Viaggio alle Hawaii: cosa vedere e come raggiungere le principali attrazioni

viaggio alle hawaii

Chi non ha sognato almeno una volta nella vita di fare un viaggio alle Hawaii? Un paradiso tropicale nell’Oceano Pacifico, da sempre meta ambita per chi cerca spiagge mozzafiato, vulcani attivi, cultura polinesiana e paesaggi unici. Queste isole offrono una varietà di esperienze, dagli sport acquatici all’esplorazione di parchi nazionali, garantendo un’esperienza indimenticabile per ogni tipo di viaggiatore. In questo articolo, scopriremo insieme cosa vedere nelle Hawaii e come raggiungere le principali attrazioni delle isole.

isole delle hawaii

Le isole più belle delle Hawaii

Trattandosi di un arcipelago, alle Hawaii c’è tanto da vedere, soprattutto sotto l’aspetto naturalistico. Quando si organizza un viaggio alle Hawaii, bisogna selezionare quali isole visitare, per ottimizzare il tempo a disposizione e concedersi di esplorare con calma ciò che ci circonda. Ecco quali sono le isole più belle delle Hawaii.

Oahu: l’isola delle meraviglie naturali e culturali

L’isola di Oahu è l’epicentro culturale delle Hawaii, con la sua capitale Honolulu che ospita il famoso quartiere di Waikiki. Qui troverai le spiagge più iconiche, come quella di Waikiki Beach, ideale per il surf e per rilassarsi sotto il sole. Potrai anche visitare il Pearl Harbor National Memorial per conoscere la storia della Seconda Guerra Mondiale.

oahu

Dormire a Oahu: Waikiki Malia

dormire a honolulu

Il Waikiki Malia è un moderno hotel che si trova a 5 minuti a piedi da Waikiki Beach. Dotato di una piscina all’aperto e di una mini piscina con idromassaggio, offre suite climatizzate con angolo cottura. La reception è operativa 24 ore su 24 e c’è anche un centro fitness. Ogni mattina viene servita la colazione classica all’americana.

Maui: il gioiello tropicale dell’arcipelago

Maui è famosissima, soprattutto per la sua spettacolare Strada per Hana, una tortuosa strada costiera che offre panorami mozzafiato su cascate, spiagge e paesaggi tropicali. L’attività imperdibile qui è l’osservazione delle balene durante la stagione invernale.

maui

Dormire a Maui: Maui Beach Hotel

dormire a maui

Il Maui Beach Hotel si trova a Kahului e ospita una piscina all’aperto. Le camere sono climatizzate e puoi scegliere di dormire anche in alloggi con vista sull’oceano. Il Lokelani Lounge Bar a bordo piscina è il luogo perfetto in cui sorseggiare un cocktail e co di usufruire della piscina all’aperto e del centro fitness in loco.

Kauai: la bellezza selvaggia dell’isola giardino

Kauai è famosa per il Waimea Canyon, conosciuto come il “Grand Canyon del Pacifico”. Questa zona offre escursioni incredibili e viste panoramiche spettacolari. L’escursione lungo la Napali Coast è un’altra esperienza mozzafiato che ti lascerà senza parole.

kauai

Dormire a Kauai: Kauai Beach Resort&Spa

dormire a kauai

Il Kauai Beach Resort&Spa si trova in una posizione strategica a metà dell’isola, ha 3 ristoranti e bar, 4 piscine, uno scivolo acquatico e 2 mini piscine con idromassaggio. La colazione è inclusa e la location è perfetta anche per pranzi e drink a bordo piscina con vista sull’oceano.

Big Island: dove la terra si forma sotto i tuoi occhi

Big Island è conosciuta per il suo Parco Nazionale dei Vulcani, che ospita alcuni dei vulcani più attivi al mondo. Qui potrai camminare su terreni formati da recenti eruzioni vulcaniche e osservare da vicino la forza della natura. Un’altra bellissima attività che puoi fare a Big Island è nuotare con le Mante.

manta

Dormire a Big Island: Kona Islander Inn Condos

dormire a big island

Il Kona Islander Inn Condos è una struttura con giardino, situata a Kailua-Kona. Si tratta di un alloggio climatizzato a 400 metri dalla spiaggia di Magic Sands. L’appartamento è dotato di soggiorno e angolo cottura attrezzato con frigorifero e forno a microonde.

Come raggiungere le Hawaii e spostarsi tra le isole

La maggior parte dei visitatori internazionali arriva in aereo all’Aeroporto Internazionale di Honolulu sull’isola di Oahu. Dall’aeroporto, puoi utilizzare voli interni o traghetti per spostarti tra le diverse isole. Le compagnie che effettuano i voli interni sono: Hawaian Airlines, Mokulele Airlines o Makani Kai Air. I voli durano dai 20 ai 40 minuti e costano meno di 100 dollari a tratta, a seconda della stagione.

spostarsi alle hawaii

Tieni a mente che un viaggio alle Hawaii ha la durata di circa 23/24 ore. Si parte dall’Italia e si fa solitamente il primo scalo in una delle maggiori destinazioni europee (Francoforte, Londra, Parigi, Madrid); per poi prendere un secondo volo fino in USA o in Canada, e un terzo aereo che ti porterà alle Hawaii.

Come organizzare un viaggio alle Hawaii

Le Hawaii godono di un clima tropicale tutto l’anno. La stagione secca, da aprile a ottobre, è il momento ideale per visitare le isole, ma tieni presente che le tariffe possono essere più alte in questo periodo.

Abbigliamento: porta con te indumenti leggeri, costumi da bagno e abbigliamento comodo. Un impermeabile leggero e scarpe da trekking ti serviranno per le escursioni. Non dimenticare la crema solare e di indossare cappelli e occhiali da sole. Le Hawaii si trovano molto vicino all’Equatore, il sole qui è molto caldo.

Prima di partire ricorda di sottoscrivere un’assicurazione sanitaria, indispensabile fuori dall’Unione Europea nel caso stessi male, e una polizza annullamento, che ti risarcisce nel caso un imprevisto ti impedisse di partire.

Kanazawa: guida a cosa vedere

kanazawa

Kanazawa è una città situata nella prefettura di Ishikawa, nella regione di Chubu, in Giappone. Si tratta di una delle destinazioni turistiche più popolari del paese, grazie alla sua ricca storia, alla cultura tradizionale ben conservata e alla bellezza naturale che la circonda.

Qualche accenno di storia

Kanazawa ha una storia molto antica, che risale al periodo feudale del Giappone. Dobbiamo tornare indietro nel tempo fino al periodo Edo (1603-1868), quando la città era un importante centro culturale, che vide sviluppare arti tradizionali come la ceramica, la lavorazione del tessuto e la produzione di lacca. Tradizioni che vengono ancora portate avanti oggi.

kanazawa giappone

I principali quartieri di Kanazawa

Kanazawa è una città molto caratteristica e accogliente, piena di tradizioni e usanze tipiche giapponesi. Se hai voglia di sperimentare l’autentico fascino del Sol Levante, sia da un punto di vista storico che artistico, è la destinazione che fa per te. Ecco tre quartieri che devi assolutamente inserire nel tuo itinerario in questa città:

NAGAMACHI: è il quartiere samurai, un luogo storico, noto appunto per la presenza delle antiche case dei samurai. Qui puoi ammirare le tradizionali residenze samurai con i loro splendidi giardini.

quartiere samurai

HIGASHI CHAYA DISTRICT: altro quartiere tradizionale dove sono concentrate le teahouse (chaya), ovvero degli edifici in cui ancora oggi è possibile assistere a spettacoli di musica e danza geisha. Questo quartiere offre un’atmosfera affascinante e un viaggio nel tempo. Fai una passeggiata per le strade di questo quartiere storico e ammira le teahouse tradizionali. Puoi anche provare il tè matcha servito da geisha o maiko (apprendista geisha) in una delle teahouse.

danza geisha

Cosa vedere a Kanazawa

CASTELLO DI KANAZAWA: costruito nel XVI secolo ed è un altro importante punto di interesse storico. Gran parte del castello originale fu distrutto da incendi, e alcune parti come il torrione Ishikawa-mon sono state restaurate e sono oggi aperte ai visitatori.

