Cosa vedere in Messico: viaggio tra natura e storia

cosa vedere in messico

Un paese il Messico in bilico tra storia e cultura, ma anche tradizione e natura. Lo stato è una democrazia rappresentativa composta da trentadue entità federative e la capitale è Città del Messico.

Se stai progettando la tua prossima vacanza in questa parte di mondo sei nel posto giusto. In questo articolo scoprirai cosa vedere in Messico, dove soggiornare e quali piatti tipici devi assolutamente assaggiare prima di fare ritorno a casa. Un paese colorato e vivace che riempie il cuore e gli occhi di meraviglia.

messico cosa vedere

Come viaggiare in Messico

Il Messico è raggiungibile in aereo, con un volo, generalmente con scalo, di circa 14/16 ore. Se si entra nel paese per turismo non è necessario essere in possesso di nessun visto. Il periodo dell’anno migliore in cui viaggiare in Messico è da novembre ad aprile, ovvero la stagione secca.

Cosa vedere in Messico

La prima cosa che si nota in Messico sono i suoi colori, forti e molto accesi. Ciò che colpisce maggiormente i viaggiatori è l’alternarsi di ricchezza e miseria. Un paese molto povero ma molto ricco allo stesso tempo, questa contrapposizione è molto forte, soprattutto in alcune aree del paese.

COZUMEL

È definita l’isola verde e azzurra più grande del Messico. Si trova nel Mar dei Caraibi a una ventina di chilometri dalla costa e dalla penisola dello Yucatan. Nella cittadina di San Miguel si concentra la maggior parte della sua popolazione, tutto intorno c’è solo foresta. Qui puoi visitare i resti dei villaggi Maya e anche il Museo dell’Isola che ne testimonia la sua storia.

cozumel

PARQUE PUNTA SUR

Una grande attrazione per chi viaggia in Messico è l’area protetta nella zona sud dell’isola. Qui si possono visitare i resti dell’architettura precolombiana: il Caracol è un edificio in pietra costruito tra il 1200 e il 1400, dedicato alla dea della nascita e dei buoni parti. La costruzione delle mura nel modo in cui vedrai era strategico, da una fessura usciva un sibilo in caso di vento forte, si trattava dell’allarme che avvisava la popolazione dell’arrivo di un uragano tropicale. Al largo di Cozumel, gli appassionati di avventure subacquee trovano il Mesoamerican Reef, la più grande barriera corallina del continente americano.  Il Parco Ecologico di Punta Sur che è la più grande riserva ecologica, ospita invece una grande varietà di specie indigene come uccelli esotici e una flora selvatica unica. Potrai avvistare sia i coccodrilli che le tartarughe marine. Le spiagge di Punta Sur sono magnifiche, hanno la sabbia bianca e fine. L’ingresso al parco include anche una visita allo storico faro.

parco

CITTÀ DEL MESSICO

Città del Messico è una città grandissima. Il centro è il punto da cui partire per la sua visita, è caratterizzata da edifici coloniali eleganti e ricchi di storia. Inizia il tuo tour da Plaza della Constituciòn, sede delle istituzioni, da qui arriverai a El Zòcalo, un’altra enorme piazza che può contenere fino a 200 mila persone. Qui sorgeva il centro cerimoniale dell’antica Tenochtitlàn, la capitale dell’impero azteco. Con i materiali ricavati dalle rovine dell’antico Teocalli, il tempio Mayor distrutto dagli spagnoli, nel 1573 fu costruita la Catedral Metropolitana presente sul lato nord della piazza, che ricorda la Cattedrale spagnola di Siviglia. Sul lato est della piazza c’è il Palacio Nacional, casa del potere esecutivo messicano. Sorge sulle rovine del palazzo di Montezuma, diventato poi residenza dello spietato conquistatore Hernàn Cortés. Vale la pena visitare anche le rovine azteche della Grande Piramide nella vecchia città di Tenochtitlàn, quelle che costituivano il Templo Mayor. La piramide più alta raggiunge un’altezza di 60 metri. Uno degli edifici più imponenti della città è il grattacielo della Torre Latinoamericana, 204 metri di altezza per 44 piani. Tra i simboli della città c’è anche il Palacio de Bellas Artes, Patrimonio dell’Umanità Unesco, sede dell’Opera e di numerose esposizioni artistiche.  D’obbligo è una visita alla Casa Museo dove visse Frida Kahlo.

città del messico

MERIDA

Scendi verso la penisola dello Yucatàn vicino al Golfo del Messico e raggiungi Merida, un luogo che è un mix di più culture espresse dalle antiche civiltà dei Maya e dai conquistatori spagnoli. Una delle principali attrattive della zona è la gastronomia, i mercati locali dov’è possibile assaggiare i peperoncini habanero piccanti e anche i chaya, simili agli spinaci, o il rambutan.

UXMAL

La città in rovina dei Maya sotto la protezione Unesco, celebre per la sua architettura lineare e per le sculture in pietre decorate. Ma soprattutto per il colore della pietra calcarea che la caratterizza e che le ha fatto meritare la nomea di Città Rosa. Ben conservata la Piramide dell’Indovino, secondo la leggenda costruita in una sola notte da un nano. La forma è su base ellittica, con una scalinata ripidissima che porta all’ingresso dove una maschera di Chaac attende i visitatori a bocca aperta. Poco più in basso ci sono la Gran Piramide e il Quadrilatero delle Monache, il cui nome è frutto di un errore degli spagnoli che pensarono di aver trovato un convento mentre si trattava di una scuola.

CHICHEN ITZA

È uno dei centri più importanti del periodo precolombiano, presenta elementi sia Maya sia Toltechi, come la Piramide di Kukulkàn, conosciuta anche come El Castillo. Durante gli equinozi la luce del sole forma un’ombra a forma di serpente che sembra strisciare lungo le quattro scalinate della piramide. Ognuna di queste ha 91 gradini, in tutto sono 364 e aggiungendo l’ultimo e unico gradino per entrare nel tempio, il totale fa 365 ovvero i giorni del ciclo solare.

chichen tza

PUERTO ESCONDIDO

Uno sbocco sul mare per la catena montuosa che dalla Sierra Madre del Sud si muove lungo lo stato di Oaxaca fino ad arrivare all’Oceano Pacifico. Una delle mete preferite dai turisti di tutto il mondo, soprattutto dagli amanti del trekking.

OAXACA

Luogo ideale per gli amanti del birdwatching: il 70% delle 700 specie di uccelli del Messico è ospitato qui. Immergiti nella meravigliosa fauna locale per un’esperienza unica.

