme di travi posizionate in verticale, orizzontale ed oblique, che formano quella tipica intelaiatura che ricorda quella delle dimore fiabesche. Quella di essere in un mondo di fiabe è una sensazione che a Colmar si prova, specialmente, dall’inizio dell’Avvento, quando le stradine e tutte le case si accendono di luci e colori. I mercatini natalizi si estendono dalla piazza principale, “Place des Dominicains“, fino ad arrivare in un quartiere in puro stile francese, ma che ricorda tantissimo una Venezia in miniatura, denominato per questo “la Petite Venise“. Come ogni mercatino di Natale che si rispetti, anche a Colmar non mancano bancarelle gastronomiche e di oggettistica locale a completamento dell’atmosfera natalizia, e l’immancabile trenino che attraversa le vie della cittadina, per la gioia di grandi e piccini.

I mercatini natalizi: Colmar illuminata a festa

I mercatini natalizi: Mercatino natalizio di Praga

Praga tra tutte è la città con più mercatini natalizi, sparsi in giro per le piazze: ogni anno arrivano ad allestire fino a sei mercatini in città, chiamati “vanocni trhy“. Il più famoso è quello posizionato nella Piazza della Città Vecchia e prosegue nella piazza sottostante, di dimensioni più ampie, la Piazza di San Venceslao, che viene anche soprannominata la piccola Champs-Elysées, per la somiglianza con la strada parigina omonima. Praga è una di quelle cittadine che va ricordata per aver dato i natali al grande F. Kafka, ed è strutturata con palazzine in stile gotico e barocco visibili nella Piazza della Città Vecchia, dove svetta il bellissimo orologio astronomico. Proprio qui, alla base della statua di Jan Hus, vengono posizionate a forma di stella ben 150 piccole baite che illuminano il grande albero di Natale riccamente decorato e pieno di luci. Nella Piazza di San Venceslao, in cui è ubicato il Museo Nazionale, potrai acquistare articoli locali come i preziosi cristalli di Boemia e i giocattoli natalizi, e potrai assaggiare il famoso panpepato al miele, accompagnato da un caldo idromele.

I mercatini natalizi: la Piazza della Città Vecchia

Se ti è piaciuto questo articolo, vai a scoprire altre splendide città europee con i nostri consigli di itinerario: Londra in 4 giorni e Copenaghen in 3 giorni,

LONDRA IN 4 GIORNI

Londra: la città più iconica di sempre.
In questo articolo vi raccontiamo cosa vedere a Londra in 4 giorni. 
Ecco alcuni dei luoghi da visitare a Londra in 4 giorni:

Londra in 4 giorni
  • Westminster
  • Buckingham Palace
  • Tate Britain
  • London Eye
  • Tower of London
  • Tate Modern
  • Leadenhall market
  • Shoreditch
  • British museum
  • Covent garden
  • Camden Town
  • West End
  • Harrods
  • Notting Hill

Cosa fare a Londra in 4 giorni 

Per far sì che possiate visitarla al meglio abbiamo creato un itinerario ottimizzato e concentrato in 4 giorni, dove i primi due giorni sono intercambiabili a seconda di quale sia l’aeroporto di arrivo e partenza. 

Andiamo quindi a vedere cosa fare a Londra in 4 giorni.

ITINERARIO: Londra in 4 giorni

GIORNO 1- LONDRA IN 4 GIORNI

Gli aeroporti più utilizzati per i voli provenienti dall’Italia sono Heathrow, Gatwick e Stansted.

Se atterrate a Heathrow o Gatwick è sicuramente più comodo per voi avere una sistemazione in zona VictoriaHeathrow è collegato dalla Piccadilly line della metropolitana, che è quella di colore blu nella mappa che troverete in tutte le stazioni principali della Tube. Da Gatwick invece c’è il treno espresso ogni 10-20 minuti circa che arriva a Victoria Station in mezz’ora.