CASTELLO DI KANAZAWA

Kanazawa è conosciuta anche per la vivace scena artistica e i musei. I più belli da visitare sono il Museo d’Arte Contemporanea di 21st Century e il Museo del Tesoro di Kanazawa. Una menzione la merita la cucina di Kanazawa, qui mangerete dell’ottimo pesce fresco, tra i piatti tipici principali ci sono il Kaisendon (una ciotola di riso coperta di pesce crudo) e il Kaga Ryori, un’elegante e prelibata cucina tradizionale che utilizza ingredienti locali.

Kaisendon

KENROKUEN: un meraviglioso giardino giapponese che è uno dei punti di forza di Kanazawa e offre spettacolari paesaggi in ogni stagione. Le aree più belle sono: il Kotojitoro, il Kasumigaike e l’albero di pino Kotoji.
MERCATO DI OMICHO: un animato mercato, dove trovare pesce fresco, prodotti locali e prelibatezze regionali.
GIARDINO GYOKUSEN’INMARU: un bellissimo giardino giapponese tradizionale si trova accanto al castello di Kanazawa ed è un’area tranquilla e rilassante per una passeggiata.

giardino giapponese

Esperienze da non perdere a Kanazawa

Kanazawa è il posto perfetto da visitare, non solo per scoprire la cultura nipponica, ma anche per fare esperienze uniche che ti avvicineranno a questa incredibile cultura. Eccone tre che devi assolutamente inserire nel tuo itinerario:

HIGASHI CHAYA YUZEN-ZOME: si tratta di un’esperienza pratica che ti permette di tingere la seta a mano usando la tecnica tradizionale di Yūzen-zome. Puoi creare il tuo fazzoletto o un altro manufatto da portare a casa come souvenir.

dipingere la seta

D.T. SUZUKI MUSEUM: un museo dedicato a Daisetsu Teitaro Suzuki, famoso studioso del Buddhismo Zen. Qui dentro potrai esplorare la sua antica filosofia e, attraverso mostre interattive, scoprire i segreti di questa religione e stile di vita.
MYORYUJI TEMPLE: un tempio soprannominato il “Tempio Ninja” per le sue caratteristiche architettoniche difensive. Prenota in anticipo la tua visita guidata, esplora questo luogo tipicamente giapponese e scopri i misteri di un popolo antico quanto misterioso.

Dove dormire a Kanazawa

KOKO HOTEL: quest’hotel si trova in una posizione strategica di Kanazawa, a soli 6 minuti a piedi dal Santuario di Oyama Jinja, e offre camere minimal, in perfetto stile giapponese, ma accessoriate e confortevoli.

dove dormire a kanazawa

ONYADO NONO KANAZAWA: un’altra struttura molto caratteristica che ha all’interno anche un centro spa e benessere con vasca termale, una vasca idromassaggio e una sauna. Comodo e centrale, le camere sono arredate in stile giapponese e ogni mattina è compresa la colazione.
KANAME INN TATEMACHI: un bellissimo hotel contemporaneo nel centro di Kanazawa, comodo a moltissime delle attrazioni principali della città. Il bar interno organizza eventi dal vivo e propone drink e musica fino a tarda notte.

hotel kanazawa

Prima di partire per il Giappone….

Per organizzare un viaggio in Giappone serve pianificazione e preparazione, bisogna muoversi con largo anticipo e prenotare i voli nei periodi in cui puoi trovare le migliori tariffe. Kanazawa è visitabile tutto l’anno, a prescindere dalle stagioni, e la cosa migliore è inserire la visita di questa città all’interno di un itinerario più ampio che tocca anche altre città principali come Tokyo o Kyoto.

Leggi anche: “Cosa vedere a Kyoto, dove dormire e le esperienze da non perdere” e “Cosa vedere a Tokyo: come organizzare un viaggio nella capitale del Giappone”

Prima di partire per una destinazione così lontana è importante sottoscrivere un’assicurazione sanitaria e una polizza annullamento, in modo da essere protetti sia da incidenti sanitari che da imprevisti che impediscono la partenza all’ultimo minuto.

Il nostro consiglio è quello di affidarti a un’agenzia viaggi come la nostra che può trasformare in realtà le idee che hai nella testa e suggerirti l’itinerario migliore per soddisfare le tue esigenze. Compila il form qui sotto e iniziamo a sognare insieme la tua prossima avventura in Giappone!

Glamping in Montana: dormire a due passi dallo Yellowstone Park

glamping in montana

Una delle esperienze più belle e suggestive che puoi fare negli Stati Uniti, durante il tuo viaggio on the road, è il Glamping in Montana, che ti permetterà di dormire a due passi dal Parco di Yellowstone. Il Glamping altro non è che un campeggio di lusso, che unisce la possibilità di un’esperienza unica alla comodità e al lusso di tende dotate di tutto ciò di cui puoi aver bisogno.

In questo articolo scoprirai i motivi per cui vale la pena regalarsi un’esperienza di Glamping in Montana e, soprattutto, ti diremo dove farlo vicinissimo al Yellowstone Park.

Perché fare Glamping in Montana?

Cominciamo dai motivi per cui dovresti fare Glamping in Montana, un’esperienza fuori dal comune ed esclusiva che ti permetterà di scoprire paesaggi mozzafiato e vivere appieno l’atmosfera di questa terra. Abbiamo selezionato per te 7 motivi che sicuramente ti convinceranno a partire:

montana
  • Bellezze naturali mozzafiato: il Montana è uno stato noto per la sua bellezza naturale. Offre paesaggi come le iconiche Montagne Rocciose, il Parco di Yellowstone, i fiumi serpeggianti e laghi cristallini. Fare glamping ti permette di immergerti completamente nella natura incontaminata e godere di panorami spettacolari.
  • Esperienza autentica: Il glamping ti offre la possibilità di connetterti con la natura in modo più intimo rispetto a un soggiorno in un hotel tradizionale. Puoi dormire in lussuose tende o cabine ben attrezzate, sperimentando la vita all’aria aperta senza sacrificare il comfort.
montagne rocciose
  • Vita selvaggia: durante il glamping hai l’opportunità di avvistare animali come alci, bisonti, orsi, aquile calve, cervi e molti altri.
  • Attività all’aperto: dilettati in escursioni, pesca, kayak, rafting, a seconda delle location e delle strutture disponibili.
rafting
  • Tranquillità e relax: campeggiare ti permette sfuggire al trambusto della vita quotidiana e della città, e immergerti nella pace e nella tranquillità della natura. Questo tipo di esperienza è particolarmente rilassante e rigenerante per il corpo e la mente.
  • Cielo stellato: le notti in Montana sono spesso illuminate da un cielo stellato sbalorditivo. Lontano dall’inquinamento luminoso delle città, puoi ammirare le stelle cadenti, la Via Lattea e altri fenomeni celesti.
  • Cultura e tradizioni locali: durante il glamping, avrai anche la possibilità di scoprire la ricca cultura e le tradizioni locali del Montana, incontrando persone del posto, gustando piatti tradizionali e partecipando a eventi locali.
stelle cadenti