CANCUN

È uno dei luoghi più amati per le vacanze, con le sue spiagge da sogno e gli hotel di lusso, ma anche per la cucina messicana. Assaggia qui i piatti tipici della regione prima di tornare a casa.

cancun

TULUM

Conosciuta come la città dello yoga. Si divide in tre aree: quella del centro di Tulum, Beach Road North e Beach Road South. Tutte e tre meritano decisamente una visita.

tulum

TRENO DEL COBRE

Il canyon del rame, detto Barranca del Cobre, è un gruppo di circa venti canyon che nell’insieme formano una regione molto grande e spettacolare nella Sierra Madre. Le spaccature sono profonde fino a 1500 metri e qui si alternano 5 fiumi oltre a 6 canyon principali collegati tra loro oltre a circa 200 canyon minori. Questa zona è attraversata dalla Ferrocarril, una delle linee ferroviarie più scenografiche del mondo. Salta a bordo e fatti trasportare tra le meraviglie del Messico.

GUANAJUATO

Famosa per le sue casette colorate, qui ti consigliamo di visitare il Museo Iconografico del Quijote, dedicato a Don Chisciotte, eroe del romanzo di Miguel de Cervantes le cui statue sono presenti ovunque a Guanajauto.

yucatan

CENOTES DELLO YUCATAN

Una zona naturale dove sono presenti grotte di acqua dolce di origine calcarea, bellissima da esplorare a piedi o con escursioni guidate acquistabili in loco.

SAN CRISTOBAL DE LAS CASAS

È un punto alto 2100 metri, il territorio considerato il più povero del Messico. Aggiugni al tuo itinerario su cosa vedere in Messico anche il Templo de Santo Domingo, il Museo de Textile Maya, il Museo de la Medicina Maya e Na Bolom presenti proprio in questa zona.

PALENQUE

Se prima di leggere questo articolo il tuo quesito era in Messico cosa vedere, speriamo che ora ti sia tutto più chiaro. Palenque è una località che presenta centri cerimoniali e un percorso che conduce alla città antica, nella giungla Maya protetta dall’Unesco, il meraviglioso sentiero a un certo punto è interrotto dalle cascate.

giungla maya

TEOTIHUACAN

Qui sorge il sito archeologico con le Piramidi del Sole e della Luna. Gli Aztechi lo identificarono come il luogo dove vengono creati gli dei.  

Dove dormire in Messico

Il tuo itinerario su cosa vedere in Messico a questo punto dovrebbe essere ben definito. Ora è il momento di valutare dove soggiornare e che zona scegliere. Il consiglio è quello di optare per strutture alberghiere che si trovano in grandi città, più turistiche e ben servite. Ecco tre strutture che ti consigliamo:

NOMADS PARTY HOTEL & HOSTEL: cominciamo da Cancùn, una delle città più conosciute e trafficate del Messico. Questa struttura a 4 stelle è in una posizione strategica e dispone di sauna e piscina, dove rilassarsi dopo una giornata di scoperta.
HOTEL KINBE: quest’hotel si trova su una delle spiagge più belle del Messico, Playa del Carmen. Una struttura bellissima con piscina interna e rilassante cascata.
COCO TULUM ZEN ZONE HOTEL: infine, ci spostiamo a Tulum, con quest’hotel con spiaggia privata, un ristorante fusion e tantissimi servizi benessere. Il centro città dista solo 10 minuti in auto mentre a 3Km si trovano le splendide rovine Maya.

dove dormire in Messico

Cosa mangiare in Messico

Siamo giunti all’ultimo argomento indispensabile prima di partire per il Messico: quali piatti tipici assaggiare. Ecco i principali cibi che ti consigliamo di provare almeno una volta durante il tuo viaggio:

CHILAQUILES: i messicani mangiano questo piatto a colazione, si tratta di triangolini di mais farciti con salsa piccante, carne tritata, formaggio fresco, avocado e fagioli.
TAMALES: hanno la forma di involtini, a base di farina di mais, ripieni di carne, verdura, frutta e altri ingredienti a piacere.

tamales

GORDITAS: tortillas preparate a mano con la farina di mais, farcite con carne e formaggio. Possono essere fritte o alla piastra.
ENCHILADAS: questa pietanza la si trova spesso anche in Italia, nei ristoranti messicani, altro non è che un piatto di tortillas di mais arrotolate, peperoncino, pollo o carne per il ripieno e formaggio fresco.
AGUACHILE: questo piatto è a base di pesce, con gamberetti immersi in brodo condito con peperoncini chiltepin, succo di lime, sale, fettine di cetriolo e fettine di cipolla.

cosa mangiare in messico

Prima di partire…

Prima di partire per una destinazione come il Messico, dall’altra parte del mondo e al di fuori delle regole europee, è bene attrezzarsi nel modo giusto. La prima cosa da fare è verificare la validità del proprio passaporto. Dopodiché è bene stipulare un’assicurazione sanitaria e una polizza annullamento. Le spese, sia in caso di visite mediche che se non si parte più, possono essere molto alte.

Un’altra cosa da valutare è la possibilità di affittare un’auto in loco, in modo da muoversi in totale libertà per il paese e ottimizzare i tempi.

Vuoi organizzare un viaggio in Messico? Contattaci e organizzeremo il viaggio dei tuoi sogni, occupandoci di ogni dettaglio. Creeremo insieme l’itinerario più adatto alle tue esigenze.

Cosa vedere a Sydney: ecco quali sono le migliori attrazioni turistiche

cosa vedere a sydney

Sydney è una delle principali città australiane, capitale del Nuovo Galles del Sud, è considerata la più popolosa dell’Oceania ed è anche una delle più multiculturali al mondo. Si trova all’interno di un bacino costiero compreso tra il Mar di Tasman a est, le Blue Mountains a ovest, il fiume Hawkesbury a nord e l’altopiano del Woronora a sud.

Se stai progettando un viaggio in Australia non puoi non inserire questa città nel tuo itinerario, quindi ecco cosa vedere a Sydney.

Cosa vedere a Sydney?

Sydney è una delle città più belle al mondo, ricca di attrazioni turistiche e visitata in qualunque periodo dell’anno. Ecco cosa devi assolutamente vedere durante il tuo viaggio:

BONDI BEACH AUSTRALIA: è tra le spiagge più famose di Sydney, qui è possibile anche per i meno esperti seguire delle lezioni di Surf. La spiaggia è divisa in sezioni, è presente un’area per le tavole rigide (Hard boards), un’area per le tavole morbide (Soft boards) e una sezione per nuotare. È una zona sempre molto affollata, essendo una delle più conosciute. Una caratteristica che pochi conoscono è che sono presenti in questo angolo di paradiso due piscine naturali agli estremi della spiaggia.

Bondi Beach

OPERA HOUSE: edificio iconico opera dell’architetto danese Jørn Utzon, la sua costruzione ha richiesto oltre 16 anni ed è terminata nel 1973. Al suo interno sono presenti sale da concerti, circa cinque, ristoranti e negozi di souvenir. Bella da vedere è anche la Concert Hall, con una capienza di quasi 3.000 posti a sedere, ha una forma che ricorda una cattedrale. Per visitare l’Opera house bisogna recarsi a Circular Quay of The Rock, che offre diversi tour e decine di spettacoli diversi.
HARBOUR BRIDGE: questo ponte è soprannominato “l’appendiabiti”, attraversa tutta la baia ed è uno dei ponti ad arco più lunghi del mondo. Si trova vicinissimo all’Opera House. È possibile fare una crociera nella baia, scalare il ponte fino a raggiungere la cima, attraversarlo in treno, auto o autobus. L’Harbour Bridge si trova in Circular Quay, la sua inaugurazione risale al 1932. Dall’Harbour bridge è possibile accedere al Pylon Lookout per 15$.

