IL BRYCE CANYON

Il Bryce Canyon: un museo roccioso a cielo aperto

Il Bryce Canyon è una vasta distesa di rocce rosse plasmate dal vento e dalle sabbie nel tempo, un lavoro millenario che accarezza la superficie rocciosa e la rende uno spettacolo unico naturale. Un capolavoro a cielo aperto situato nella zona ovest della costa americana, talmente affascinante da riuscire a convincere, anche solo per una visita, anche i più irriducibili amanti dei luoghi marittimi.

Bryce Canyon: museo roccioso a cielo aperto

Il Bryce Canyon e le sue rocce rosso fuoco

Il Bryce Canyon è il quinto di altri quattro parchi rocciosi americani denominati “i Magnifici Cinque” e possiede una serie di pinnacoli naturali come tante colonne di tufo in continuo mutamento, modellati dal vento e dalle piogge, creando uno spettacolo unico nel suo genere. La fantasia corre senza sosta davanti a questo gioiello naturale, potresti immaginare di star attraversando una foresta rocciosa o di essere un abitante di un castello pietrificato. Grazie alla loro caratteristica colorazione rossastra, e soprattutto nelle ore del tramonto, le rocce assumono una brillantezza accesa, come se stesse divampando un incendio, e tutto l’ambiente circostante si illumina di un rosso fuoco.

Bryce Canyon: rocce rosso fuoco

A dispetto del suo nome e del suo aspetto roccioso scolpito nel tempo, il Bryce Canyon non è affatto un canyon, ma in sostanza un enorme anfiteatro modellato dagli agenti atmosferici, smosso da giganteschi movimenti della crosta terrestre, che hanno creato enormi cavità sovrastate da una moltitudine di “hoodoos“, i famosi pinnacoli di varie dimensioni e forme protese verso il cielo come tante guglie naturali.

Il Bryce Canyon: un po’ di storia

Il Bryce Canyon prende il nome dal pioniere E. Bryce, che nel 1924 abbandonò la sua idea di poter allevare il bestiame in questo altopiano roccioso, che si rivelò subito troppo sconnesso per portare avanti la sua idea. Il bosco roccioso è però riuscito a far sopravvivere molte colonie di nativi americani che si sono insediati per secoli.

Bryce Canyon: gli hoodoos

Adesso sicuramente ti è venuto il desiderio di ritrovarti davanti a questo miracolo della natura, per vederlo, ma soprattutto, per vivere tutte le emozioni che ti regalerà, e a questo proposito occorre pianificare bene il viaggio.

Il Bryce Canyon: quando andare a visitarlo e cosa fare all’arrivo

Cominciamo subito dai mesi più giusti per poter partire: considerando l’altitudine, sarebbe preferibile l’estate, che non è mai tanto calda ma piacevole, per lunghe passeggiate che ti aspettano. Evita l’autunno – potresti imbatterti in copiosi e pericolosi temporali – e l’inverno, per via delle basse temperature.
Una volta arrivato a destinazione, recati al punto di incontro turisti posizionato all’ingresso del Bryce Canyon, dove troverai anche una serie di aree ristoro, arredate in perfetto stile Far West, per rifornimento provviste.

Bryce Canyon: spettacolo naturale

Il Bryce Canyon: suggerimenti per il tuo tour

Ora non ti resta che decidere come procedere con la visita al parco. Solitamente si sceglie il tour rapido, che consiste nel seguire un percorso ricco di “view points”, ovvero punti strategici, per ammirare il panorama. Ma se si vuole veramente vivere in pieno la scenografia del luogo, non si può non optare per il percorso più lungo e affascinante. In entrambi i casi, cerca di arrivare la sera prima, o partire la mattina presto, per calcolare bene l’ora del tramonto, il momento più suggestivo e coinvolgente del Bryce Canyon.
Ecco qualche indicazione per prepararti alla visita:
• Lascia la macchina all’ingresso ed opta per la navetta gratuita, che ti porterà alla visione dei principali punti strategici
• La stagione delle piogge è verso fine agosto – tieni d’occhio il meteo! Nel caso tu abbia solo quel giorno a disposizione, cerca di partire la mattina presto e rientrare il pomeriggio.
• Il parco è a pagamento – puoi acquistare la tessera annuale che ti consentirà l’accesso anche agli altri quattro parchi nella zona ovest
• Quando entri nel parco, all’inizio non dimenticare di osservare il Fairyland Point, una delle vedute più spettacolari del Bryce Canyon.

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi scoprire altri luoghi spettacolari degli Stati Uniti D’America, non perderti gli articoli Da Denver a Rapid City: itinerario on the road e Visitare il Grand Canyon: tutte le cose da sapere.

VIAGGIO DI NOZZE IN GRECIA

Viaggio di nozze in Grecia: un connubio unico di storia e bellezze naturali

Se state iniziando a pensare al vostro viaggio di nozze da sogno, perché non includere, fra le “mete papabili”, anche la magnifica Grecia, con le sue numerose isole e isolette?  Abbastanza vicina all’Italia e facilmente raggiungibile, ma allo stesso tempo “lontana”, autentica, impregnata di una storia millenaria e ricca di bellezze marittime e luoghi di divertimento… insomma, una meta davvero perfetta per inaugurare l’inizio di una radiosa vita assieme!