Dove fare Glamping in Montana: Under Canvas

Il punto migliore per fare Glamping in Montana è vicino al Yellowstone Park, in questo modo potrai goderti la natura incontaminata ed essere a due passi dall’iconico parco naturale. In particolare, il nostro consiglio è quello di soggiornare nella Paradise Valley, nel nuovo camp dell’Under Canvas, proprio vicino all’ingresso nord del parco. Questo glamping si trova a soli 20 minuti di auto dalla città di Livingston e a 45 minuti da Bozeman.

under canvas

50 tende a tema safari che permettono di godersi un’incredibile vista sulla catena montuosa Absaroka e sul fiume Yellowstone, che attraversa il camp. E se cerchi qualcosa di ancora più esclusivo puoi scegliere la tenda Stargazer, con finestra panoramica sopra il letto matrimoniale che permette di osservare le stelle. E se hai intenzione di partire in gruppo o con tutta la famiglia, c’è la Yellowstone River Suite Tent, ovvero due tende adiacenti con terrazza e braciere privati.

glamping yellowstone

Qui potrai fare la versa esperienza stile western del Montana, in una struttura che richiama alla storia del ranch della regione. In loco c’è anche l’Embers Cafè, che serve piatti freschi e salutari, inclusi piatti vegani e vegetariani. Come ospite della struttura avrai anche diritto all’uso gratuito di tappetini per lo yoga, bastoncini da trekking e una chitarra, perfetta per le serate davanti al fuoco. Potrai anche sperimentare un sacco di attività: dallo yoga alla musica dal vivo, passeggiate a cavallo, tour in barca sul fiume, escursioni guidate per grandi e piccini. C’è una struttura glamping Under Canvas anche a due passi dall’ingresso ovest del parco di Yellorstone.

parco di yellowstone

Prima di partire per il Glamping….

Prima di partire per la tua esperienza di glamping in Montana, è bene sistemare alcune faccende burocratiche, come la sottoscrizione di un’assicurazione sanitaria, indispensabile quando si viaggia negli Stati Uniti, e di una polizza annullamento, che ti risarcisce nel caso non riuscissi più a partire. Il consiglio è anche quello di prenotare il volo aereo con largo anticipo, per risparmiare.

Non sai da che parte cominciare a organizzare il tuo viaggio in Montana? Leggi il nostro articolo sul Yellowstone National Park o compila il form qui sotto e lascia che sia LasciatiViaggiare a organizzare il viaggio dei tuoi sogni al posto tuo!

Safari in Tanzania: cosa vedere e come organizzarlo

safari in tanzania

Un safari in Tanzania è un’esperienza incredibile che permette di immergersi nella natura selvaggia africana e scoprire alcuni dei paesaggi più spettacolari e la fauna più ricca del continente. In questo articolo scoprirai come si svolge un safari in Tanzania, cosa si vede e quali sono i migliori lodge in cui dormire.

Safari in Tanzania: cosa vedere

Cominciamo dal Parco Nazionale del Serengeti, uno dei parchi nazionali più famosi al mondo, famoso per le sue immense pianure, le migrazioni degli animali e la ricchezza della fauna selvatica. Durante il safari, con un po’ di fortuna avvisterai leoni, elefanti, gnu, zebre, giraffe, leopardi, iene e molti altri animali in libertà. Il momento clou è l’attraversamento del fiume Mara durante la grande migrazione degli gnu.

Parco Nazionale del Serengeti

Il Cratere del Ngorongoro è un’altra meraviglia di questa terra. L’enorme cratere vulcanico è un’attrazione unica, una caldera profonda con un diametro di circa 20 chilometri che ospita una straordinaria varietà di animali, inclusi i temibili “Big Five” (leoni, elefanti, bufali, leopardi e rinoceronti). Il paesaggio del cratere è spettacolare e le opportunità di avvistamento degli animali sono eccezionali. Nel nord della Tanzania troviamo il Parco Nazionale di Tarangire, famoso per la sua densità di elefanti. È un luogo affascinante in cui avvistare grandi branchi di elefanti, oltre a leoni, giraffe, zebre, bufali e molti altri animali. Il parco è caratterizzato da paesaggi di savana punteggiati da acacie maestose.

Cratere del Ngorongoro

Ma i Parchi Nazionale non sono finito, c’è ancora quello del Lago Manyara, dove troverai dalle foreste lussureggianti alle pianure aperte. Il lago è un paradiso per gli uccelli, con numerose specie che nidificano e migrano nella zona. Potresti anche avvistare elefanti, bufali, zebre, leoni e altri animali. Puoi anche fare un salto alla riserva di caccia di Selous: Situata nel sud della Tanzania. Selous è una delle riserve di caccia più grandi e remote dell’Africa. È famosa per la sua fauna selvatica, che include elefanti, rinoceronti neri, leoni, ghepardi, ippopotami e numerose specie di uccelli. Offre anche la possibilità di esplorare il fiume Rufiji in barca.

Selous

Durante il safari in Tanzania, ti accompagneranno delle guide esperte e autisti che conoscono bene l’area e ti aiuteranno a individuare la fauna selvatica. Avrai la possibilità di fare game drive in veicoli appositi, oppure optare per un safari a piedi o in mountain bike, o persino sorvolare in mongolfiera la savana.

comunità masai

Oltre all’avvistamento degli animali, potrai sperimentare la cultura locale interagendo con le comunità masai e imparando le loro tradizioni e gli stili di vita. Potrai alloggiare in lodge e campeggi di lusso situati in posizioni panoramiche, che offrono comfort e servizi di alta qualità.

Dove dormire durante un Safari in Tanzania

AFRICA SAFARI SOUTH SERENGETI NDUTU NGORONGORO: situato a Sinoni, questo lodge offre viste sul giardino, la connessione Wi-Fi gratuita e un parcheggio privato gratuito. Una bellissima tenda di lusso dove potrai gustare una colazione continentale.

Africa Safari South Serengeti Ndutu Ngorongoro

AFRICA SAFARI MAASAI BOMA: anche questa bellissima struttura si trova a Serengeti, ed ha in loco un ristorante e una reception aperta 24 ore su 24. Compresa anche la colazione a buffet o halal.
BAOBAB TENTED CAMP: un lussuoso campo tendato situato a Kwa Kuchinia, con vista sul fiume, un ristorante, il servizio in camera, un barbecue e una terrazza solarium. Ogni mattina potrai gustare una colazione continentale.

baobab camp

Prima di partire per un Safari in Tanzania

Organizzare un viaggio in Tanzania significa partire preparati, informarsi sui vaccini obbligatori da fare, preparare la valigia con cognizione di causa, inserendo un abbigliamento indicato ai posti che andrai a visitare, fermenti lattici e spray anti-insetti, che servono sempre, e stipulare le assicurazioni necessarie per stare tranquilli una volta in Africa. Non dimenticare di sottoscrivere una polizza annullamento, che ti protegge nel caso un imprevisto ti impedisse di partire, e un’assicurazione sanitaria completa. Prenota anche il volo aereo con largo anticipo per essere sicuri di accedere alla miglior tariffa disponibile.

Leggi anche:

Visitare il Badlands National Park in South Dakota

Visitare il Badlands National Park

Il Parco Nazionale delle Badlands è un parco molto affascinante situato nella parte occidentale del Dakota del Sud, negli Stati Uniti. È famoso per le sue incredibili formazioni geologiche, i canyons, e per la sua ricca storia paleontologica. Secondo noi bisogna visitare il Badlands National Park almeno una volta nella vita.

lasciativiaggiare

Cos’è il Badlands National Park?

Le Badlands sono state per molto tempo la patria del popolo Lakota, cacciato poi dall’arrivo dell’uomo bianco, come lo chiamavano loro. Queste terre, anche nominate “terre cattive”, sono caratterizzate da rocce sedimentarie stratificate, i cui colori variano dal bianco al rosa, all’arancione e al marrone. Le rocce che vedrai qui sono state scolpite da milioni di anni di erosione da parte di vento e acqua, creando paesaggi suggestivi e bizzarri. Il terreno è costellato da pinnacoli, canyon, creste affilate e profonde gole che offrono una vista mozzafiato.