Ponte di Sydney

THE ROCKS: uno dei quartieri più suggestivi della città, è un distretto storico ricco di vicoli con ristoranti, caffetterie, pub e negozi.
DARLING HARBOUR: è uno dei quartieri più popolari di Sydney ed ospita parchi giochi, musei, ristoranti, negozi, un acquario e anche uno zoo. Da non perdere il Chinese Garden of Friendship, uno splendido giardino in stile cinese che rappresenta l’amicizia tra il New South Wales e la provincia cinese del Guangdong.
ROYAL BOTANICAL GARDEN: un bellissimo giardino botanico che offre una vista fantastica sulla baia di Sydney e ospita specie di piante provenienti da tutta l’Australia e dal mondo intero. Con una storia alle spalle di oltre 200 anni.

royal botanical garden

TOWER EYES: si tratta dell’edificio più alto della città, 309 metri di altezza, e una visione a 360 gradi su tutta la baia. Da salirci assolutamente per scattare foto ricordo mozzafiato!
MRS. MACQUARIE’S CHAIR: nel 1810 il Governatore Lachlan Macquarie fece incidere nella pietra una sedia in onore di sua moglie in un punto privilegiato del Sydney Harbour. Questa sedia è il miglior luogo per godere di una vista panoramica e fare foto con l’Opera house e dell’Harbour Bridge insieme.
PALM BEACH: una spiaggia molto bella e isolata, totalmente lontana dalla città. Ci vuole più o meno un’ora di viaggio per raggiungerla e una volta qui non puoi perderti la camminata fino al faro.

cosa vedere a sydney

BONDI TO COGEE SENTIERO PANORAMICO: connette Bondi Beach a Coogee Beach e percorrerlo è una delle esperienze più belle per gli appassionati di natura. Sono 10 km di cammino con una vista mozzafiato dell’oceano Pacifico e tra le scogliere di Sydney.
TARONGA ZOO: qui potrai accarezzare un Canguro o un Koala, si trova a 12 minuti di battello da Circular Quay e il biglietto d’entrata costa 46$AU.
MANLY BEACH: una spiaggia suggestiva nel nord di Sydney, raggiungibile con il battello, che puoi prendere a Circular Quay e che ti porterà dal famoso Sydney Harbour alle stupende spiagge del nord. Il viaggio dura 30 minuti e cosa 18.20$AU andata e ritorno.

Taroonga zoo

Le Montagne Blu di Sydney

Le Blue Mountain sono un luogo da non perdere, queste montagne prendono il nome dagli alberi di Eucaliptus che, grazie al calore elevato, disperdono un alone di Olio nell’aria che dà delle sfumature di blu alle montagne. Il modo migliore per raggiungere questo parco nazionale, se non si ha la macchina, è il treno che parte da Central Station. La corsa dura circa 2 ore. Il centro delle Blue Mountain è Katoomba.

Blue Mountains

Ma ecco cos’altro vedere a Sydney alle Blue Mountain:

WENTWORTH FALLS: qui è possibile visitare una grande cascata e seguire sentieri interessanti. C’è anche il bellissimo e caratteristico villaggio di LEURA, dove degustare piatti tipici e ottimi cocktail.
THE 3 SISTERS: si tratta della formazione geologica più famosa e mozzafiato delle Blue Mountains.
SCENIC WORLD: la funivia panoramica con tanto di “skywalk”.

WENTWORTH FALLS

Cosa fare di sera a Sydney

La sera di certo non manca il divertimento a Sydney, puoi scegliere tra bar di lusso, e in particolare ti consigliamo: The World Bar, Bayswater Road, Potts Point, New South Wales, Club 77. Qui troverai ottimi drink e musica techno e moderna. In alternativa, scegli tra: William Street, Darlinghurst, New South Wales,Soda Factory, Wentworth Ave, Surry Hills, The Junction dove ascoltare musica dal vivo, partecipare ad eventi e ballare fino al sorgere del sole.

sydney di notte

Altri posti famosi da vedere a Sydney

RISERVA DI BARANGAROO: Costruita sui resti di una delle aree industriali della città, è diventata un’area verde con vista sulla baia di Sydney, ospita oltre 75.000 alberi originari dell’Australia.
GEORGE STREET: una delle vie più importanti della città che collega il quartiere di The Rocks con la stazione centrale della città.
QUEEN VICTORIA BUILDING: un complesso commerciale che ospita negozi e ristoranti, qui si trova Chinatown, da non perdere il palazzo che ospita il comune di Sydney la town hall e la cattedrale in stile gotico di St. Andrew.

QUEEN VICTORIA BUILDING

HYDE PARK: il parco più antico d’Australia e prende il nome da quello omonimo di Londra, all’interno si trovano monumenti che commemorano i caduti durante la Prima Guerra Mondiale, la Archibald Fountain e il War Memorial.
ART GALLERY OF NEW SOUTH WALES: un museo che ospita capolavori di artisti australiani, asiatici ed europei, può vantare la più grande collezione di arte aborigena in Australia.

Art Gallery

Dove dormire a Sydney

Dopo questa vasta e preziosa carrellata di attrazioni da non perdere a Sydney, ecco tre strutture alberghiere in cui soggiornare durante la tua vacanza.

LARMONT SYDNEY BY LANCEMORE: quest’hotel si trova a soli 15 minuti da Bondi Beach e offre camere con una meravigliosa vista sulla città. In loco c’è anche un centro fitness.
METRO HOTEL MARLOW: situato nel centro di Sydney, nel quartiere degli affari, a soli 5 minuti a piedi dalla stazione centrale della città. La posizione di questo albergo è strategica.

dove dormire a sidney


ACE HOTEL: una bellissima struttura a 5 stelle nel quartiere degli affari che offre il noleggio gratuito delle biciclette e dispone di palestra, bar e ristorante interno.

Cose da sapere prima di partire per l’Australia

Sappi che la primavera e l’autunno sono le stagioni migliori per partire alla volta dell’Australia, e di Sydney. Ricordati che ti servirà un visto vacanza per entrare nel paese, puoi richiederlo comodamente online e costa circa 20 euro. Ovviamente, partendo per una destinazione così lontana e al di fuori della copertura sanitaria europea, è importante sottoscrivere una polizza sanitaria, che in caso di problemi ti dia la giusta assistenza, e anche una copertura anti-annullamento.

Visto Australia

Sydney, e l’Australia in generale, si raggiunge in aereo con un volo diretto di circa 15 ore, considera però che solitamente sono previsti 1 o più scali. In loco puoi pensare di noleggiare un’auto per garantirti la massima autonomia.

Ci auguriamo che queste informazioni su Sydney possano esserti d’aiuto per il tuo viaggio, ma ti consigliamo di contattarci per un itinerario unico e personalizzato in base alle tue esigenze. Contattaci!