Booking.com

Abbazia di Westminster

Da qui potete iniziare a visitare la città da una delle zone più centrali che è Westminster dove sono concentrati i luoghi più conosciuti di Londra: l’abbazia di Westminster, la House of Parliament con il Big Ben, una passeggiata per Downing Street, dove al numero 10 si trova la residenza del Primo Ministro, per raggiungere St. James’s park attraverso il quale potrete arrivare a Buckingham Palace, il palazzo cittadino della famiglia reale inglese, dove ogni giorno alle 11.30 da maggio a giugno ha luogo il famoso Cambio della Guardia.

Buckingham Palace

Nei restanti mesi dell’anno la cerimonia ha luogo solo ogni due giorni ed è ovviamente annullata in caso di pioggia. Se invece volete subito immergervi nei luoghi della cultura londinesi allora seguite il lungofiume verso sud per incontrare la Tate Britain, famosa per conservare una delle maggiori collezioni di opere realizzate dal gruppo di pittori inglesi conosciuti come Preraffaelliti. Tornando verso nord, per un momento di svago, attraversate Westiminster Bridge per salire sul London Eye, la ruota panoramica della città, che di sera regala un panorama mozzafiato.

London Eye

GIORNO 2- LONDRA IN 4 GIORNI

Se atterrate all’aeroporto di Stansted invece conviene allora alloggiare e iniziare la vostra visita dall’east end, la zona est di Londra. Con il National Express coach o lo Stansted express train potrete raggiungere Liverpool street station, situata nel cuore della City che non è solo il centro della finanza ma anche la parte più antica della città. Potete iniziare il vostro tour dalla Tower of London per vedere la famosa collezione dei gioielli della Corona inglese, per poi continuare con una bellissima passeggiata lungo il Tamigi nella zona chiamata Southbank.

Tower of London

Lungo la vostra passeggiata incontrerete il famosissimo London Bridge e il Borough market, dove potrete acquistare anche prodotti italiani: sono presenti infatti tantissimi stand di eccellenze del nostro Paese. Proseguendo incontrerete il National theatre e lo Shakespeare Globe, il teatro dove ogni anno la Shakespeare company propone una stagione teatrale proprio dedicata al grande drammaturgo. Infine, non potete non fare visita alla Tate modern, il museo di arte moderna più visitato al mondo ospitato in una ex centrale elettrica. E’ venuto il momento di attraversare di nuovo un ponte e questa volta si tratta del Millennium bridge che i fan di Harry Potter sicuramente ricorderanno nel sesto capitolo cinematografico della saga. Un’ultima visita all’edificio religioso più imponente della Gran Bretagna, St. Paul’s cathedral, capolavoro dell’architetto Christopher Wren, prima di tornare verso est dove potremo dedicarci ad un po’ di shopping in giro per i famosi mercati di Londra. Merita una visita Leadenhall market, altro luogo decisamente noto ai potteriani: è infatti la location utilizzata per allestire Diagon alley, la strada dove gli studenti di Hogwarts si recavano per acquistare il materiale necessario.

Leadenhall market

Per concludere la giornata ci spostiamo a Shoreditch, noto quartiere frequentato dagli amanti del vintage: qui infatti, in particolare in Brick lane, troverete tantissimi negozi dove fare acquisti di abiti second hand e pezzi di arredamento retrò.

In ultimo, esattamente dietro a Liverpool street station, concediamoci una birra o una cenetta in uno dei tanti localini all’interno dell’Old Spitafield market.

GIORNO 3- LONDRA IN 4 GIORNI

E’ venuto il momento di esplorare Holborn, una delle zone della central London più ricca di teatri: Londra è infatti famosa per i suoi teatri dove potrete assistere a uno dei tanti musical in scena al momento. Come acquistare i biglietti? Il modo migliore è recarsi alla biglietteria del teatro qualche ora prima dello spettacolo, si possono trovare i biglietti invenduti che spesso sono ottimi posti a ottimi prezzi. Arriviamo con la metropolitana a Tottenham court road dove la prima tappa di oggi sarà il British museum, uno dei musei più antichi del mondo che conserva una delle collezioni archeologiche più ricche e rinomate.