Badlands

Si chiamano terre cattive a causa del loro clima non proprio ospitale. Qui infatti gli inverni sono molto freddi e ventosi e l’argilla di cui sono praticamente fatte le vallate, con la pioggia diventa scivolosa e difficoltosa da attraversare. Una terra inospitale anche a causa della presenza di troppi animali selvatici, pericolo per l’uomo e le sue attività.

Visitare il Badlands National Park: cosa vedere

Una delle attrazioni più popolari del parco è il Badlands Wall, una parete di roccia che si estende per circa 100 chilometri attraverso il parco. Stiamo parlando di una delle caratteristiche distintive delle Badlands da cui si gode di un panorama spettacolare. Puoi scegliere diversi sentieri escursionistici lungo il Badlands Wall per ammirare da vicino le formazioni geologiche e aprire lo sguardo sulla vasta distesa delle praterie circostanti.

Badlands wall

Il Parco Nazionale delle Badlands è anche un paradiso per i paleontologi. Qui sono stati scoperti molti resti fossili di mammiferi preistorici, tra cui quello del Tyrannosaurus Rex. Il parco ospita il Ben Reifel Visitor Center, dove potrai imparare la storia geologica e paleontologica delle Badlands attraverso mostre interattive molto interessanti.

Come si sono formate le Badlands?

Le Badlands si sono formate a causa di sedimenti marini depositati nel corso di milioni di anni. Circa 75 milioni di anni fa, l’area era coperta dal mare e i sedimenti marini che si sono accumulati sul fondo, nel corso del tempo, si sono compressi e solidificati formando le rocce sedimentarie che caratterizzano le Badlands.

Badlands national park

Prima della conquista degli europei, le tribù indigene che abitavano queste terre erano i Lakota Sioux e usavano le Badlands come zona di caccia o di transito durante gli spostamenti stagionali. Quando nel XIX secolo, i coloni europei iniziarono ad esplorare l’ovest degli Stati Uniti, queste terre furono attraversate dagli esploratori e il popolo nativo cacciato. Nel 1939, una parte delle Badlands fu proclamata monumento nazionale al fine di preservarne la bellezza naturale e i reperti fossili. Nel 1978 è nato il Parco Nazionale delle Badlands.

Le Tribù Sioux e il loro rapporto con le Badlands

Le tribù Sioux, in particolare i Lakota, sono tra le principali tribù indigene che hanno vissuto questi territori. Le Badlands sono sempre state considerate un luogo sacro e queste popolazioni avevano una profonda connessione spirituale con la terra e gli animali che vi vivevano. Il bisonte, cacciato nelle Badlands, era la loro fonte primaria di cibo, vestiti e materiali per costruire le abitazioni.

Lakota

Le Badlands appunto sono sempre state un luogo sacro per i nativi americani. Qui venivano condotti riti spirituali e cerimonie sacre. Oggi, i discendenti rimasti delle tribù Sioux continuano a mantenere vive le tradizioni culturali e spirituali delle Badlands collaborando con il parco stesso per promuovere la storia e la cultura dei nativi americani.

Visitare il Badlands National Park: come pianificare la visita

Se hai in mente di visitare il Badlands National Park sappi che è aperto tutto l’anno, ma alcune strade e servizi sono limitati durante i mesi invernali. Il periodo migliore per organizzare il tuo viaggio in questa zona è durante la primavera, l’estate o l’autunno per goderti le temperature più miti. Il Parco Nazionale ha diverse entrate, quella principale si trova vicino alla città di Interior, sul lato occidentale del parco. Devi acquistare un pass per entrare nel parco o utilizzare un pass annuale valido per tutti i parchi nazionali degli Stati Uniti se hai in mente di fare un viaggio più ampio.

badlands

Il parco permette di percorrere numerosi sentieri escursionistici che ti permettono di esplorare le bellezze delle Badlands. Ricorda di portare sempre con te dell’acqua, la protezione solare, un cappello e scarpe comode per le escursioni. All’interno del parco ci sono anche aree picnic, bagni, punti ristoro o per il campeggio. Non dimenticare anche un indumento più pesante, la sera non è raro avvertire importanti escursioni termiche.

Dove dormire alle Badlands

Puoi pernottare sia all’interno del parco che nelle sue vicinanze. Ecco alcune delle opzioni più comode:

BEST WESTERN PLAINS HOTEL: un bellissimo hotel situato nella cittadina di Wall, a 9 minuti di auto dal Minuteman Missile Historic Site, offre la connessione WiFi gratuita e piscine stagionali, entrambe riscaldate.

best western

BADLANDS BUDGET HOST: se cerchi una soluzione a conduzione familiare ed economica questo è quello che fa per te. Si trova ad Interior, offre la colazione ogni mattina e dispone di un parcheggio privato.
BADLANDS FRONTIER CABINS: altra struttura situata a Wall, a 3 stelle, con caratteristici chalet in legno accessoriati. Vicinissimo all’entrata del parco, dispone di Wifi, reception 24/24 e parcheggio.

bungalow

Prima di partire per il Badlands National Park

Prima di partire per il tuo viaggio on the road e visitare il Badlands National Park è bene sistemare alcune questioni burocratiche. Due cose sono importantissime quando si viaggia oltre oceano: l’assicurazione sanitaria e la polizza annullamento, utili nel caso un imprevisto ti impedisse di partire o se ti ammali negli Stati Uniti. Ricorda di prenotare il volo e le sistemazioni alberghiere con largo anticipo e di affittare una macchina per girare comodamente tra i parchi degli States.

cristina badlands

Se ti interessano i parchi degli Stati Uniti leggi anche:

Yellowstone National Park: guida al parco più antico degli USA
Cosa vedere in Montana tra natura e spazi incontaminati
Da Denver a Rapid City: itinerario on the road

Organizzare un viaggio di questo tipo non è una cosa semplice, se vuoi partire senza pensieri e dar vita al viaggio dei tuoi sogni, compila il form e contattaci. Penseremo a tutto noi!

Guida ai migliori rooftop bar di Boston

Rooftop bar di Boston

Boston, città principale del Massachussets, è un luogo dai tanti volti, una metropoli a misura uomo, abbastanza grande da offrire tutto ciò di cui si può aver voglia, ma allo stesso tempo facile da girare, vivace ed europea.

Se hai in programma un viaggio da queste parti, sei nel posto giusto. In questo articolo troverai una guida ai migliori rooftop bar di Boston, inseriscine qualcuno nel tuo itinerario e regalati delle serate uniche per creare ricordi di questo viaggio che porterai con te per sempre.

rooftop bar di boston

Rooftop bar di Boston: ecco i migliori!

Dai ristoranti più chic con vista sui grattacieli alle terrazze con le piscine, perfette per sorseggiare un drink e godersi tramonti mozzafiato. Ecco quali sono i migliori locali sui tetti di Boston da provare.

Seaport District

Cominciamo la nostra classifica dei migliori rooftop bar di Boston con il Deck 12, un locale posizionato proprio sopra la terrazza Seaport District, davanti al porto, con vista sui grattacieli della città. Si accede al rooftop bar dal 12° piano del Yotel Boston, che è tra l’altro anche un bellissimo hotel in cui soggiornare. Troverai ad accoglierti un salottino elegante e due aree, una al chiuso con enormi vetrate e una all’aperto. Questo permette di sfruttare il locale sia in estate che in inverno.

deck12

Il lounge bar propone una vasta lista di cocktail stagionali, da accompagnare a piatti realizzati con ingredienti locali. Questo posto è perfetto per un aperitivo al tramonto o per una romantica cena a due.