Viaggio di nozze in Grecia: paesaggi mozzafiato

Viaggio di nozze in Grecia: la Grecia continentale per sposini amanti della storia

Trascorrere qualche giorno nella capitale Atene ed esplorare la Grecia continentale è sempre un’esperienza straordinaria, adatta in ogni stagione. Atene si raggiunge comodamente in qualche ora di volo dall’Italia ed è una delle più affascinanti capitali europee in cui convivono perfettamente storia, cultura e tensione verso il moderno. Qui potrete ammirare l’imperdibile Acropoli, con il Partenone che domina dall’alto il centro cittadino, e scattare qualche romantica foto al tramonto, prima di godervi una cenetta a lume di candela in un tipico ristorantino del colorato quartiere Plaka, degustando una deliziosa moussaka

Lasciata alle spalle Atene sarà possibile spostarsi verso nord per incontrare la seconda città più grande della Grecia: Salonicco. A seconda del tempo a disposizione voi, novelli sposi, potrete scegliere se optare per una visita approfondita della città oppure dirigervi subito verso gli splendidi monasteri di Meteora, veri luoghi simbolo dello spirito ellenico, in cui i monaci ortodossi si concedevano un isolamento quasi estremo. Questi “eremi” costruiti sulla sommità delle montagne, a strapiombo su picchi rocciosi, sono molto difficili da raggiungere, ma, proprio per questo, conservano intatto quel velo di misticismo che li ha animati nel corso dei secoli.  Vivere assieme alla propria dolce metà un viaggio di nozze in Grecia, in località tanto affascinanti e fuori dal comune, non potrà che regalare istantanee da cartolina e ricordi unici ed indelebili.

Viaggio di nozze in Grecia: il Partenone ad Atene

Viaggio di nozze in Grecia: alla scoperta del Dodecaneso

Dopo un tour della parte continentale oppure come diversa concezione del viaggio di nozze in Grecia, voi novelli sposi potrete scegliere di visitare una o più isole del Dodecaneso. Le più conosciute sono indubbiamente RodiKarpathos e Kos, ma esiste una vastità di isole minori tutte da scoprire come: Patmos, Tilos, Lipsi, Nisyros, Symi ecc…

Le isole maggiori come Rodi e Kos sono dotate di un aeroporto proprio, dunque è possibile raggiungerle direttamente dall’Italia, mentre per arrivare nelle isole minori servirà raggiungere il porto e proseguire in traghetto.  Solitamente i principali tour dedicati agli sposi in viaggio di nozze tendono ad abbinare una settimana su Rodi, Kos o Karpathos e poi prevedere un tour itinerante delle isole minori, ma tutto è personalizzabile e modulabile a seconda delle esigenze della coppia. 

A Rodi e Kos l’offerta ricettiva è molto variegata e voi sposini, accanto alle strutture tradizionali, potrete contare su grandi resort all inclusive, mentre nelle isole più piccole sono presenti sistemazioni più intime e romantiche, comunque in grado di offrire servizi di alto livello.

Viaggio di nozze in Grecia: l'isola di Rodi

Viaggio di nozze in Grecia: direzione Santorini, la preferita dagli sposi

Le Isole Cicladi sono davvero tante: MykonosParosNaxosIosFolegandros ecc… ma la più amata dagli sposi in viaggio di nozze ormai da tantissimi anni è certamente Santorini.  Di origine vulcanica, Santorini è un vero gioiello e vanta paesaggi suggestivi e di rara bellezza, che creano incredibili contrasti cromatici specialmente al tramonto. Chi vorrebbe rinunciare a godersi anche solo quale giorno in questo “giardino dell’eden”, dove le rocce violacee, nere e rosse esaltano lo splendore delle case bianche e azzurre che restano sullo sfondo di un mare cristallino? E che dire poi della possibilità di godersi rilassanti bagni in acqua calda?! Un vero sogno ad occhi aperti per ogni coppia d’innamorati.

Viaggio di nozze in Grecia: l'isola di Santorini

E per rendere il viaggio di nozze davvero indimenticabile, potrete pernottare in uno dei magnifici boutique hotel presenti sull’isola, all’interno di suite ricercate, dotate di piscina privata a strapiombo sul mare ed affacciate sulla magica caldera vulcanica.

A voi futuri sposi non resta dunque che munirvi di calendario e prenotare senza indugio il vostro viaggio di nozze in Grecia!

Se volete scoprire altre destinazioni per la vostra luna di miele, non perdetevi anche i nostri articoli sul viaggio di nozze sull’incantevole isola di Mauritius e sul viaggio di nozze alle splendide Maldive

VIAGGIO DI NOZZE ALL’ISOLA DI MAURITIUS

Viaggio di nozze a Mauritius: una vera perla dell’Oceano Indiano

Un viaggio di nozze alle Mauritius è un sogno che si avvera, in cui godersi momenti di puro relax e lasciarsi avvolgere da atmosfere uniche che rimarranno impresse nella mente per tutta la vita.

Viaggio di nozze a Mauritius

Viaggio di nozze all’isola di Mauritius: dove si trova e quando visitarla

Spesso si parla di Mauritius al singolare ma, ciò che in molti non sanno, è che fa parte dall’arcipelago anche altre due isole: quella di Réunion e quella di Rodriguez, tutte di rara bellezza.

L’Isola di Mauritius, situata nell’Oceano Indiano, a circa 800 km a est del Madagascar, si può raggiungere in circa 12 ore di volo dall’Italia, e vanta un clima ideale e diversificato, adatto per ogni stagione. Nell’inverno mauriziano, ossia da aprile a ottobre, le piogge sono molto scarse ma la temperatura esterna e quella dell’acqua sono un po’ più basse rispetto all’estate isolana che va da novembre a marzo. In questo periodo, però, le precipitazioni possono essere anche abbondanti e rendere più difficile pianificare escursioni alla scoperta dell’entroterra. Se i novelli sposi sceglieranno la parte costiera, ad ogni modo, potranno godere di un meteo quasi perfetto in qualsiasi mese dell’anno con temperature medie di circa 28 gradi. 