Viaggio in Colombia: cosa vedere e quando andare

viaggio in colombia

La Colombia è uno stato della regione nord-occidentale dell’America Meridionale, la cui superficie è di 1.141.748 km² , delimitata a est da Venezuela e Brasile, a sud da Perù ed Ecuador e a nord-ovest da Panama, dal Mar dei Caraibi a nord e dal Pacifico a ovest Si tratta dell’unico paese sudamericano ad affacciarsi sui due oceani che bagnano il continente. La capitale è Bogotà e lo spagnolo è la lingua ufficiale della nazione. Il suo paesaggio è caratterizzato da foreste tropicali, dalla catena montuosa delle Ande e da numerose piantagioni di caffè.

cosa vedere in colombia

Quando andare in Colombia

Se stai organizzando un viaggio in Colombia devi tenere conto che qui si alternano due stagione: quella secca e quella piovosa. La prima va da dicembre a gennaio e da giugno ad agosto, in questi mesi le precipitazioni sono molto meno frequenti e fa caldo. Da marzo a maggio e da settembre a novembre invece, si concentrano le piogge, quindi è il periodo meno consigliato.

Il periodo ideale in cui fare un viaggio in Colombia è quello che va da dicembre a febbraio. Considera che le temperature della nazione permettono di fare il bagno in qualsiasi periodo dell’anno, anche se poi il clima può cambiare da zona a zona. La Colombia si raggiunge in aereo, il volo più veloce è quello che parte da Roma e in 16 ore raggiunge Bogotà.

viaggio in colombia

Cosa vedere in Colombia

Se hai in mente di fare un viaggio in Colombia, Patrimonio Unesco, ecco quali sono le cose da vedere tra città, parchi e arcipelaghi e le attività da fare:

  • La Comuna 13 a Medellin
  • Fare trekking nella Cocora Valley
  • Guardare le stelle nel Deserto della Tatacoa
  • Scoprire la giungla in Amazzonia Colombiana
  • Rilassarsi sulle spiagge del Parco di Tayrona
  • Fare un tour gratis del centro storico di Cartagena de Indias
  • Visitare l’Isola di San Andres
  • Fare trekking nella Ciutad Perdida
  • Esplorare la Cattedrale di sale di Zipaquira
  • “Scalare” i 700 gradini della Piedra del Penol
  • Visitare le piantagioni di caffè
  • Vivere il Carnevale a Barranquilla
  • Assaggiare la cucina locale
  • Scoprire la storia del Parco archeologico San Augustin
  • Visitare il pueblo Santa Fe di Antioquia
  • Approdare sulla Islas del Rosario
  • Visitare il museo dell’oro di Bogotà
  • E anche il Museo della Memoria a Medellin
  • Provare l’ Aguardiente
  • Scoprire Popayan
  • Respirare l’atmosfera Hipster di Palomino
  • Andare a San Gil
  • Rilassarsi alle Terme di Santa Rosa de Cabal

Visitare la Colombia: Bogotà

Bogotà è la capitale della Colombia, è una delle città più visitate e anche una delle più “alte” al mondo, si trova infatti ad oltre 2.600 metri di altezza. Le cose da vedere sono:

cosa vedere a bogota
  • Candelara
  • Catredal Primada de Colombia, dichiarata monumento nazionale sede dell’arcivescovado della città
  • Plaza Bolivar
  • Santuario di Monserrate, a 3.152 metri d’altezza.

Cartagena de Indias

Cartagena de Indias è la città più colorata che puoi visitare nel tuo viaggio in Colombia, con le sue casette tutte colorate, in stile coloniale. Le cose principali da vedere qui sono: Plaza de Los Coches, collegata alla Plaza de la Aduana da El Portal de los Dulches, la Iglesia de San Pedro Claver e il quartiere Getsemani. Il centro storico è Patrimonio dell’UNESCO.

Medellin

Medellin, altra città famosissima, è il luogo dell’eterna primavera, oltre che la seconda cittadina più grande della Colombia. Le cose da fare a Medellin sono: osservare il panorama dal Barrio Santo Domingo, andare al Barrio Cerro Nutibara, dove si trova il parco delle sculture, e scoprire downtown, il centro storico e variopinto della città.

Medellin Colombia

Arcipelago di San Andrès

Situato nel bel mezzo del Mar dei Caraibi, con spiagge bianche e acqua cristallina. Meta perfetta per gli amanti del bel mare e del relax, luogo ideale per fare snorkeling e città attiva dal punto di vista culturale Qui durante l’anno ci sono numerosi festival, come ad esempio il Crab Festival che si tiene il 1° gennaio, una grande festa con specialità a base di granchio e musica dal vivo, o il Green Moon Festival, che celebra la cucina locale e la cultura dell’isola, con eventi di letteratura, storia, musica e danza.

san andres Colombia

Leticia

Leticia, se stai pensando di visitare la Colombia, è punto d’accesso all’Amazzonia Colombiana. Capoluogo del dipartimento di Amazonas, è un importante porto fluviale sul Rio delle Amazzoni ed è la città più meridionale di tutta la Colombia. Si trova al centro della Tres Fronteras, una zona dove si incontrano i confini di Colombia, Perù e Brasile. Qui potrete visitare il Jardin Zoologico, dove scoprire gli animali che popolano la foresta e la tipica pianta Victoria amazzonica, per poi lanciarci alla scoperta del Parque Nacional Amacayacu.

Leticia Colombia

Santa Marta

Santa Marta è la seconda città più antica del Sud America e i colombiani la considerano la Perla dei Caraibi. Una piccola e rilassante località di mare, a misura d’uomo, il cui centro storico è molto raccolto, perfetto da visitare a piedi, la sera si riempie di gruppi musicali che suonano nei vari locali. Una delle attrazioni più visitate è la Quinta de San Pedro Alejandrino insieme al Parque Tayrona, uno dei luoghi più suggestivi di tutta la Colombia.

Santa Marta Colombia

Parque Tayrona

Parque Tayrona presenta una spiaggia da sogno, un’enorme giungla in cui imbattersi in diversi animali esotici. Nella zona vivono ancora alcune popolazioni indigene che proteggono il parco e aiutano a conservarlo. Questo si estende per 15.000 ettari, di cui 3.000 sono area marina. Tra gli animali che ospita ci sono anche la pantera, il leopardo e il puma.

Parque Tayrona Colombia

Dove fare trekking in Colombia

In un viaggio in Colombia non può mancare il trekking, che inevitabilmente chiunque si ritrova a fare se vuole visitare le meraviglie di questa nazione, ecco i posti più indicati per sportivi e appassionati.