Legal Harborside

Abbiamo poi il Legal Harborside, un ristorante di pesce su più piani, anche questo situato nel quartiere del Seaport District, con terrazza e bar che offrono una meravigliosa vista sul lungomare di Boston. Al primo piano si gustano ottimi piatti a base di pesce fresco, ed è consigliato per pranzo, mentre al secondo piano si sorseggiano cocktail freschi dal tramonto fino a tarda sera. Anche questo locale è accessibile in qualsiasi stagione perché le sue pareti vetrate sono retrattili.

Legal Harborside

Rooftop Bar

Sempre nella zona di Seaport District non si può non nominare il Rooftop Bar di Boston, situato all’interno dell’Envoy Hotel. La cosa più bella di questo locale è la vista panoramica sul porto e sullo skyline della città. L’atmosfera che si respira sulla sua terrazza è molto rilassata, si tratta di un cocktail bar dove provare drink unici, vino e birra.

Rooftop Bar

Six West

Cambiando quartiere e spostandoci a South Boston troviamo il Six West, il Rooftop Bar del Cambria Hotel. Anche da qui la vista sullo skyline della città è ottima, perfetto sia a pranzo che a cena, consigliato nel weekend per provare il loro brunch.

six west

Rooftop Revere

Se invece sei alla ricerca di un locale più modaiolo, il Rooftop Revere è quello che fa al caso tuo. Un bar eclettico situato in cima al Revere Hotel Boston Common, dove troverai non solo un bellissimo bar con vista, ma anche lettini su cui prendere il sole e le cabane private in cui rilassarsi. Durante il giorno si accede acquistando un pass giornaliero. Le loro proposte frink e food sono ottime!

rooftop revere

RTP Colonnade Hotel

Un altro posto fantastico è l’RTP, un bar con piscina sui tetti di Boston, ospitato all’ultimo piano del Colonnade Hotel nel quartiere Back Bay. Come luogo è parecchio famoso e quotato, per questo conviene prenotare con largo anticipo. Accedervi da non clienti dell’albergo costa 50$ ma ti assicuriamo che ne vale la pena. Fai un tuffo con vista prima di rigenerarti con un buon cocktail e uno spuntino.

RTP Colonnade Hotel

Pier 6 Boston Waterfront

Il Pier 6 Boston Waterfront è uno dei migliori posti con terrazza in cui mangiare a Boston. Nel menù troverai numerose proposte tipiche del New England a base di pesce, ottimi cocktail e la vista è incredibile, sia sullo skyline che sul lungomare. Qui la cucina è aperta tutto il giorno dal brunch, che ti consigliamo di provare, fino alla cena.

Pier 6 Boston Waterfront

Over the Charles

E infine abbiamo l’Over the Charles, ospitato all’ultimo piano dell’Hilton Hotel di Boston. Non devi essere ospite dell’hotel per accedervi, si trova nel quartiere di Cambridge sulla riva del fiume. Il menù propone abbinamenti davvero particolari, prova il panino di pollo fritto chipotle mayo-slicked. D’inverno è possibile fare l’esperienza Chill Over the Charles, ovvero mangiare all’interno di un igloo che ospita fino a otto persone.

over the charles

E se in questo articolo abbiamo esplorato le migliori offerte on air che offre la città, è ora di scoprire cosa vedere a Boston, cosa visitare anche solo in due giorni, prima magari di proseguire nel Maine per vedere i suoi fari più belli.

Cosa vedere a Kyoto: dove mangiare, dove dormire e le esperienze da non perdere

cosa vedere a kyoto

Se stai leggendo questo articolo è perché probabilmente stavi cercando su Google “cosa vedere a Kyoto“, dopo Tokyo un’altra delle città più visitate del Giappone. Kyoto, con la sua ricca storia e cultura affascinante, è una meta imperdibile in questo paese. Questa affascinante città offre una varietà di esperienze uniche, oltre a una straordinaria cucina locale.

cosa vedere a kyoto

In questo articolo, esploreremo cosa vedere a Kyoto, i migliori posti dove mangiare, dove dormire e le esperienze che non dovresti assolutamente perdere durante la tua visita.

Cosa vedere a Kyoto

Cominciamo la nostra guida da cosa vedere a Kyoto, in modo che tu possa cominciare a dare forma al tuo itinerario. Comincia dal Tempio Kinkaku-ji (Pavilion d’oro), uno dei luoghi più iconici di Kyoto. Si tratta di un tempio buddista ricoperto di foglie d’oro che offre uno spettacolo mozzafiato. Secondo a questo c’è il Tempio Kiyomizu-dera, situato su una collina panoramica. È famoso per la sua piattaforma di legno senza chiodi.

Tempio Kiyomizu-dera

Uno dei quartieri più caratteristici di Kyoto è quello di Gion, noto per le sue strade acciottolate e per essere il luogo di incontro delle geisha. Esplora le antiche case da tè e assapora l’atmosfera incantevole prima di inoltrarti ad Arashiyama dove c’è una foresta di bambù e il famoso ponte di Togetsukyo.

gion kyoto

Dove mangiare a Kyoto

Se vuoi provare la vera cucina tradizionale di Kyoto e i piatti giapponesi, prova uno di questi due locali:
KAISEKI RYORI: si tratta di una tipologia di cucina sofisticata e artistica con portate gourmet che si ispirano ai pasti tradizionali giapponesi. Provala nei migliori ristoranti di Kyoto.

kaiseki ryori

NISHIKI MARKET: un affascinante mercato alimentare dove assaggiare una varietà di piatti locali, tra cui pesce fresco, dolci tradizionali e tè verde.
A Kyoto non puoi non assaggiare il Ramen, prendilo ad una delle bancarelle che trovi nei grandi mercati o in giro per la città, è la soluzione ideale per un pasto veloce e saporito.

Esperienze da non perdere a Kyoto

Per immergerti davvero nella cultura nipponica, inserisci all’interno del tuo itinerario di viaggio almeno una di queste esperienze tradizionali:
Cerimonia del tè: partecipa a una cerimonia del tè tradizionale giapponese per immergerti nella cultura e nelle tradizioni locali.

cerimonia del te

Indossa un kimono: affitta un kimono tradizionale e indossalo per esplorare Kyoto. Pioi così capire cosa si intende qui per look autentico.
Geisha Experience: prenota un’esperienza per entrare nel mondo delle geisha, con lezioni di danza tradizionale, cerimonie del tè e l’opportunità di interagire con le geisha stesse.
Escursione al Monte Fuji: se hai abbastanza tempo, considera di aggiungere a cosa vedere a Kyoto il Monte Fuji, la montagna sacra del Giappone. Da Kyoto, puoi raggiungere facilmente il monte per ammirare la sua maestosità.

kimono giappone

Dove dormire a Kyoto

Vediamo ora alcune sistemazioni in cui dormire a Kyoto, dalle soluzioni più tradizionali agli hotel di lusso in cui godersi comfort e relax

Kyoto Ryokan Kinoe: se vuoi fare un’esperienza tradizionale questo è il Ryokan che fa per te. Situato in centro a soli 5 minuti dal quartiere di Gion. In loco ci sono anche spettacoli di ogni tipo e un centro massaggi, e a colazione e cena puoi degustare piatti tradizionali.

dormire a kyoto

HOTEL RESOL TRINITY: un hotel a 4 stelle comodissimo e bellissimo, con interni di design e colazione inclusa nel centro di Kyoto. La reception è aperta 24 ore su 24 e in loco c’è anche un centro benessere.
THE GENERAL KYOTO: altro hotel a 4 stelle nel centro di Kyoto con colazione inclusa. Le camere sono molto spaziose e lo stile è tipicamente nipponico.

hotel kyoto

Prima di partire per Kyoto…

Prima di partire per Kyoto, trattandosi di un viaggio intercontinentale è bene sottoscrivere un’assicurazione sanitaria e una polizza annullamento, utili nel caso un imprevisto ti impedisse di partire o avessi bisogno di assistenza sanitaria in Giappone.