Viaggio di nozze a Mauritius: clima dell'isola

Perchè proprio Mauritius: cosa vedere

Scegliere Mauritius per la luna di miele è quasi una garanzia, con le sue spiagge di sabbia bianca, i lussuosi resort, le romantiche cene a lume di candela, gli ombrelloni in paglia e le amache che guardano verso l’Oceano incontaminato.  Tra le innumerevoli possibilità di escursione che questo magnifico arcipelago è in grado di offrire ai suoi visitatori, non potrà che esserci l’imbarazzo della scelta:

– visita alla capitale Port Louis, situata nella parte nord-occidentale dell’isola. Per conoscerne ogni segreto può essere utile partecipare ad uno dei tour che partono solitamente da Place D’armes e passano per l’Aapravasi Ghat, per raggiungere il Museo di Storia Naturale e lo Champ de Mars, dove si può assistere ad una corsa dei cavalli, sport molto amato dai mauriziani.  Da non perdere un giro di shopping tra i tanti negozietti presenti nelle viuzze cittadine, in cui sarà possibile acquistare prodotti di artigianato locale, abiti di cotone e molto altro.

visita alla scoperta di Grand Baie e delle spiagge gemelle, una delle tappe irrinunciabili per tutti i novelli sposi in viaggio di nozze alle Mauritius. Grand Bay rappresenta infatti l’emblema del paradiso e da qui si potranno prenotare escursioni in barca verso le isole minori dell’arcipelago, oppure effettuare spettacolari attività subacquee in loco come SUP, snorkeling e tante altre. Presso La Cuvette, invece, una delle spiagge gemelle, gli sposini avranno l’opportunità di partecipare ad un vero e proprio “viaggio nel tempo”, per riscoprire la magia della lentezza e del relax, ammirando splendide conchiglie bianche.

escursione a Rodrigues, per conoscere una destinazione letteralmente “fuori dal mondo”, una vera perla a nord-est dell’isola di Mauritus, in cui fare immersioni, dedicarsi alla pesca e a “safari fotografici” alla scoperta di una spettacolare barriera corallina.

– visita all’entroterra, fatto di giardini botanici, montagne, cascate e una fauna inaspettata, assieme a caratteristici villaggi in cui imbattersi in mercati locali e acquistare tante spezie profumate.

E ancora gli sposi in viaggio di nozze a Mauritius apprezzeranno il grande calore e l’ospitalità degli abitanti locali, sempre pronti a far festa e ad accogliere tutti i turisti con un sorriso indelebile che resterà impresso per sempre nei loro cuori.

Viaggio di nozze a Mauritius: fauna dell'isola

Viaggio di nozze a Mauritius: dove soggiornare

Mauritius esiste una soluzione ideale per qualsiasi coppia: da caratteristici B&B e  pensioni locali, per chi cerca autentica ospitalità mauriziana e massima libertà, agli appartamenti, ai Boutique Hotel e ai Grandi Resort di alto livello, per una luna di miele davvero da mille e una notte. Questi ultimi, sparsi prevalentemente sul litorale, sono dislocati sulla costa est ed ovest e offrono lussuosi servizi come suite e bungalow fronte mareville con piscina privata, centro spa e massaggi, enormi piscine, ristoranti raffinati, escursioni personalizzate, possibilità di cene intime in riva al mare e tante altre attività attivabili a richiesta.  Le coppie che desiderano godersi qualche giorno di relax in una delle zone col miglior punto di mare, possono invece prenotare nelle vicinanze della montagna di Le Morne: qui la barriera corallina è a dir poco spettacolare e si colloca proprio nei pressi della costa, offrendo panorami di rara bellezza e scorci da cartolina.

Viaggio di nozze a Mauritius: paesaggi da cartolina

Se vuoi conoscere altre destinazioni da sogno per il tuo viaggio di nozze, scopri i nostri articoli sul viaggio di nozze ad Aruba e sul viaggio di nozze alle Maldive

VIAGGIO DI NOZZE AD ARUBA

Il viaggio di nozze è un momento unico i cui ricordi indelebili durano una vita intera. Ecco perché la scelta della destinazione rappresenta per molti sposi un grande punto interrogativo, da valutare con grande attenzione, già mesi prima del fatidico giorno del “sì”.  Per alcuni la vacanza deve essere scoperta, per altri puro relax, per altri ancora un mix di entrambi gli aspetti.  Ma esiste una location in grado di accontentare proprio tutti? Forse Aruba può essere la risposta.

Viaggio di nozze ad Aruba

Viaggio di nozze ad Aruba: perché andarci e quando visitarla

Situata nel mar dei Caraibi ai confini col Venezuela, Aruba è diversa dalle classiche destinazioni caraibiche fatte di palme e foreste tropicali, in quanto, a differenza di queste, è ricca di cactus, divi-divi (pianta tipica locale), e, sopratutto, lunghi deserti.  Se all’interno può risultare arida, nella parte esterna è il mare a dominare il paesaggio, con fondali d’incomparabile bellezza.

Aruba dista 14/16 ore di volo dall’Italia (con scalo tecnico) e per le sue caratteristiche meteo si presta ad essere visitata in qualsiasi periodo dell’anno. Vanta infatti un clima ideale, con una temperatura media pressoché costante, sui 28 gradi, e scarse precipitazioni, concentrate prevalentemente nei mesi che vanno da ottobre a dicembre. Una vera oasi, non solo dal punto di vista metereologico, ma anche paesaggistico, con numerose escursioni tutte da provare, per un viaggio di nozze indimenticabile.

Viaggio di nozze ad Aruba: i fenicotteri

Viaggio di nozze ad Aruba: cosa fare

Tour dell’isola in Jeep: organizzato in piccolo gruppo con guida locale, oppure noleggiando una macchina, consente di scoprire tutti i luoghi simbolo di Aruba. Sarà possibile visitare San Nicolas (la seconda città dell’isola), il dissalatore di acqua oceanica, l’Alta Vista Chapel (la prima chiesa cattolica costruita qui), il California Lighthouse (faro di Aruba) ma anche dirigersi verso la parte più esposta all’oceano, per un rigenerante tuffo in mare

Visita della capitale Oranjestad, un piccolo centro urbano fatto di tanti edifici multicolore e viuzze caratteristiche tutte da esplorare, in cui perdersi fra mercatini, negozi di souvenir, ristorantini tipici

Escursione al museo ed alla fabbrica di Aloe, per scoprire tutti i segreti di questa pianta così preziosa. Dopo la visita al piccolo museo e una dimostrazione pratica sulle varie tecniche di lavorazione, presso lo shop sarà possibile acquistare prodotti locali fatti interamente a mano

Visita alla caratteristica Butterfly Farm o allevamento delle farfalle

Attività balneari come snorkeling (organizzato dai vari centri di diving), kite surf, wind surf e molte altre prenotabili su richiesta

Ma il vero non plus ultra è il National Park Arikok, un parco in cui si possono ammirare tantissime specie di animali ed una vastissima flora; godere della bellezza di questo paesaggio al tramonto, in compagnia della propria dolce metà regalerà ricordi ed emozioni impagabili.