CIUDAD PERDIDA: Se sei amante della natura e dell’avventura, allora non puoi perderti il trekking alla Ciudad Perdida, un antico santuario Teyuna risalente al VIII secolo d.C. che si trova in mezzo alla Sierra Nevada de Santa Marta, avvolta dalla giungla tropicale. Scoperto nel 1972, oggi è il sito archeologico più famoso e Patrimonio dell’Umanità UNESCO. Viene considerato un luogo sacro per le tre etnie che vivono in questa zona, i Kogi, i Wiwa e gli Arhuaco.

ciudad perdida Colombia

DESERTO DI TATACOA: collocato tra la Cordigliera Occidentale e quella Centrale, si estende per circa 56.500 ettari e ha un’altitudine compresa tra i 386 e i 900 metri sopra il livello del mare, è possibile visitarlo in bicicletta, a cavallo, in moto o motocarro e la notte si assiste da qui a uno spettacolo di stelle.

viaggio in colombia deserto di tatacoa

VALLE DEL COCORA: qui sarete circondati da palme altissime e dalla natura incontaminata.

LA GUAJIRA: qui è possibile fare kite surf, immergersi nella natura incontaminata di Pilon de Azucar oppure godersi la pace e la tranquillità a Cabo de la Vela.

ISOLE DEL ROSARIO: piccole isole che formano un arcipelago sulla costa caraibica della Colombia. Fanno parte del Parco Naturale Nazionale del Rosario e dei Coralli di San Bernardo, e le acque che li circondano sono ricche di biodiversità, qui è possibile praticare sessioni di kayak o pesca sportiva, oltre che immersioni nella barriera corallina.

cosa vedere in colombia

VILLA DE LEYVA: una delle poche città colombiane che ancora oggi mantengono intatte diverse testimonianze ben conservate dell’architettura coloniale. La città è stata dichiarata Monumento Nazionale.

Immersioni nella Cattedrale di Sale di Zipaquirà

Se le immersioni non ti spaventano e, anzi, ti incuriosiscono non puoi non andare alla scoperta della Cattedrale di Sale di Zipaquirà. Scolpita nel sale a 180 metri di profondità, è una chiesa costruita all’interno di un’antica miniera di sale abbandonata. L’attività viene fatta con un tour guidato da un professionista.

cattedrale del sale Colombia

Il carnevale di Barranquilla

È il secondo carnevale più importante al mondo, dal 2003 questo evento è Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO e parteciparvi è un’emozione unica.

carnevale colombia

Dove dormire in Colombia

Abbiamo visto come la Colombia sia da visitare in ogni suo angolo, con i colori, lo spirito delle persone e le attrazioni più meno turistiche. Capiamo ora quali sono le tre strutture alberghiere consigliate in cui passare le nostri notti.

TEQUENDAMA SUITES BY DOT PREMIUM: una bellissima struttura a 4 stelle nel centro di Bogotà, con centro hammam, sauna e fantastica vista sulla città a un prezzo conveniente.

SELVARIO 36 HOTEL: questo bellissimo hotel si trova a Medellin, immerso nella natura, tutto a tema. Le camere sono dotate di vasca idromassaggio e la mattina è inclusa la colazione.

cosa vedere in colombia hotel

OASIS FRESH HOTEL: un bellissimo hotel non lontano dalla spiaggia, con colazione inclusa, vasca idromassaggio e piscina coperta nella località di Santa Marta.

Prima di partire…

Prima di partire alla scoperta di ciò che c’è da vedere in Colombia, stipula un’assicurazione sanitaria, utile quando si viaggia al di fuori dell’Europa e non si è coperti dalle proprie leggi in fatto di sanità. Meglio ancora, fare anche una polizza anti-annullamento, che ti ridà i soldi spesi per la prenotazione del viaggio in Colombia nel caso tu non potessi più partire.

Se vuoi viaggiare in autonomia per la nazione, e visitare tutte le bellissime località citate in questo articolo in totale comodità, il consiglio è quello di affittare un’auto al tuo arrivo in aeroporto, da lasciare poi al momento della partenza, anche se riparti da una località differente rispetto a quella di arrivo.

Vuoi organizzare il viaggio dei tuoi sogni in Colombia e non sai da dove cominciare? Nessun problema, contattaci attraverso il form qui sotto, LasciatiViaggiare preparerà per te un itinerario cucito sulle tue esigenze!

New York in 5 giorni: itinerario e cosa vedere

new york in 5 giorni

Oggi vogliamo portarti a New York in 5 giorni, la Grande Mela che tanti sognano di visitare, la città delle mille luci, quella che non dorme mai, dei set cinematografici di innumerevoli film e serie TV che hanno fatto la storia del cinema. Immagini impresse nella memoria di molti e che rendono questa città una delle più desiderate al mondo.

L’impressione che si ha arrivando a Manhattan per la prima volta è di confusione: rumori, traffico, luci, gente e odore di cibo ad ogni angolo. C’è chi ne rimane immediatamente estasiato e chi si sente spaesato e sopraffatto.

Tra le domande che vengono fatte più spesso al nostro team di esperti riguardo i viaggi a New York ci sono:

  • Quanti giorni servono per vedere le principali attrazioni?
  • Dove si trovano le attrazioni più famose?
  • Cosa vedere a Manhattan?  

Se è la prima volta a New York serviranno almeno 5-7 giorni per poter visitare le attrazioni principali, che sono concentrate sull’isola di Manhattan e in un pezzetto di Brooklyn. New York si compone di 5 distretti: Manhattan, Brooklyn, Bronx, Queens e Staten Island.

Abbiamo preparato per te un itinerario per vedere New York in 5 giorni, in modo da toccare tutte le attrazioni principali della metropoli.

Giorno 1: l’arrivo nella Grande Mela

Il primo giorno arriverai a New York con un volo dall’Italia, solitamente nel pomeriggio o verso sera. Andrai in hotel con un trasferimento privato o condiviso, ti sconsiglio metropolitane e mezzi pubblici con valige e dopo un lungo volo. Prima di immergerti nel nostro itinerario fai una piccola passeggiata nei pressi dell’hotel scelto, per iniziare a calarti nell’atmosfera newyorkese. Approfitta della prima serata per riposarti e recuperare le energie necessarie a partire presto il giorno seguente.

Giorno 2: Midtown

Il fulcro della vita, dei teatri e dello shopping di New York è Midtwon Manhattan e per cominciare ad entrare nel cuore della città non c’è niente di meglio che partire da qui visitando il Rockefeller Center, la cattedrale di San Patrizio, Times Square fino ad arrivare all’Empire State Building e alla Grand Central Station.  

Rockefeller Center
Times Square
Central Station New York
Central Station

Giorno 3: Central Park e Musei  

Chi di voi non conosce il famosissimo Central Park di New York? Il polmone verde della città, compare spesso in film e serie TV. Ti assicuro che passeggiare a Central Park è davvero una meraviglia! Se ti interessano i dinosauri il tuo percorso potrebbe iniziare nell’Upper West Side con il Museo di Storia Naturale. Da li, passeggiando a bordo parco verso sud, si arriva di fronte all’edificio dove John Lennon fu ucciso. In questa zona infatti si trova un’entrata del parco dove potrai vedere il famoso mosaico a lui dedicato, regalato dalla città di Napoli a New York, con la scritta “Imagine”.