Il modo più veloce per raggiungere il Giappone, e Kyoto, è ovviamente l’aereo. Dall’Italia sono circa 18 ore di volo, con uno o più scali. Il consiglio è quello di organizzare un viaggio di almeno 10/15 giorni nel paese del Sol Levante in modo da toccare più città. Visita Tokyo prima o dopo Kyoto, e magari aggiungi anche una tappa a Osaka, in modo da ammortizzare tutte quelle ore di volo.

Leggi anche:

Se invece vuoi partire senza problemi con un itinerario creato su misura sulle tue esigenze, compila il form qui sotto e affidati a LasciatiViaggiare, penseremo a tutto noi!

Cosa vedere a Barcellona e cosa fare nella capitale della Catalogna

cosa vedere a Barcellona

Se non sai ancora dove passare le vacanze e stai cercando una destinazione in Europa sappi che Barcellona, la vivace capitale della Catalogna, è una città affascinante e ricca di cultura, storia, arte e intrattenimento. Con la sua combinazione unica di spiagge soleggiate, architettura modernista, strade affollate e vibrante vita notturna, questa città offre una vasta gamma di esperienze che accontentano i viaggiatori di ogni tipo.

Scopriamo insieme cosa vedere a Barcellona, dove dormire, come muoversi in città e quali piatti devi assolutamente assaggiare durante il tuo viaggio.

barcellona

Come arrivare e come muoversi a Barcellona

Prima di immergersi nelle sue bellezze e capire cosa vedere a Barcellona, capiamo come arrivare e come muoversi in città. Il modo migliore per raggiungere la città è in aereo, l’aeroporto Internazionale di Barcellona-El Prat è ben collegato con molti voli nazionali e internazionali. Una volta a destinazione, puoi prendere un taxi, un’autobus o un treno per raggiungere il centro della città. L’alternativa all’aereo, se vuoi risparmiare, sono i servizi di autobus che partono da molte città europee. Ci sono diverse compagnie di autobus che offrono collegamenti regolari verso la città.

Una volta a Barcellona, puoi muoverti utilizzando i mezzi di trasporto pubblico. La metropolitana di Barcellona è il modo più rapido ed efficiente per spostarsi in città. Ci sono diverse linee che coprono la maggior parte delle principali attrazioni turistiche. La città ha anche un’ampia rete di autobus che collegano diverse zone della città. Infine, puoi muoverti a piedi o in bicicletta, ci sono tantissime piste ciclabili e servizi di noleggio sparsi per la città.

Cosa vedere a Barcellona

SAGRADA FAMILIA: nel tuo itinerario, soprattutto se è la prima volta che vieni a Barcellona, non può non esserci la Sagrada Familia, il simbolo della città progettato dall’architetto catalano Gaudí. Si tratta di uno straordinario tempio in costruzione da oltre un secolo considerato un capolavoro dell’architettura modernista. Entra all’interno e sali sulle torri scolpite, dove la luce filtra attraverso le vetrate colorate creando un’atmosfera magica.

sagrada familia

PARC GUELL: un altro luogo imperdibile progettato da Gaudí. Questo parco pubblico offre una vista panoramica sulla città e ospita meravigliose strutture architettoniche, giardini ornamentali e mosaici colorati. Esplora i suoi sentieri serpenti, osserva i dettagli delle opere di Gaudí e goditi un po’ di relax.

parc guell

LA RAMBLA: la famosa via pedonale al centro della città, è un must per ogni visitatore. Questa strada vivace e affollata è costellata di negozi, caffè, artisti di strada e mercati colorati. Goditi l’atmosfera animata, assapora le delizie locali e acquista souvenir unici lungo il percorso, ma fai attenzione ai borseggiatori.
QUARTIERE GOTICO: se vuoi immergerti nella storia di Barcellona, esplora il quartiere gotico, con le sue strade tortuose e piene di storia. Qui troverai la Cattedrale di Barcellona, con la facciata gotica, e attraverserai strette vie piene di boutique, caffè e ristoranti accoglienti.

barrio gotico

CAMP NOU: gli appassionati di calcio non possono perdere l’opportunità di visitare il leggendario stadio del FC Barcelona. Merita anche la visita guidata dietro le quinte e il museo del club.
LA BOQUERIA: se vuoi sperimentare i sapori autentici di Barcellona, visita il Mercato della Boqueria. Un paradiso gastronomico, con bancarelle che vendono una varietà di prodotti freschi, come frutta, verdura, pesce, carne e dolci. Assaggia i prodotti locali, prova le tapas tradizionali e immergiti nell’atmosfera vivace di questo affollato mercato.

boqueria

MUSEO PICASSO: Barcellona è anche famosa per la sua connessione con l’artista Pablo Picasso. Il Museo Picasso ospita una vasta collezione di opere d’arte del famoso pittore spagnolo.
CASA BATLLO E CASA MILA: infine, esplora due degli edifici più emblematici di Gaudí: Casa Batlló e Casa Milà, conosciute anche come La Pedrera. Si tratta di due straordinarie opere architettoniche con facciate uniche, dettagli affascinanti e sorprendenti terrazze panoramiche.

pedrera

Barcellona è conosciuta anche per la sua spiaggia, Barceloneta, dove d’estate puoi goderti un po’ di mare, mangiare dell’ottima paella e sorseggiare un drink in uno dei tanti chiringuito sulla spiaggia.

Piatti tipici e migliori locali di Barcellona

Abbiamo visto cosa vedere a Barcellona, è ora di capire quali piatti assaggiare in questa città con una ricca tradizione culinaria. Ecco cosa devi assolutamente provare e dove:

TAPAS: le tapas sono una parte essenziale della cucina spagnola e a Barcellona puoi trovare una vasta selezione di questi piccoli finger food da condividere. Prova le patatas bravas (patate piccanti con salsa), le croquetas (crocchette), il jamón ibérico (prosciutto iberico), i calamari fritti e la tortilla española (frittata di patate). Puoi gustare tapas autentiche in luoghi come El Xampanyet, Quimet & Quimet e La Cova Fumada.

tapas

PAELLA: piatto spagnolo tradizionale a base di riso e frutti di mare o carne. A Barcellona, ci sono ristoranti che servono deliziose paellas, come il ristorante Can Solé, situato nel quartiere di Barceloneta, famoso per le sue specialità di pesce e frutti di mare.

paella

PESCADO A LA BRASA: essendo in una città costiera trovi una grande varietà di pesce fresco. Prova il pescado a la brasa, il pesce alla griglia spagnolo. Un ottimo ristorante dove mangiarlo è La Paradeta, dove puoi scegliere il pesce fresco direttamente dal bancone e farti cucinare al momento.

pescado

CANELONS: piatto tradizionale catalano, simile alle lasagne, ma con ripieni diversi come carne macinata o bollito. Assaggia i canelons della Fonda Gaig, un ristorante stellato Michelin che serve una versione raffinata di questo piatto.
CREMA CATALANA: per il dolce, assicurati di provare la crema catalana, un dessert simile alla crème brûlée.

crema catalana

Dove dormire a Barcellona

Cosa vedere a Barcellona l’abbiamo capito, dove e cosa mangiare anche, dove dormire però? Ecco tre consigli per tutte le tasche! LE strutture che ti proponiamo si trovano tutte in ottime zone, comode a girare la città e raggiungere le principali attrazioni turistiche.