Viaggio di nozze ad Aruba: la capitale Oranjestad

Viaggio di nozze ad Aruba: dove alloggiare per un soggiorno unico

E per gli sposi che immaginano un viaggio di nozze ad Aruba fatto di solo romanticismo e dolci evasioni? Aruba offre relax in spiaggia, massaggi, vita notturna e ristoranti gourmet.

Per un viaggio di nozze davvero unico è essenziale scegliere la sistemazione più adatta al proprio stile di vacanza, e anche in questo Aruba saprà soddisfare al meglio i novelli sposi. Sull’isola è possibile pernottare in caratteristici ed economici B&B, affittare un appartamento, una villa, oppure ancora acquistare una soluzione interamente all-inclusive presso uno dei più quotati resort o boutique hotel di Aruba.

Viaggio di nozze ad Aruba: resort di lusso

E se la soluzione B&B o appartamento può risultare ideale per chi non ha eccessive pretese e vuole essere libero di organizzare ogni giorno in totale libertà, i resort e i boutique hotel rappresentano indubbiamente l’emblema del viaggio di nozze di lusso, quanto a livello di servizi presenti in struttura. I novelli sposi potranno infatti godere di junior suite o suite dotate di ogni comfort, anche vista mare o con piscina privata, ristoranti convenzionati, servizio massaggi e trattamenti estetici, spa e piscine panoramiche in cui rilassarsi degustando un buon cocktail.  Saranno inoltre fruibili escursioni personalizzate, cene a lume di candela in spiaggia o in piscina ed altre esperienze che renderanno il viaggio di nozze ad Aruba un sogno ad occhi aperti.

Se vuoi conoscere altre destinazioni da sogno per il tuo viaggio di nozze, scopri il nostro articolo sul viaggio di nozze alle Maldive

MALDIVE: UNA TERRA PARADISIACA PER IL TUO VIAGGIO DI NOZZE

Viaggio di nozze alle Maldive

Le Maldive sono una delle isole più belle della Terra, e decidere di passare la propria luna di miele in questo angolo paradisiaco del mondo è una delle scelte migliori. Sono immerse nell’Oceano Indiano e si trovano tra Africa, India e Singapore, dove la lingua ufficiale è il dhivehi, molto simile al cingalese, e hanno una popolazione di 350 mila abitanti, con capitale Malé

Viaggio di nozze alle Maldive

Viaggio di nozze alle Maldive: esperienze uniche da fare in due

Nel 1965 le Maldive diventano una repubblica indipendente e basano la propria ricchezza sul turismo, grazie anche alle sue temperature, tra i 26° e i 31° C per tutto il periodo annuale, diventando meta molto ambita dei viaggiatori. Gli atolli da poter visitare sono 26 e sono il posto ideale dove praticare sport acquatici, come le immersioni subacquee, tra la ricchezza e la flora della fauna marina.

Praticando lo snorkeling inoltre si possono ammirare squali balena, delfini o tartarughe, senza scordare l’incredibile barriera corallina, mentre per scaricare tutto lo stress accumulato durante la cerimonia del matrimonio, si possono praticare delle sessioni di yoga oppure delle intense e gradevoli giornate presso una Spa.

Maldive immersioni subacquee

Uno spettacolo dell’ isola sono anche le danze autoctone eseguite dagli abitanti locali chiamate Dhandi Jehun, altrimenti se amate lo splendore dei fondali marini potete prenotare e gustare una delle vostre cene sott’ acqua in un locale sommerso. 

Viaggio di nozze alle Maldive: cosa mangiare

Le Maldive come cibo principale offrono piatti a base di riso, pesce, cocco, pollo, verdure cotte e banane, ma un ottimo piatto è il Cutlu, a base di tonno e patate, altrimenti si può gustare il Mashuni, con tonno e cocco, due pietanze molto saporite e gradevoli.

Potete anche mangiare il Chicandaa Satani, ma questa portata rimane solo per gli stomaci più forti, perchè infatti si tratta di pelle di serpente, altrimenti possono essere anche richieste vivande a base di carne di manzo. Un dolce tipico dell’ isola è il Bodibaiy, a base di riso, altrimenti si può domandare il Huni Hakuru Folhi, a base di cocco, accompagnato tutto dal raa, un vino di palma dolce. 

Viaggio di nozze alle Maldive: cosa mangiare

Viaggio di nozze alle Maldive: gli atolli più suggestivi

Oltre Malè, ci sono gli atolli come quello di Ari, dove è possibile ammirare un mare dagli increibili toni azzurri, blu e verdi. Le spiaggia più famose sono Rangali Island e Halaveli Island ed è possibile anche immergersi nel Manta Point insieme a mante e pesci pulitori.

Nel comprensorio di Baa invece potete trovare la foresta tropicale, per compiere delle esplorazioni uniche. Due mete imperdibili per praticare surf invece sono Honky’s Breaks e Jailbreaks, imperdibili per gli amanti delle alte onde dell’ oceano. Invece se cercate un posto dove la pace regna sovrana allora potete andare a Fafuu dove il relax e l’ armonia vengono prima di tutto e non vengono disturbate da nessuno. 

Viaggio di nozze alle Maldive: Fafuu

Viaggio di nozze alle Maldive: il Paradiso vi aspetta

Questo dunque l’iter di un viaggio da favola alle Maldive. Se volete passare la vostra luna di miele in uno dei luoghi più incantevoli al mondo, preparate le valigie e chiamateci: realizzeremo insieme il viaggio della vostra vita!

