COMPAGNIE AEREE: COME CAMBIERA’ VOLARE

Dopo tanti anni in cui il trasporto aereo è stato sempre in crescita, ci troviamo ora ad un blocco forzato della maggior parte dei voli e quasi tutte le compagnie del mondo con arei fermi negli aeroporti.

Sicuramente questo scenario cambierà profondamente, ancora una volta dopo l’11 settembre 2001, il modo di viaggiare, salire su un aereo e volare.
Come saranno i viaggi aerei dopo il coronavirus?

American Airlines

La compagnia ha cominciato ad effettuare pulizie e maggiore disinfezione ad ogni volo! A maggio, inizierà a distribuire ai passeggeri salviette igienizzanti o gel e mascherine, se i rifornimenti lo permetteranno. Gli assistenti di volo saranno tenuti a indossare mascherine su tutti i voli, a partire dal 1° maggio.

American Airlines nuove disposizioni di pulizia

Emirates

Anche questa prestigiosa compagnia ha iniziato a predisporre nuove procedure a partire dall’aeroporto di Dubai, dove i passeggeri dovranno seguire file ordinate mantenendo un distanziamento di 2 metri l’uno dall’altro e saranno obbligatori l’uso di mascherine e guanti in lattice.
Inoltre è la prima compagnia ad effettuare, oltre al controllo col termoscanner della temperatura, anche un test sierologico rapido, che verrà attuato da medici ed infermieri.
In seguito al test verrà rilasciato un certificato, per quei paesi che lo richiederanno, come requisito per l’ingresso.

Emirates nuove disposizioni dopo COVID 19

Emirates ha inoltre scelto di lasciare libero il posto al centro tra i sedili per garantire il distanziamento tra i viaggiatori.
Il personale di bordo è già dotato di camici monouso, mascherine e guanti.
La compagnia ha inoltre scelto di limitare i bagagli a bordo, per cui saranno consentiti solo borse, laptop, oggetti per neonati e valigette, mentre tutto il resto verrà spedito coi bagagli in stiva. L’aeromobile verrà accuratamente sanificato per ogni ripartenza.

Alitalia

Ad oggi anche Alitalia richiede l’utilizzo obbligatorio della mascherina da parte dei passeggeri per imbarcarsi su un aereo e ha deciso di lasciare il posto centrale libero per garantire il distanziamento sociale.

Ryanair

Di parere molto diverso invece l’amministratore delegato di Ryanair, Michael O’Leary, il quale non ha intenzione di fare circolare i propri aerei lasciando posti vuoti tra i passeggeri per il distanziamento a bordo. Viste le nuove disposizione europee, che non prevedono l’obbligo del distanziamento, la compagnia ricomincerà a volare tra le maggiori destinazioni d’Europa dal primo di Luglio.

Una cosa è certa la pandemia del COVID-19 sta modificando radicalmente tutto il settore. Si iniziano a vedere infatti, purtroppo, le prime chiusure di alcune compagnie low cost.
Inoltre in aggiunta a tutte le nuove disposizioni rimane anche il grande dubbio su come cambieranno le tariffe dei voli, quanto costerà un biglietto per un volo intercontinentale con la domanda e offerta ridotte?
Quando riusciremo a ripartire per un viaggio all’estero in tutta sicurezza?

Purtroppo non abbiamo ancora molte certezze, al momento rimane la lista sul sito della IATA , sempre aggiornata sulle restrizioni dei vari paesi e consultabile su un pratico link dove poter capire e verificare quali destinazioni siano operative.