British Museum

Se non siete grandi amanti dei musei non preoccupatevi non dovete per forza passarci tutta la mattina, vale però sempre la pena un’occhiata anche perché i musei a Londra sono ad accesso libero. Usciti dal British ci dirigiamo verso Covent garden, il mercato coperto famoso per essere il luogo di incontro tra il senzatetto James e il famoso gatto rosso Bob, diventato poi il suo amico inseparabile. A Covent Garden c’è l’imbarazzo della scelta per il pranzo ma potete anche spingervi verso Neal’s yard, una corte interna piena di localini, bars e ristoranti molto apprezzata per i suoi colori vivaci. Dopo pranzo ci spostiamo verso Trafalgar square con i suoi iconici leoni e l’imponente edificio che ospita la National Gallery, per poi andare verso Piccadilly circus e da lì prendere Shaftesbury avenue e tornare su Charing cross, una via molto vivace e famosa per le sue librerie. Pensate che in una piccola traversa chiamata Cecil court ci sono solo e unicamente librerie!

Cecil Court

E’ ora di un po’ di shopping: andiamo allora in Oxford street, una delle vie dedicate alle grandi catene di negozi e perché no, magari costeggiamo anche una parte del gigantesco Hyde park. Ma la giornata non è ancora finita! Non c’è niente di meglio di una serata a Camden town, il quartiere nord della città simbolo del punk. Potreste anche fare una tappa intermedia e fermarvi a Baker street per vedere la famosa porta numero 221B di Sherlock Holmes, oggi sede del museo a lui dedicato.

 Baker street

Camden town è una vera e propria città nella città, piena di locali dove spesso potrete trovare una serata open mic, microfono aperto, se volete provare a buttarvi sul palco e cantare qualcosa!

GIORNO 4 – LONDRA IN 4 GIORNI

Il nostro ultimo giorno a Londra lo dedichiamo al west end, la zona sud-ovest della città. Immancabile visita al Victoria&Albert museum che ha da poco aperto una nuova ala raggiungibile direttamente dalla metropolitana. Questo quartiere, molto chic e residenziale, è ricchissimo di musei: nello stesso isolato accanto al V&A potrete visitare anche il Science museum e il Natural history museum. Non solo musei però! Essendo l’ultimo giorno, lo shopping è doveroso e non c’è niente di meglio dei magazzini Harrods dove vi perderete fra oggettistica brandizzata e cibo di lusso.

Harrods

Spostiamoci verso i Kensington gardens anche perché lo shopping non è ancora finito: da qui raggiungiamo Notting hill, romantico quartiere dove, beh non troverete Hugh Grant nella sua libreria, ma vi piacerà tantissimo il Portobello road market, che si tiene due volte la settimana, il mercoledì e il sabato e dove una tazza da tea tipica inglese a un pound sicuramente finirà nella vostra valigia come ricordo di questo indimenticabile viaggio.

Notting Hill

COPENAGHEN IN 3 GIORNI: COSA VEDERE

Cosa vedere a Copenaghen

Cosa vedere a Copenaghen in 3 giorni

Avete voglia di visitare una città europea in solamente 2/3 giorni?
Avete a disposizione solamente un weekend e volete fare qualche fuga breve ma intensa?
Copenaghen allora è la città perfetta per le vostre esigenze!
Scoprite cosa vedere a Copenaghen in 3 giorni.
La pittoresca capitale della Danimarca è infatti una soluzione ideale: una città di dimensioni non troppo grandi, comoda da girare e comoda per gli spostamenti.

cosa vedere a Copenaghen

Quando visitare Copenaghen

Essendo una capitale del Nord i mesi invernali sono decisamente freddi ma anche molto affascinanti. Il periodo natalizio, infatti, è veramente magico con tutte le luminarie a cui i danesi dedicano amore e passione.  
Il periodo migliore è sicuramente la tarda primavera, momento in cui in temperature non sono troppo basse e la natura sboccia in un tripudio di colori magnifici.
Per i freddolosi meglio ancora scegliere il periodo più caldo che va da giugno ad agosto, in cui le giornate si allungano e si può godere di molte più ore di luce.