Vai alla nostra proposta di viaggio alle Maldive

Per un’altra destinazione per il tuo viaggio di nozze su spiagge caraibiche, scopri il nostro articolo sulle spiagge più belle della Repubblica Dominicana

LE MIGLIORI SPIAGGE DI SANTO DOMINGO

le migliori spiagge di santo domingo

La Repubblica Dominicana sicuramente è uno dei posti più belli nel mondo. La vera perla d’isola è la sua capitale – Santo Domingo, che ogni anno visitano tanti turisti. La Repubblica Dominicana si trova nell’isola di Hispaniola, che è divisa in due parti. Cosa si può dire di più? E’ un posto magico, pieno di bellezza. Ideale per ognuno che cerca un po’ di relax e spensieratezza. L’acqua è sempre calda e trasparente, la gente simpatica e sorridente e i tramonti lasciano ognuno senza fiato. Prima di andarci, vale la pena controllare, dove si trovano le spiagge più belle!
Siamo certi che le spiagge Santo Domingo piaceranno a tutti.

Le spiagge più belle di Santo Domingo

Spiaggia La Choza

Santo Domingo spiaggia di Choza

Questa spiaggia si trova in una delle zone più turistiche. Per questo motivo, attorno si possono trovare tanti hotel e ristoranti molto eleganti. E’ certamente un viaggio perfetto una coppia! Mare cristallino, sabbia morbida e molta tranquillità! 

Spiaggia di Boca Chica

Spiaggia di Boca Chica

La spiaggia di Boca Chica è divisa in tre zone – Andrès, Boca Chica e La Caleta. Andrès è la scelta migliore per tutti amanti delle attività acquatiche. La Caleta invece per tutti che vogliono fare snorkeling. Boca Chica è ideale per chi vuole nuotare e poi tranquillamente rilassarsi sulla spiaggia. Purtroppo spesso questa spiaggia è un pò affollata. Soprattutto nel fine settimana. Nulla di strano perchè la zona è piena di bar, ristoranti e tante attività sportive. 500 metri dalla riva si trova la barriera corallina, un must see per ogni amante della natura.

Spiaggia di Cabarete

Spiaggia di Cabarete

Per chi è ideale la spiaggia di Cabarete? Se parliamo di bellissime spiagge a Santo Domingo, questa è la migliore per gli amanti di windsurfing e kiteboarding. Bisogna tenere conto anche che la spiaggia è lunga due chilometri! Sarà perfetta per le passeggiate romantiche e per ammirare bellissimi tramonti. Molti, in effetti, la considerano una tra le spiagge più belle del mondo! 

Spiaggia di Bavaro

Spiaggia di Bavaro

Ovviamente tutte le spiagge Santo Domingo sono bellissime, ma la spiaggia di Bavaro è un vero paradiso. Sicuramente è una spiaggia perfetta per tutti coloro che sognano di vedere la vera perla dei Caraibi. E’ un luogo così famoso da essersi popolato di numerosi hotel internazionali a cinque stelle. Sulla spiaggia si può scegliere tra diverse attività. Ovviamente si può nuotare, fare snorkeling, ma anche prenotare un massaggio rilassante. In alcuni mesi è possibile anche vedere i delfini! La sabbia è morbida e bianca come nelle favole. Probabilmente molti visitatori non vorranno più tornare a casa.

Playa Bonita

Playa Bonita

Come sugerisce il nome, Playa Bonita è bellissima. Ma naturalmente non è l’unico vantaggio. E’ anche un posto molto tranquillo e perfetto per esempio per le famiglie con i bambini. E’ molto consigliato trascorrere lì tutta la giornata. Prima si può nuotare, in seguito provare kite (perchè la scuola di kite si trova proprio sulla spiaggia!) e poi cenare in una delle zone più romantiche nell’isola. 

Spiaggia Las Ballenas

Spiaggia Las Ballenas

La spiaggia Las Ballenas ha un nome un po’ divertente, un po’ particolare. Perchè si chiama così? Si dice che in lontananza si scorgano tre rocce grandi, che con loro forma ricordano le balene. E’ un posto perfetto per tutti coloro che cercano un mare poco profondo, molto tranquillo e con tutte le gradazioni del blu. Questa spiaggia si trova praticamente nel cuore di Las Terrenas ed è circondata di un buon numero di hotel e ristoranti.

Playa Grande

Playa Grande

Per arrivare a Playa Grande bisogna spostarsi quasi 200 chilometri da Santo Domingo e andare a nord. Playa Grande sicuramente è la spiaggia più lunga che si trova in quella zona. Ideale per relax con la famiglia perchè è molto tranquilla e non molto visitata da turisti. Anche gli amanti dello sport troveranno un po’ di intrattenimento perchè le onde permettono di fare surf. Tutto ciò rende Playa Grande una delle più belle spiagge Santo Domingo.

VIAGGIO DI NOZZE IN GIAPPONE

Viaggio di nozze in Giappone

La scelta della luna di miele nel paese del Sol Levante vi regalerà non solo un viaggio attraverso paesaggi fantastici e inusuali, ma soprattutto un viaggio nel tempo, un’immersione tra modernità e usi secolari mai sopiti, un modo di conoscere da vicino quella cultura giapponese così apparentemente distante dalla nostra.

Oltre alle tappe (tantissime!) consuete e da non perdere per chi arriva in Giappone, alcuni suggerimenti “fuori rotta” per vivete appieno lo spirito zen che questo paese dalle millenarie tradizioni incarna.

Viaggio di nozze in Giappone

Viaggio di nozze in Giappone: esperienze uniche

Dormire in un tempio buddhista

Una delle esperienze più autentiche che potrete vivere durante il vostro viaggio di nozze sarà alloggiare in un monastero buddhista.
Una destinazione inusuale, che racchiude però tutto il grande fascino di questo paese: silenzio, meditazione, giardini incantevoli e spazi architettonicamente ineguagliabili.
Molti templi in Giappone offrono l’opportunità di soggiornare nei loro dormitori, in giapponese shukubō, aperti sia ai pellegrini e sia ai viaggiatori.