HOTEL PENINSULAR: quest’hotel molto verde si trova ai piedi della Rambla, a 200 metri dalla fermata della metropolitana. Situato nel quartiere Raval, intorno a numerosi locali e caffé.

hotel barcellona

HOTEL NOUVEL: un hotel a 3 stelle situato nella città vecchia, a 100 metri dalla famosa e vivace Plaza Catalunya. Il ristorante interno propone piatti mediterranei e in due minuti raggiungerai la Cattedrale di Barcellona.
HOTEL TURIN BARCELONA: un altro hotel a 3 stelle a 50 metri dalle Ramblas, moderno e di design. Nella hall puoi usufruire gratuitamente di acqua, the e caffé, mentre ogni mattina ti attende un’abbondante colazione a buffet.

dormire a barcellona

Puoi anche pensare di inserire Barcellona come tappa all’interno di un giro più ampio della Spagna, o come tappa di partenza o arrivo per le Isole Baleari. Se vuoi partire senza pensieri, compila il form qui sotto e contattaci, creeremo l’itinerario che desideri o troveremo per te la migliore offerta disponibile.

Il nostro ultimo consiglio è quello di sottoscrivere una polizza annullamento prima della partenza, in modo da non perdere i soldi spesi nel caso un imprevisto ti impedisse di partire. Se invece hai ancora le idee confuse su che zona della Spagna scegliere, leggi anche il nostro articolo su Fuerteventura!

Yellowstone National Park: guida al parco più antico degli USA

Yellowstone National Park

Yellowstone National Park, situato nello Stato del Wyoming negli USA, è uno dei parchi nazionali più antichi e iconici del paese. Fondato nel 1872, è famoso per le sue straordinarie caratteristiche geotermiche, tra cui il geyser Old Faithful, ma offre anche una vasta gamma di paesaggi mozzafiato, una ricca fauna selvatica e molte attività in cui puoi dilettarti durante il tuo itinerario.

Vediamo insieme cosa vedere all’interno del parco, che animali è possibile avvistare, come arrivarci e dove dormire.

Come arrivare e quando visitare Yellowstone National Park

Yellowstone National Park ha diverse porte d’ingresso, ma l’accesso principale avviene attraverso le città di Jackson nel Wyoming e di West Yellowstone in Montana. Entrambe le città dispongono di aeroporti regionali e sono ben collegate alle principali reti stradali. È possibile raggiungere il parco anche in auto attraverso la US-89 e la US-191.

Il parco è aperto tutto l’anno, ma il periodo migliore in cui andarci è quello che va da maggio a settembre, quando le temperature sono miti e la maggior parte delle strade e dei sentieri sono aperti. Durante l’inverno, il parco è la meta ideale per chi ama lo sci di fondo.

Cosa vedere al Yellowstone National Park

La prima cosa da inserire nel tuo itinerario attraverso il Parco di Yellowstone è il geyser più famoso del parco, Old Faithful. Eruzione dopo eruzione, spara acqua calda nell’aria, offrendo uno spettacolo straordinario. Assicurati di esplorare anche le altre sorgenti termali come il Grand Prismatic Spring, che offre una combinazione spettacolare di colori vivaci.

geyser yellowstone

Il parco offre spettacolari canyon e cascate da ammirare. Raggiungi il Grand Canyon di Yellowstone e le cascate di Upper e Lower Yellowstone Falls, incredibili da osservare e fotografare.

Escursioni da fare a Yellowstone

Yellowstone offre una vasta gamma di escursioni e attività all’aperto se vuoi esplorare il parco in modo più approfondito. Ecco alcune delle attività che puoi fare:

  • Trekking: ci sono numerosi sentieri escursionistici che attraversano il parco e offrono la possibilità di immergersi nella bellezza di Yellowstone. Puoi scegliere tra percorsi di diversa lunghezza e difficoltà, adatti a tutti i livelli di fitness.
  • Escursioni in bicicletta: il parco offre anche percorsi ciclabili, consentendo agli amanti delle due ruote di esplorare le bellezze naturali in modo più dinamico. È possibile noleggiare biciclette all’interno del parco o portare la propria.
yellowstone in bicicletta
  • Avvistamento degli animali: partecipa a un tour di avvistamento della fauna selvatica o dedicati ad osservare gli animali durante le tue escursioni. Tieni presente che la sicurezza è fondamentale quindi rispetta sempre le indicazioni dei ranger del parco.
  • Pesca: se ami la pesca, Yellowstone offre numerosi corsi d’acqua in cui è possibile pescare. Assicurati di ottenere un permesso di pesca e rispettare le norme e i regolamenti locali.
bisonte
  • Campeggio: se vuoi fare un’esperienza più wild e immergerti completamente nella natura del parco, puoi optare per il campeggio. Yellowstone dispone di diversi campeggi attrezzati, alcuni dei quali richiedono una prenotazione anticipata.
  • Escursioni a cavallo: Sperimenta l’avventura a cavallo mentre esplori il parco. Sono disponibili escursioni guidate a cavallo che ti permetteranno di scoprire i paesaggi in modo unico e affascinante.

Che animali vedere nel Yellowstone National Park

Il parco di Yellowstone è famoso per ospitare una ricca fauna selvatica. Durante la tua visita potresti riuscire ad avvistare una varietà di animali, tra cui:

  • Bisonte: Yellowstone è famoso per la sua grande popolazione di bisonti. Questi magnifici animali possono essere visti pascolare nelle praterie del parco. Sono tra i più grandi mammiferi terrestri del Nord America.
  • Orso: questo parco è uno dei migliori luoghi negli Stati Uniti per l’avvistamento degli orsi. Puoi vedere sia l’orso grizzly che l’orso nero americano.
grizzly
  • Lupi: Yellowstone è famoso per il suo programma di reintroduzione dei lupi, che ha avuto un grande successo. I lupi grigi sono diventati una parte importante dell’ecosistema di Yellowstone. Con un po’ di fortuna potresti riuscire a vederli o sentirne il verso.
  • Alci: un altro animale comune a Yellowstone. Li potresti avvistare lungo le rive dei fiumi o nei prati del parco.
alce
  • Cervi: sono due le specie che puoi trovare nel parco, i cervi di Virginia e i cervi mulo.
  • Puma: sono più difficili da avvistare rispetto ad altri animali, abitano le remote aree montuose del parco. Sono sfuggenti e solitari, ma potresti riuscire a vedere le loro tracce o avvistarli di sfuggita.
puma

Dove dormire a Yellowstone

WANDER CAMP YELLOWSTONE: questa struttura è l’ideale se vuoi fare esperienza di campeggio nel parco di Yellowstone. Le sue sistemazioni sono dotate di area salotto e c’è anche il parcheggio privato.

dormire a yellowstone

YELLOWSTONE WEST GATE HOTEL: quest’hotel si trova a soli 5 isolati dall’entrata del parco, ha la piscina dove rinfrescarsi nelle calde giornate estive e tutte le camere sono dotate di frigorifero e forno a microonde.
GRIZZLY GATEWAY: questa struttura si trova vicino l’ingresso del parco e del Grizzly Center, offre una casa vacanza in legno, con 3 camere da letto, cucina attrezzata e vasca idromassaggio.

hotel yellowstone

Prima di partire…

Prima di partire per un viaggio alla volta di Yellowstone è importante occuparsi del lato burocratico, ovvero di sottoscrivere un’assicurazione sanitaria e una polizza annullamento, poiché negli Stati Uniti le spese sanitarie raggiungono costi elevatissimi.

Il nostro consiglio è quello di inserire la visita del Yellowstone National Park all’interno di un itinerario più ampio nel Wyoming, la terra dei cowboy, di cui ti abbiamo parlato in questo articolo.