Imagine Mosaico Central Park
Mosaico Imagine

Prosegui poi in direzione del Bow Bridge, luogo iconico di tanti film, e attraversa orizzontalmente il parco sino ad arrivare sul Museum Mile, il miglio dove si trovano tutti i musei più famosi della città.

Bow Bridge Central Park
Bow Bridge

Tra i più famosi presenti, che sono poi anche quelli che consigliamo di visitare, ci sono il Metropolitan Museum e il Guggenheim Museum.

MET NYC
Metropolitan Museum

Se i musei non ti interessano e preferisci dedicarti allo shopping, prosegui verso sud sul Museum Mile e arriverai sulla 5th Avenue, famosa perché è qui che molti marchi di alta moda hanno i loro bellissimi negozi. Fai un giretto da Tiffany per strabiliarti davanti a gioielli incredibili. Il Blu Box Cafè, dove fare una “colazione da Tiffany”, è un ottimo bar dove sentirsi come dentro un film.

Tiffany & Co NYC in un giorno di pioggia
Tiffany in un giorno di pioggia a New York

Giorno 4: Lower Manhattan e Brooklyn

Non si può andare a New York e non visitare Liberty Island dove si trova la Statua della Libertà, simbolo importantissimo per la città e per tutti gli Stati Uniti. Il giro in battello include Liberty Island ed Ellis Island, dove si trova il museo dell’immigrazione, altrettanto interessante e toccante. Il consiglio per non fare lunghe code è quello di recarsi a Battery Park molto presto al mattino, e ricordati di non portare oggetti pericolosi perché i controlli sono molto severi, quasi come quelli in aeroporto.

Statua Libertà New York
Statua della Libertà

Una volta tornati a Battery Park puoi dirigerti verso nord dove troverai la conosciutissima statua del Toro di Wall Street! Considera che se vorrai fare una foto dovrai metterti in fila, la gente che affolla questo luogo è sempre tantissima. In questa zona si trova anche la Borsa di New York e la Trump Tower.

Toro Wall Street
Toro di Wall Street

Proseguendo ancora verso nord arriverai al World Trade Center (ground zero). A un certo punto ti troverai davanti le due enormi vasche costruite sulle fondamenta delle due torri gemelle in memoria di chi ha perso la vita l’11 settembre 2001. Molto, molto forte l’esperienza al Museo dell’11 Settembre, dove si ripercorrono i tragici momenti di quel giorno attraverso testimonianze video e reperti. Se invece vuoi visitare la città dall’alto, uno dei più recenti piani di osservazione si trova sulla Freedom Tower!

Freedom Tower - One World trade Center
Freedom Tower

Una volta terminata la visita puoi approfittarne per entrare nella meravigliosa stazione della metropolitana “Oculus”, pensata e disegnata dall’architetto Calatrava. Da qui partono i treni che collegano Manhattan al New Jersey.

Oculus di Calatrava NYC
Oculus di Calatrava

Ora prendi la metropolitana e spostati a Brooklyn. Passeggia a Dumbo, ammira lo skyline di Manhattan dalla promenade di Brooklyn Heights e per finire attraversa il ponte di Brooklyn in direzione Manhattan al calar del sole! Assisterai a un tramonto mozzafiato.

new york in 5 giorni
Dumbo
Ponte di Brooklyn
Ponte di Brooklyn

Giorno 5: High line e si torna in Italia

Generalmente i voli per l’Italia partono nel tardo pomeriggio o la sera, per cui l’ultimo giorno si ha comunque il tempo di vedere ancora qualcosa e andare a caccia di souvenir per portare a casa qualche ricordo. Un percorso interessante, che si trova a Manhattan a ridosso dell’Hudson River, è la High Line, una ex linea ferroviaria sopraelevata che è stata riconvertita a parco pedonale. Noi abbiamo camminato sulla High Line per ben 3 volte, in 3 periodi dell’anno diversi ed è sempre stata un’emozione! Tutta la zona della High Line e soprattutto Hudson Yards, quartiere futuristico, è stata riqualificata con palazzi, strutture, statue e grattacieli di nuovissima generazione. Gli scorci della città che si scoprono durante il cammino sono indimenticabili.

High Line New York
High Line

Non perderti poi The Vessel, una costruzione a nido d’ape di Hudson Yards, un su e giù di scale molto scenografico e divertente. Purtroppo non è più possibile salire su questa struttura ma proprio a fianco troverai l’ingresso ad uno dei più recenti osservatori della città, The Edge Observation Deck, una terrazza esterna fatta di vetri, che si trova al centesimo piano di un grattacielo.

New york in 5 giorni
Vessel

Le domande più frequenti su New York

  • Qual è l’aeroporto più vicino a Manhattan?
    L’aeroporto più vicino è certamente quello di La Guardia ma i voli intercontinentali dall’Europa arrivano solitamente a Newark e JFK Airport. Uno dei modi più comodi e convenienti per raggiungere Manhattan è lo shuttle condiviso disponibile da tutti e 3 gli aeroporti.
  • Esistono dei pass per visitare la città? Qual è il migliore?
    C’è l’imbarazzo della scelta di pass utilizzabili per visitare le maggiori attrazioni di New York: Explorer Pass, City Pass, the New York Pass.
    Il mio consiglio è, prima di tutto, capire quali sono gli ingressi che desideri acquistare e in base a ciò scegliere il pass più adatto e conveniente. Noi di Lasciati Viaggiare siamo a disposizione per darti consigli e suggerimenti.
  • Qual è la miglior posizione dove scegliere un Hotel?
    Per potersi muovere comodamente e non perdere troppo tempo è necessario pernottare a Manhattan. La zona che personalmente suggeriamo è l’Upper West Side, non lontano dal Museo di Storia Naturale. L’area è molto meno caotica di Midtown e ugualmente comoda grazie alla metropolitana.
Booking.com
  • Qual è il periodo migliore per visitare New York in 5 giorni?  
    Un viaggio nella Big Apple può essere fatto in qualsiasi periodo dell’anno. Ogni stagione ha la propria magia, eventi, spettacoli, installazioni temporanee e atmosfera. Uno dei momenti più richiesti è Capodanno, ma possiamo assicurarti che in qualsiasi periodo tu decida di visitarla non ti deluderà e ogni volta che tornerai troverai una città diversa ed emozionante.

    Se vuoi vivere la città come veri Newyorchesi e goderti il viaggio senza troppi pensieri non perdere i nostri tour accompagnati!!

Dove dormire a New York

Come abbiamo detto, secondo noi il quartiere migliore in cui soggiornare è l’Upper West Side, ecco allora tre hotel consigliati:

  • HOTEL BELLECLAIRE CENTRAL PARK: una bellissima struttura a 4 stelle con camere o suite, a poco più di 1Km da Central Park e dal Museo di Storia Naturale. In loco c’è anche una pasticceria che propone dolci francesi.
  • HOTEL NEWTON: un hotel intimo e accogliente situato a pochi passi dalla fermata della metropolitana. In 10 minuti di cammino si raggiunge facilmente Central Park.
  • LA QUINTA BY WYNDHAM: questa struttura si trova a 1 isolato da Central Park e dal Museo di Storia Naturale. Offre la colazione continentale ogni mattina ed è vicinissima alla metropolitana.