Giappone tempio buddhista

Una zona molto popolare per questo tipo di esperienza è il Monte Kōya, uno dei luoghi più sacri per i giapponesi, in cui si trovano decine di templi.
Anche arrivare fino al Monte Kōya sarà una parte importante di questa esperienza, poiché richiederà energia e tempo, ma sarete ripagati totalmente alla fine del vostro soggiorno.

Partecipare alla cerimonia del tè

Non lasciate il paese del Sol Levate senza aver partecipato almeno una volta a questo rito spirituale e sociale dalle tradizioni antichissime. Nato tra le mura dei monasteri già nel VI secolo, questo rituale è l’incarnazione per antonomasia della ricerca della meditazione, non solo personale ma condivisa, l’afflato verso la purificazione dello spirito e l’anelito alla completa comprensione della disciplina zen.

Per questo la cerimonia del tè si compone di precise azioni e formule rituali, le une successive alle altre, apparentemente rigide ma tutte improntate a una leggerezza dei gesti e del pensiero.

Sarete invitati, dopo aver lasciato -come di consueto in questo paese- le vostre scarpe fuori, in una piccola stanza detta chashitsu, in genere circondata da un giardino, e dopo esservi detersi accuratamente le mani troverete ad attendervi  il capo cerimonia, ovvero la persona più importante, che vi introdurrà a questa esperienza.

Sarà a questo punto che dalla porta scorrevole (quante ne vedrete in Giappone!) entrerà il teishu, ovvero colui che prepara il tè, che farà partire la preparazione, inginocchiandosi religiosamente con le punte dei piedi rivolte verso l’esterno.
Consumerete il dolce per poi iniziare il vero e proprio rito della consumazione del tè, seguendo gesti precisi che vi verranno indicati, ascoltando il teishu raccontare le storie che si celano dietro ogni tazza, in un ambiente che vi farà perdere il senso del tempo e dello spazio.

Giappone cerimonia del tè

Relax agli Onsen, le magiche terme giapponesi

Se anche voi, durante il vostro viaggio di nozze in Giappone, volete vivere un’esperienza indimenticabile, non potete perdere il bagno nelle tipiche terme giapponesi.

Nel paese esistono migliaia e migliaia di onsen, ovvero bagni termali frequentatissimi (da secoli!) dai nativi. Non si tratta sono di un’immersione in acque curative e rilassanti, ma di una vera e propria esperienza in mezzo alla natura, che favorisce la meditazione, l’incontro del corpo con la spiritualità più profonda.

Come per la cerimonia del tè, e per altre esperienze che vi capiterà di vivere, anche il bagno alle terme è un rito che necessità di azioni precise. Ma non preoccupatevi, troverete persone gentili ad illustrarvi percorsi e  tempi, anche se non sarà male memorizzare gli ideogrammi presenti in ogni onsen per arrivare preparati.

Qualche consiglio su quale Onsen scegliere per la vostra giornata dedicata al relax: Kinosaki, conosciuta anche come la “città dai 7 Onsen”, perché tanti ne esistono al suo interno, Takaragawa Onsen, una delle più grandi ed estese zone termali di tutto il Giappone, e Hakone Onsen, con le proprie sorgenti termali distese tra valli e colline.

Giappone Onsen

Una raccomandazione: i giapponesi hanno un rapporto particolare con i  tatuaggi, di qualunque tipologia, perché nel paese del Sol Levante essere tatuati significa comunicare un messaggio preciso, ovvero essere coinvolti nei traffici della Yakuza, la mafia locale. Per quanto ultimamente il turismo straniero abbia modificato in parte questa percezione diffusa, sappiate che in molti onsen l’ingresso è vietato alle persone tatuate.

Esistono tuttavia alcune strutture che vi permetteranno di entrare, non prima di aver coperto con dei cerotti i vostri disegni sul corpo. Qualche nome: Hoheikyo Onsen, Funaoka Onse e Takegawara Onsen.

Scopri la nostra proposta di viaggio in Giappone

MONTANA USA: SPAZI SCONFINATI DA VIVERE

Montana USA: come molti stati del nord-ovest statunitense, si caratterizza per i suoi spazi sconfinati dove è possibile fare molti chilometri senza incontrare nessuno. Questo stato offre una natura decisamente rigogliosa cosa che riesce ad attirare moltissimi visitatori ogni anno. Le ricchezze paesaggistiche variano tra numerosi fiumi, colline e bellissime montagne. La catena delle Montagne Rocciose che lo attraversa lo rende davvero molto bello e unico.

Montana USA

Cosa vedere nel Montana : il Glacier National Park

Il Parco Nazionale del Glacier è morfologicamente molto interessante perché si compone di una geografia fisica decisamente complessa. I confini del parco sono determinati a nord dal lago Waterton di Alberta, la foresta provinciale Flathead e dal parco Akamina-Kishinena tutti nel Canada. La biforcazione settentrionale del fiume Flathaed segna il confine occidentale mentre quella centrale segna il confine centrale. Infine il confine orientale è determinato dalla riserva indiana.

SCOPRI IL VIAGGIO INTRENO CHE ATTRAVERSA IL GLACIER NP

Viaggio in treno Montana

Il Glacier National Park: la sua conformazione

Se decidi di visitare il Glacier National Park fai conto che ci vorrà almeno una settimana perché questo parco nazionale ha ben 700 laghi anche se il principale, assolutamente da vedere, è il lago McDonald che ha una superficie di oltre 27 kmq ma se ami l’alpinismo sono i tarn, laghi nati in aree frutto dell’erosione dei ghiacciai, che possono davvero offrire uno spettacolo mozzafiato.

Montana USA Laghi

Il Glacier National Park: la flora

Nel parco sono presenti oltre 1132 specie vegetali divise in alberi come l’Abete delle rocce, il Peccio di Engelmann e l’abete di Douglas. Tra le piante da fiore più comuni invece troviamo il pennello indiano, il fiore di scimmia ed il giglio.