Come arrivare a Copenaghen

I voli diretti dall’Italia partono da Milano, Bergamo, Bologna e Roma. Tra le compagnie aeree più economiche per questa tratta c’è Ryanair. I voli atterranno all’aeroporto internazionale di Copenaghen conosciuto anche come Kastrop.

Come raggiungere il centro di Copenaghen

Per raggiungere il centro città la metro è il modo più veloce.
La stazione della Metro si trova al Terminal 3 vicino alla hall degli arrivi e il servizio è attivo 7 giorni su 7, 24 ore al giorno. Durante le ore di punta dall’aeroporto parte un treno ogni 4-6 minuti e ogni 15-20 minuti durante la notte. Il percorso fino al centro città dura circa 15 minuti.
Il biglietto costa 3,21 € ma vi consiglio di acquistare subito la Copenaghen Card sul nostro shop online. La card vi dà diritto a viaggiare per 1, 2, 3 o 5 giorni su tutti i mezzi pubblici di Copenaghen.

Dove dormire a Copenaghen

La città di Copenaghen è nota per i costi piuttosto elevati ma è comunque possibile trovare un buon compromesso tra qualità e ubicazione dell’alloggio.
Indre By è il centro di Copenhagen e dormire qui offre sempre numerosi vantaggi, in quanto potrete apprezzare sia la parte antica della città che godere della movida danese e dello shopping senza dover fare troppa dal vostro Hotel.
Per risparmiare un po’ potreste scegliere il quartiere di Vesterbro a sud-ovest del centro, un quartiere recentemente ristrutturato che vanta sistemazioni più economiche e una ricca vita culturale. Gli alberghi di questa zona sono fra i più economici della città. 

Booking.com

ITINERARIO DI 3 GIORNI

Vi abbiamo preparato un itinerario di 3 giorni per poter usufruire al meglio del tempo e visitare i luoghi più belli della città.

GIORNO 1:

Partenza con volo dall’Italia e arrivo a Copenaghen, presumibilmente in tarda mattinata
Rivolgete l’attenzione di questo primo giorno al centro di Copenaghen. Si può decidere di percorrere la città in bicicletta o a piedi, qualsiasi sia la vostra scelta sarà divertimento assicurato. Per immergervi completamente nell’atmosfera della città partite da Nyhavn, il canale principale. Il Canale è uno degli angoli più suggestivi della città, con le sue caratteristiche case colorate che si riflettono nell’acqua. Non riuscirete a smettere di fotografare. Durante le giornate di sole questo è un luogo dove troverete molto movimento: persone sedute ai bar e indaffarate agli attracchi delle barche.

Andate poi in direzione ovest verso il centro della città di Copenaghen chiamata  Indre By. Passate da Strøget, il viale dello shopping e dei negozi, e da Gråbrødretorv una graziosa piazzetta. Proseguite poi per la Rundetårn, una torre rotonda, originariamente osservatorio astronomico. 

 Rundetårn

Non potete poi perdere uno dei luoghi più visitati di Copenaghen, il Rosenborg Slot. Questo meraviglioso castello vi incanterà e vi trasporterà in una atmosfera magica. I giardini che lo circondano sono altrettanto belli e durante la stagione estiva sono gremiti di persone che si godono un pasto al sole.