SULLA PAGINA DI PRONTO PRO PUOI LEGGERE LA NOSTRA INTERVISTA!

Il nostro viaggio solo donne a New York con Kiara Di Paola

Prima di partire per gli Stati Uniti è importante stipulare un’assicurazione sanitaria, i costi anche solo per un piccolo malanno sono davvero elevati oltreoceano. Per viaggiare ancora più tranquilli è bene scegliere anche una polizza annullamento, nel caso per cause di forza maggiore non si riuscisse più a partire. Visti i prezzi, spesso elevati, dei voli, è importante prevenire. Se vuoi girare per la città in completa autonomia, e magari fare anche qualche gita fuori dalla city, la cosa migliore è affittare un’auto al tuo arrivo in aeroporto.

Vuoi un itinerario ancora più personalizzato? Contattaci e organizzeremo il viaggio dei tuoi sogni!

Londra in 4 giorni: ecco cosa vedere nella capitale inglese!

londra in 4 giorni

Londra, la città più iconica di sempre. In questo articolo vi raccontiamo cosa vedere e cosa fare a Londra in 4 giorni. Ecco una lista dei luoghi da visitare a Londra in 4 giorni, prima di scendere nel dettaglio del tour.

Londra in 4 giorni
  • Westminster
  • Buckingham Palace
  • Tate Britain
  • London Eye
  • Tower of London
  • Tate Modern
  • Leadenhall Market
  • Shoreditch
  • British Museum
  • Covent Garden
  • Camden Town
  • West End
  • Harrods
  • Notting Hill

Per far sì che tu possa visitarla al meglio abbiamo creato un itinerario ottimizzato e concentrato in soli 4 giorni, dove i primi due giorni sono intercambiabili tra loro a seconda di quale sia il tuo aeroporto di arrivo e partenza. 

Andiamo quindi a vedere cosa fare a Londra in 4 giorni.

Itinerario di Londra in 4 giorni

GIORNO 1- LONDRA IN 4 GIORNI

Gli aeroporti più scelti per i voli provenienti dall’Italia sono Heathrow, Gatwick e Stansted.

Se atterrate a Heathrow o Gatwick è sicuramente più comodo avere una sistemazione in zona VictoriaHeathrow è collegato con il centro città grazie alla Piccadilly line della metropolitana, che è quella di colore blu nella mappa che troverete in tutte le stazioni principali della Tube. Da Gatwick invece c’è il treno espresso ogni 10-20 minuti circa che in mezz’ora ti porta a Victoria Station.



Booking.com

Abbazia di Westminster

Inizia la tua visita da una delle zone più centrali: Westminster, qui sono concentrati i luoghi più conosciuti di Londra: passa accanto all’abbazia di Westminster, la House of Parliament con il Big Ben, prosegui con una passeggiata in Downing Street, dove al numero 10 si trova la residenza del Primo Ministro, per poi raggiungere St. James’s Park attraverso il quale potrete arrivare a Buckingham Palace, il palazzo della famiglia reale inglese, dove ogni giorno alle 11.30, da maggio a giugno, è possibile assistere al famoso Cambio della Guardia.

Buckingham Palace

Nei restanti mesi dell’anno la cerimonia ha luogo solo ogni due giorni ed è ovviamente annullata in caso di pioggia. Se invece vuoi immergerti nei luoghi della cultura londinese, segui il lungofiume verso sud fino a incontrare la Tate Britain, famosa per conservare una delle maggiori collezioni di opere realizzate dal gruppo di pittori inglesi conosciuti come i Preraffaelliti. Tornando verso nord attraversa Westiminster Bridge per salire sul London Eye, la ruota panoramica della città, che di sera regala un panorama mozzafiato.

London Eye

GIORNO 2 – LONDRA IN 4 GIORNI

Se atterri all’aeroporto di Stansted invece, conviene alloggiare nell’east end, la zona est di Londra. Con il National Express Coach o lo Stansted Express Train potrai raggiungere Liverpool Street Station, situata nel cuore della City, non solo il centro della finanza ma anche la parte più antica della città. Inizia il tuo tour dalla Tower of London. dove ammirare la famosa collezione dei gioielli della Corona Inglese, per poi continuare con una passeggiata rigenerante lungo il Tamigi nella zona di Southbank.

Tower of London

Lungo la tua passeggiata ti imbatterai nel London Bridge e nel Borough market, dove troverai anche prodotti italiani: sono presenti tantissimi stand di eccellenze del nostro paese. Proseguendo raggiungerai il National Theatre e lo Shakespeare Globe, il teatro dove ogni anno la Shakespeare Company propone una stagione teatrale dedicata al grande drammaturgo.

Infine, ti consigliamo di fare un salto al Tate Modern, il museo di arte moderna più visitato al mondo ospitato all’interno di una ex centrale elettrica. Tornando indietro attraversa il Millennium Bridge, che se sei un fan di Harry Potter sicuramente ricorderai per una delle più famose scene del sesto film della saga. Un’ultima visita all’edificio religioso più imponente della Gran Bretagna, la St. Paul’s Cathedral, capolavoro realizzato dall’architetto Christopher Wren. Se vuoi dedicarti a un po’ di shopping in giro per i mercati di Londra, vai al Leadenhall Market, altro luogo decisamente noto ai potteriani. Si tratta infatti della location utilizzata per Diagon Alley.

Leadenhall market

Per concludere la giornata spostati a Shoreditch, un frizzante quartiere frequentato dagli amanti del vintage: qui infatti, in particolare a Brick Lane, troverai tantissimi negozi in cui fare acquisti di abiti second hand e pezzi di arredamento retrò, puoi fare dei veri e propri affari. Infine, proprio dietro a Liverpool street station, concediti una birra o una cena in uno dei tanti localini situati all’interno dell’Old Spitafield Market.

GIORNO 3 – LONDRA IN 4 GIORNI

Il terzo giorno buttati nella visita di Holborn, una delle zone della Central London più ricca di teatri, dove poter assistere a uno dei tanti musical in scena al momento. Come acquistare i biglietti? Il modo migliore è recarsi alla biglietteria del teatro qualche ora prima dello spettacolo, si possono trovare i biglietti invenduti, che spesso hanno ottimi prezzi. Raggiungi in metropolitana Tottenham Court Road, dove la prima tappa sarà il British Museum, uno dei musei più antichi del mondo che conserva una delle collezioni archeologiche più ricche e rinomate.

British Museum

Se non sei un grande amante dei musei, non preoccuparti, non devi per forza passarci tutta la mattina. Non perderti Covent Garden, il mercato coperto famoso per essere stato il luogo di incontro tra il senzatetto James e il famoso gatto rosso Bob, diventato poi il suo amico inseparabile. Qua c’è l’imbarazzo della scelta per un pranzo veloce, ma puoi anche optare per Neal’s Yard, una corte interna piena di localini, bar e ristoranti, molto apprezzata per i suoi colori vivaci. Spostati poi verso Trafalgar Square con i suoi iconici leoni e l’imponente edificio che ospita la National Gallery, per poi raggiungere Piccadilly Circus e da lì prendere Shaftesbury Avenuefino a Charing Cross, quest’ultima è una via vivace e famosa per le sue librerie. Pensa che in una piccola traversa chiamata Cecil Court ci sono solo e unicamente librerie!