Il Glacier National Park: la fauna

Per ciò che concerne la fauna è possibile trovare varie specie come i caratteristici bisonti ed i caribù, uno spettacolo da vedere, mentre è meglio fare molta attenzione ai grizzly, le linci canadesi e molte altre specie pericolose per gli umani. Una particolare menzione dev’essere fatta per le capre delle nevi davvero molto belle. Per gli amanti del birdwatching si deve prendere in considerazione l’acquila di mare testabianca e l’acquila reale, davvero molto maestose e belle. Anche il falco pellegrino ed il falco pescatore ed una serie di poiane.

Montana capre delle nevi

Come visitare il Glacier National Park

Per fare i tour delle strade principali del Glacier è possibile salire sui Red Jammer, i vecchi autobus degli anni 30 prodotti dalla White Motor Company. Se invece vuoi partecipare alle escursioni non puoi perdere il Continental Divide Trail che si compone di un tracciato panoramico di 177 km. Il Pacific Northwest National Scenic Trail è invece adatto ai più sportivi poiché si parla di un tracciato di 1931 km.

Come visitare il Glacier

Cosa vedere nel Montana: scopriamo la vita nei ranch

La vita nel ranch è una cosa davvero fantastica perché permette di vivere una vera e propria avventura in un mondo assolutamente lontano da quello italiano. Sono molti i ranch in Montana che accolgono turisti dando la possibilità di comprendere al meglio cosa significhi vivere una vera e propria esperienza del cowboy.

Se vuoi conoscere meglio il Montana scopri le KOOTENAI FALLS, LE CASCATE DEL “FIUME DELLA PAURA”

ISOLA REUNION: COSA VEDERE E COSA FARE

Avete mai sentito parlare dell’Isola Réunion? No? Molto male! All’interno di questo contenuto vi porteremo con noi, attraverso un viaggio virtuale dove, vi faremo scoprire, quest’angolo di paradiso.

Isola Reunion: cosa vedere e cosa fare

Isola Réunion

L’Isola Réunion è un gioiello francese, un posto incantato e meraviglioso che si trova nell’Oceano Indiano. Una zona incantevole che vale davvero la pena, almeno una volta nella vita, di essere visitata.

Isola Réunion: dove si trova?

L’Isola Réunion fa parte dell’arcipelago delle isole Mascarene e si trova difronte al Madagascar, lungo la sua costa orientale. Facente parte della regione d’oltremare della Francia, il suo capoluogo è San Denis.

Il suo capoluogo, San Denis appunto, si trova vicino all’aereoporto internazionale, Réunion – Raland – Garros, per cui risulta essere anche estremamente comodo: i turisti sbarcano direttamente qui.

Isola Reunion

Isola Réunion: cosa vedere e cosa fare

Isola Réunion e le sue principali attrazioni turistiche

Questa meravigliosa Isola offre molto ai suoi visitatori. Non solo divertimento ma, anche, luoghi culturali dove poter ammirare forme d’arte.

Iniziamo citando due luoghi culturali: chi arriva qui, può visitare la cattedrale cattolica di San Dionigicostruita nel 1800 – considerata un monumento storico culturale della Francia e la moschea Noor-e-Islam che, costruita nel 1905, rappresenta, ad oggi, la moschea più antica appartenente alla Francia.

 cattedrale cattolica di San Dionigi Reunion

Cambiando tipologia di visita, passiamo da quella artistica a quella gastronomica. Infatti, qui, a Réunion, è possibile visitare la Brasseries de Bourbon. Quest’ultima, è una solida azienda produttrice di birra Bourbon fondata da imprenditori locali nel 1962. Chiamata anche “Dodo”, oggi, continua a sostenere le imprese locali e lo sviluppo culturale dell’isola e, da qualche anno, ha anche aperto un museo: la Casa della birra di Dodo. Un’attrazione questa che, sta riscuotendo tantissimo successo tra i turisti che arrivano nell’isola. Questa azienda ha avuto moltissimo successo tanto che, attualmente, fa parte del gruppo internazionale Heineken.

Saint Paul Reunion

Spostandoci verso ovest, troviamo due cittadine molto carine e pittoresche: Le Port e Saint Paul. Se siete in zona, vale davvero la pena visitarle e passeggiare lungo le loro vie. Negli anni, hanno sempre mantenuto un alone di mistero. Per anni ed anni sono state infatti minacciate dai pirati e dai contrabbandieri. Proprio per questo motivo, la loro storia è un mix tra leggende, fantastici tesori e ricchi forzieri. Se siete quindi amanti di questi racconti, fermatevi per una visita! Sembra quasi che, qui, si sia fermato il tempo.

Piton des Neiges Reunion

L’Isola Réunion è montuosa di origine vulcanica e, Piton des Neiges, è la sua vetta più alta con i suoi altissimi 3.000 metri di altitudine. Un vulcano spento particolarmente apprezzato dagli scalatori. Piton de la Fournaise è invece un vulcano perfettamente attivo ed alto all’incirca 2.600 metri! Anch’esso, super apprezzato. Grazie ad un sentiero ben delineato, è possibile, infatti, seguire un percorso organizzato ed arrivare fino in cima per ammirare l’affascinante paesaggio vulcanico e tutto il suo maestoso panorama.

Piton de la Fournaise Reunion

Al centro dell’Isola, le montagne, svolgono un “ruolo funzionale”. Proteggono cioè l’intera Isola dai forti venti alisei e, per questo motivo, è chiamata anche Costa Sotto Vento. E proprio in questa zona dell’Isola potete trovare degli stabilimenti balneari davvero belli!

Reunion Spiagge

Ricordiamo inoltre che, nel 2010, l’Isola Réunion è stata inserita nei siti naturali Unesco proprio per via del suo patrimonio naturalistico. L’Isola dispone di un parco naturale che occupa circa il 40% dell’intero territorio dell’Isola. Un parco bellissimo che racchiude in sè: boschi, valli, gole e falesie. Un vero e proprio paradiso incontaminato.