Wyoming USA: le esperienze da non perdere nella terra dei cowboy

wyoming esperienze

Il Wyoming è situato nella regione montuosa occidentale degli Stati Uniti ed è un vero paradiso per gli amanti della natura e della cultura del West. Conosciuto come lo “Stato dell’Uomo Libero“, il Wyoming ti offre una vasta gamma di esperienze uniche che catturano l’essenza della vita del cowboy. Da paesaggi mozzafiato a tradizioni autentiche, ecco un’ampia panoramica delle esperienze che non puoi perdere in questa terra.

Wyoming: le esperienze da non perdere

In Wyoming ci sono tantissime cose da fare, esperienze di ogni tipo in paesaggi mozzafiato. Ecco quelle più interessanti e significative da inserire nel tuo itinerario per conoscere più a fondo questa affascinante cultura.

Parco Nazionale di Yellowstone

La tua avventura nel Wyoming non può che iniziare con una visita al leggendario Parco Nazionale di Yellowstone. Famoso per i suoi geyser, le sorgenti termali colorate e la spettacolare fauna selvatica, questo parco offre un’esperienza indimenticabile. Ammira l’iconico Old Faithful, esci per un’escursione tra le maestose montagne e tieni gli occhi aperti per avvistare lupi, orsi e alci. Leggi questo articolo per la tua guida a Yellowstone.

Yellowstone National Park

Parco Nazionale del Grand Teton

Il Wyoming è ricco di parchi, dopo Yellowstone un’altra attrazione interessante è la catena montuosa del Teton. Il Parco Nazionale del Grand Teton è un piccolo gioiello. Qui puoi goderti le incredibili viste sulle vette Grand Teton e Mount Moran. Qui ti consigliamo di fare un’escursione sulle numerose trail, di fare un giro in barca sul lago Jenny o di rilassati nello scenario di questa meraviglia naturale.

grand teton

Cody – Buffalo Bill center of west

Se hai organizzato un viaggio nel Wyoming devi assolutamente visitare la città di Cody, un’immersione nella cultura del West. Visita il Buffalo Bill Center of the West, un museo che celebra la storia del West americano. Assisti poi a uno spettacolo di rodeo, dove i cowboy mostrano le loro abilità nell’equitazione e nel rodeo. Infine, esplora il Cody Firearms Museum per scoprire la storia delle armi da fuoco nella conquista del West. Inoltre, se vieni qua d’estate non perdere la rappresentazione in costume che fanno tutte le sere davanti all’Irma hotel.

buffalo bill center

Devil’s Tower

A un certo punto del viaggio dirigiti verso il nord-est del Wyoming per ammirare il Devil’s Tower, un enorme monolito di roccia. Questo sito è sacro per le tribù nativo americane e offre sentieri panoramici per escursioni a piedi e arrampicate. Fermati ad ammirare il paesaggio circostante e partecipa a una visita guidata per scoprire la storia e la geologia di questa meraviglia naturale.

devils tower

Escursioni a cavallo

Il Wyoming è anche il luogo ideale dove vivere un’autentica esperienza da cowboy a cavallo. Molti ranch e strutture offrono escursioni guidate attraverso i panorami rurali dello stato. Immergiti e connettiti con la natura mentre cavalchi attraverso prati aperti, fiumi e canyon spettacolari.

cowboy

Escursioni in jeep e quad

Se invece sei una persona più avventurosa esplora il Wyoming in jeep o quad. Lo stato ospita numerose piste off-road che offrono paesaggi mozzafiato e un’adrenalina unica. Dagli spettacolari panorami delle montagne alla guida attraverso le praterie selvagge.

Visitare Cheyenne, capitale del Wyoming

Cheyenne è la capitale del Wyoming, situata vicino al confine con il Colorado. È il posto ideale dove assaporare a 360° la cultura del West e la sua atmosfera tradizionale. La città prende il nome dalla tribù Cheyenne degli indiani nativi americani che un tempo abitavano la regione.

cheyenne

Il centro storico presenta edifici in stile vittoriano e strade acciottolate che richiamano l’atmosfera del Vecchio West. Una delle attrazioni principali è “Cheyenne Frontier Days“, un evento annuale, che si svolge per dieci giorni a luglio, con rodei, parate e concerti. A Cheyenne puoi visitare anche dei musei interessanti: il Wyoming State Museum che offre una panoramica sulla storia dello stato, il Cheyenne Depot Museum ospitato in un antico deposito ferroviario racconta la storia della ferrovia e della città. Infine, c’è il Cowgirls of the West Museum, che celebra il ruolo delle donne nell’evoluzione dell’Ovest americano.

Immergersi nel vecchio West a Dubois

Dubois, nel Wyoming, è un luogo ideale in cui sperimentare l’atmosfera del Vecchio West e immergersi nella vita di un vero cowboy. La miglior esperienza che puoi fare qui è “Dude Ranch“. Un Dude Ranch è una struttura che offre l’opportunità di vivere la vita di un cowboy, partecipando ad attività come cavalcare, guidare di bestiame, partecipare a un rodeo.

dude ranch

Dormire a Dubois: Rocky Mountain Lodge

lodge dubois

Se stai cercando un luogo caratteristico in cui dormire a Dubois prova il Rocky Mountain Lodge . In loco troverai un barbecue e il parcheggio privato, e in tutte le camere ci sono bagno privato e set per la preparazione di tè e caffè. Nei dintorni della struttura puoi praticare varie attività, tra cui l’escursionismo e lo sci.

Sciare a Jackson Hole

Se hai intenzione di visitare il Wyoming d’inverno e ami sciare allora devi andare a Jackson Hole. Questa cittadina è famosa per la sua area sciistica e per le condizioni di neve eccezionali che attirano sciatori e snowboarder da tutto il mondo. L’area di Jackson Hole Mountain Resort è una delle migliori negli Stati Uniti, ci sono piste per principianti e sfide più impegnative per esperti. La montagna offre un dislivello verticale di oltre 1.200 metri.Una delle attrazioni principali di Jackson Hole è la “Corbet’s Couloir”. Una delle piste da sci più difficili del mondo.

Dinosauri e acque termali a Thermopolis

Thermopolis e una cittadina del Wyoming famosa per le sue acque termali naturali e il centro dei dinosauri. La città vanta le acque termali più grandi del mondo. L'”Hot Springs State Park” è il parco pubblico che offre accesso alle piscine termali. Qui puoi immergerti nelle piscine all’aperto e goderti le proprietà terapeutiche dell’acqua calda, ricca di minerali benefici per la pelle. Puoi anche dilettarti in sentieri escursionistici con la possibilità di osservare la fauna selvatica locale.

thermopolis

L’altra grande attrazione di Thermopolis è il “Wyoming Dinosaur Center“. Un centro dei dinosauri che offre una vasta collezione di fossili di dinosauri, tra cui scheletri completi, impronte fossili e reperti interattivi. Puoi partecipare a vere e proprie spedizioni paleontologiche, lavorando con i paleontologi nella scoperta e nello scavo di fossili.

Wyoming Dinosaur Center

Come arrivare in Wyoming

L’unico modo per raggiungere il Wyoming dall’Italia è ovviamente l’aereo. L’aeroporto più comodo è quello di Jackson Hole (JAC) oppure quello di Cheyenne (CYS). Prima di partire ricorda di sottoscrivere un’assicurazione sanitaria e una polizza annullamento, in grado di coprirti economicamente nel caso di spiacevoli imprevisti.

Prima di partire scopri le eccellenze culinarie del Great West Americano leggendo il nostro articolo dedicato!

Vuoi organizzare il viaggio dei tuoi sogni attraverso il Grande Ovest Americano ma non sai da che parte cominciare? Compila il form qui sotto e contattaci, penseremo a tutto noi!