Rosenborg Slot

Alla vostra prima giornata manca solo uno dei simboli più iconici di Copenaghen: la sirenetta. C’è chi si emoziona davanti a questa statua e chi invece la trova priva di fascino. Non potete però perdere l’occasione di fotografare anche voi la rinomata statua. Durante il vostro percorso per raggiungere la sirenetta di Copenaghen non mancate di vistare il Kastellet, un’antica fortificazione militare.

sirenetta

Al termine di questa giornata rientrerete in hotel stanchi ma comunque soddisfatti per avere visitato già abbastanza come primo giorno!

GIORNO 2

Partite oggi alla scoperta di un’altra interessantissima parte della città! Cominciate allora da un quartiere davvero bizzarro: Christiania
Christiania, che si trova nel cuore di Copenaghen, è una comunità anarchica autogovernata dal 1971. Nel quartiere vivono circa 1000 persone ed è ormai una meta turistica con bancarelle e chioschetti di hashish. Importante ricordarvi di non fare fotografie all’interno di Christiania, soprattutto nell’area di Pusher Stree, perchè è proibito.

Proseguite poi per Christianborg Slot, dove si trova la sede del parlamento danese. Il palazzo si trova su una piccola isola chiamata Slotsholmen. E’ possibile visitare il castello e tra i principali luoghi aperti al pubblico ci sono le gloriose sale di ricevimento reali, le rovine dell’XI secolo e la cucina reale, che possono essere visitati separatamente o con un biglietto comune. Se avete abbastanza tempo salite sulla torre per una bella vista dall’alto! A breve distanza, dall’altra parte del canale, si trova l’affascinante quartiere di Christianshavn caratterizzato da pittoresche casette in stile diciannovesimo secolo.
Non perdete poi la grande chiesa barocca con la sua guglia a scala a spirale esterna, una delle più importanti attrazioni della Danimarca , la Vor Frelsers Kirke. Salire sulla summità della guglia è una emozione unica con una bellissima vista della città!

Christianshavn

Se volete provare un’esperienza diversa per pranzo dirigetevi a Papirøen. Tra montagne di vecchi containers si staglia una enorme struttura bianca, un vecchio capanno industriale proprio di fronte alla splendente Opera House. Questo luogo ospita il più grande complesso di street food della nazione. Troverete varietà e tipicità a prezzi abbordabili. Non perdete l’occasione di visitare l’Opera House, un moderno edificio di grande importanza.

Opera House

Anche se siete ormai adulti dovete davvero dedicare il resto della vostra giornata ai Giardini di Tivoli. Questo è molto più di un parco divertimenti, è pura magia! Tivoli ha incantato grandi e piccini sin dal 1843, anno della sua apertura, proprio nel centro di Copenaghen. Appena entrati vi immergerete subito in un mondo di fiabe, terre esotiche e giochi da brivido. Mille cose da fare e da vedere, Hans Christian Andersen compreso! Se amate l’adrenalina salite sulle montagne russe e su uno dei calcinculo più alti del mondo.

Il prezzo di ingresso varia a seconda della tipologia del biglietto.
L’ingresso semplice (senza accesso alle giostre con la possibilità di acquistare poi i biglietti per le singole attrazioni dalle macchinette all’interno del parco) costa circa 18€ per gli adulti e 8 per i bambini tra i 3 e i 7 anni.
Un biglietto con incluso l’uso illimitato delle attrazioni costa circa 48€.

Tivoli parco divertimenti Copenaghen

GIORNO 3:

In questo ultimo giorno, in cui solitamente i voli ripartono per l’Italia ad ora di pranzo, avrete la mattinata a disposizione per una buona colazione, ricomporre le vostre valigie e avviarvi verso l’aeroporto.
Nel pomeriggio sarete già atterrati in Italia soddisfatti di aver vissuto un weekend pieno, diverso dal solito e sicuramente indimenticabile.

Cose ne dite? Vi abbiamo incuriosito?
Seguiteci sul canale Youtube per altri consigli di viaggio!