Isola Reunion Surfing

L’Isola Réunion offre veramente di tutto: se amate gli sport acquatici come il surf, andate a Saint Pierre. Le sue onde, vi permetteranno di godere del vostro amato sport. Ma non solo surf! C’è anche la possibilità di praticare windsurf e kitesurf.

Esperienza gastronomica a La Réunion

Isola Reunion Cucina

Qui, la cucina e le ricette del posto, hanno ricevuto svariate influenze. La cucina locale infatti, ha subito sia l’influnza francese sia quella africana. Ma non solo! Anche quella cinese, ed indiana.

Gli ingredienti principali sono senza dubbio il pesce, e i prodotti derivanti dalla cacciagione. Anche le spezie giocano un ruolo fondamentale nei piatti di questa terra che risultano essere molto saporiti.

L’isola Reunion è certamente un luogo ideale per i viaggi di nozze, per chi ama una vacanza non solo mare, per chi ama dedicarsi un momento di bellezza in un piccolo paradiso.

FIORDI DELLA NORVEGIA, COME VISITARLI?

Ci sono vacanzieri e vacanzieri. Se la spensieratezza e la libertà che ci godiamo quando siamo liberi dai nostri impegni quotidiani, in vacanza, sono comuni a chiunque, non tutti cercano la stessa esperienza di villeggiatura.

Tutti coloro i quali considerino il viaggio come un occasione per scoprire nuovi luoghi e visitare scorci mozzafiato non possono non sognare di visitare la meravigliosa Norvegia e il suo capolavoro naturale per eccellenza: i fiordi.

Fiordi della Norvegia, come visitarli?

FIORDI DELLA NORVEGIA, COME VISITARLI?

La landa dei fiordi

Prima tappa di un tour in queste meraviglie della natura è, sicuramente, la città di Bergen; la principale della landa dei fiordi norvegesi; da qui è possibile intraprendere il viaggio nelle insenature via barca o treno, i due mezzi migliori per ammirarle.

Bergen

È consigliata la visita via mare perché consente di godere al meglio dei paesaggi: scogliere, onde e le braccia di mare che si fanno largo tra la terra. Anche la rotaia ha comunque grande fascino, specialmente la rotta che fa tappa a Aurlandsfjord, braccio minore del Sognefjord, uno dei maggiori dell’intera Norvegia.

In estate è possibile disporre di 12 differenti convogli ferroviari per visitare i fiordi, non ci resterà da far altro che optare per quello che ci convinca maggiormente. Tutti i tragitti sono altamente spettacolari e il macchinista si ferma in corrispondenza delle principali attrazioni naturali, in modo da non farcele perdere. Concentriamoci però sulla rotta marina.

il postale dei fiordi

Hurtigruten, il postale senza tempo

Una soluzione suggestiva ed ecosostenibile per visitare i fiordi via mare è fornita dalla compagnia Hurtigruten, armatrice di battelli che odorano di leggenda, avendo solcato il Mar del Nord fin dal lontano 1891 per consegnare la posta in 36 porti locali, 22 dei quali oltre il Circolo Polare Artico. Il viaggio sul battello dura 11 giorni, necessari a coprire la distanza fino a Kirkenes, vicino al confine russo, ultimo porto raggiunto.

Hurtigruten trasporta merci di ogni tipo tra Bergen, Trondheim e le località sulla linea costiera, persone incluse. A bordo si servono pasti interamente – o quasi – a chilometri zero e la compagnia è considerata tra le più ecologiche al mondo. Essa non fa utilizzo di plastica monouso; ricicla tutti i rifiuti di ogni nave della sua flotta e dispone di navi ibride, in quanto alimentate in parte a biogas.

Postale dei fiordi ecologico

La fondazione Hurtigruten, collegata ai battelli, si batte da decenni per l’ecologia, finanziando iniziative di transizione ecologica e organizzando giornate dedicate alla pulizia delle spiagge. Le attività collaterali della compagnia sono tutte improntate al rispetto della rigida – ma bellissima – natura del Nord. Viaggiando lentamente con il battello è davvero possibile godersi una fantastica vacanza nel magico silenzio dei fiordi norvegesi.

Il lusso della crociera

Chi invece ama il lusso e le comodità, può rinunciare alla tipicità del battello e optare per il comfort di una crociera. Tutte le principali compagnie offrono almeno un itinerario nel Mar del Nord alla scoperta dei fiordi, con partenza solitamente da Copenhagen e tappe a Bergen e Honningsvag. Questo tragitto è quello che percorrevano anticamente i vichinghi nelle loro incursioni, fatto però al contrario.

nave da Crociera fiordi

Il periodo migliore per queste crociere è quello estivo e, infatti, i principali operatori le propongono di consueto proprio nella bella stagione, quando non si corre il rischio di trovare tempeste o ghiaccio a precludere l’osservazione di questi luoghi inusuali, ricchi di cultura e bellezze naturali.

Queste rotte non sono preda del turismo di massa come quelle nel Mediterraneo per cui è possibile, specialmente in bassa stagione nei mesi di giugno e settembre, approfittare di prezzi davvero convenienti per una crociera. Proprio per il loro minore affollamento, i tragitti nel Mare del Nord sono molto adatti a chiunque insegua relax, pace e tranquillità.

nave da crociera nei fiordi

Scegliendo di visitare i fiordi in barca non resteremo sicuramente delusi; le due soluzioni, battello o crociera, sono ugualmente valide; seppure la crociera non ci permetterà mai di respirare la tipica atmosfera nordica che invece permea il viaggio in battello e nei suoi gusti e tradizioni essa saprà offrirci un comfort ben superiore al rivale, per così dire. Qualunque sia il mezzo di trasporto che preferiamo, diamoci la possibilità di vivere una simile esperienza, sicuramente non ce ne pentiremo.

Vai alle nostre offerte e scopri le proposte in Norvegia