Cecil Court

Concludi la giornata con un po’ di shopping in Oxford Street, dove si trovano tutte le grandi catene di negozi, costeggerai anche Hyde Park. La sera spostati a Camden Town, il quartiere nord della città simbolo del punk. Puoi fare una tappa intermedia e fermarti a Baker Street per vedere la famosa porta numero 221B di Sherlock Holmes, oggi sede del museo a lui dedicato.

 Baker street

Camden Town è una vera e propria città nella città, piena di locali dove spesso puoi trovare una serata open mic, microfono aperto, e se vuoi puoi provare a buttarti sul palco e cantare qualcosa!

GIORNO 4 – LONDRA IN 4 GIORNI

L’ultimo giorno a Londra si dedica al west end, la zona sud-ovest della città. Immancabile la visita al Victoria&Albert Museum, che ha da poco aperto una nuova ala raggiungibile direttamente con la metropolitana. Questo quartiere, molto chic e residenziale, è ricchissimo di musei: nello stesso isolato accanto al V&A potrai visitare anche il Science Museum e il Natural History Museum. Non solo musei però! Essendo l’ultimo giorno, lo shopping è doveroso e non c’è niente di meglio dei magazzini Harrods dove ti perderai fra oggettistica brandizzata e cibo di lusso.

Harrods

Spostati ora verso Kensington Gardens, da qui raggiungi Notting Hill, romantico quartiere dove, beh non troverai Hugh Grant nella sua libreria, ma potrai ammirare Portobello Road Market, che si tiene due volte la settimana, il mercoledì e il sabato e dove una tazza da tea tipica inglese a un pound sicuramente finirà nella tua valigia come ricordo di questo indimenticabile viaggio.

Notting Hill

Dove dormire a Londra

Ora che l’itinerario per vedere Londra in 4 giorni è definito, vediamo dove dormire nella City, tre hotel per tre diverse zone della città. Tutte e tre le strutture consigliate si trovano vicino a fermate della metropolitana in modo da garantirti la massima autonomia di movimento.

ALEXANDRA HOTEL: questa struttura alberghiera è ospitata all’interno di un edificio vittoriano nella zona di Westminster, centralissima e perfetta per visitare comodamente molte delle principali attrazioni turistiche della città. La colazione è compresa.

THE Z HOTEL HOLBORN: situato vicino a Covent garden, in una posizione comoda e centrale, nelle vicinanze della metropolitana. Da qui è facilmente raggiungibile anche la zona più eccentrica della City: Camden Town.

THE 29 LONDON: un altro bellissimo hotel in una posizione centralissima, a 5 minuti a piedi dalla stazione Victoria, punto di arrivo dagli aeroporti, e vicino a diverse fermate della metropolitana. La colazione è inclusa.

Vuoi aiuto per organizzare il tuo viaggio a Londra? Affidati alla nostra agenzia per un itinerario personalizzato sulle tue esigenze. Ricordati, soprattutto ora che l’Inghilterra non fa più parte dell’Unione Europea, di sottoscrivere un’assicurazione sanitaria prima di partire e se vuoi salire sull’aereo con una maggiore tranquillità, anche una polizza annullamento, che ti risarcirà nel caso non riuscissi più a partire. E se vuoi raggiungere il centro di Londra più velocemente, affitta un’auto in aeroporto e muoviti in completa autonomia.

Vacanza a Miami: cosa fare e vedere nella città più famosa della Florida

miami cosa vedere

Miami è una delle città più conosciute dagli Italiani per le vacanze negli Stati Uniti, nonché una delle più ambite. Vediamo perché vale la pena fare un viaggio a Miami, cosa vedere e che attività ci sono da fare nella città più famosa della Florida.

Vacanze a Miami

Come raggiungere Miami

Fare un viaggio a Miami non è complicato, la città ha un aeroporto ben servito e collegato con l’Europa e con tutti le altre zone degli Stati Uniti.
L’aeroporto di Miami vede transitare oltre 40 milioni di passeggeri all’anno, è il secondo aeroporto americano per traffico internazionale di passeggeri. In base ai diversi periodi dell’anno è possibile trovare offerte da Roma o da Milano più o meno convenienti.

Come muoversi a Miami

Miami è un mosaico composto da numerosi tasselli, ognuno con le proprie caratteristiche . Muoversi tra le strade e i quartieri di Miami è molto semplice, il trasporto pubblico è efficace e il taxi è consigliato soprattutto per tragitti brevi ed economici.

muoversi a miami

Trasporto Pubblico:

Se decidi di muoverti con il trasporto pubblico, ecco le soluzioni a tua disposizione:

  • Metrobus
  • Metrorail: una metropolitana leggera
  • Metromover: un mezzo gratuito nella tratta Downtown /Brickell
  • Airport Flyer Bus: collega l’Aeroporto a South Beach 24 ore su 24, costa 2.25$ a corsa e passa ogni 30 minuti
  • Trolley Bus: nella zona di South Beach sono presenti 10 linee di bus colorati che circolano tra Washington street a la Collins , sono gratuiti e sono attivi circa 20 ore al giorno dall’alba alle due di notte
  • Biciclette a noleggio: presenti soprattutto nella zona di South Beach

Le aree di Miami da vedere

Winwood Miami

WINWOOD: un’area che si estende per parecchi isolati, completamente ristrutturata, dove vecchi magazzini e abitazioni sono stati completamente sostituiti e ristrutturati. Quest’area negli ultimi 15 anni è diventata un vero e proprio museo a cielo aperto. Non solo murales e opere d’arte ma anche movida per la vita notturna con locali particolari. La zona è sicura, tempestata da gallerie d’arte e negozi di arte contemporanea. Qui è possibile vivere un’esperienza a contatto con le persone del luogo. Sono presenti anche svariati Microbirrifici artigianali dove trascorrere una piacevole serata.

South Beach Miami

SOUTH BEACH: la zona più richiesta per un viaggio a Miami, molto battuta sia di giorno che di notte per una certa atmosfera che la rende affascinante. L’aspetto architettonico del Deco Art District degli anni 50 caratterizza la zona di South Beach. Lincoln Road Mall è la via principale dello shopping a cielo a aperto e dei locali.

FEANA DISTRICT: una zona formata da 4 blocchi di isolati, nella parte alta della Collins, a un paio di chilometri dalla Ocean drive. Un architetto di origini argentine ha ridisegnato alcuni hotel e un centro commerciale dando un aspetto diverso a questa zona.

Miami downtown

DOWNTOWN/ BRICKELL: è il centro finanziario che caratterizza la città di Miami. Zona che è stata completamente rivalutata per quanto riguarda la sicurezza e le strade. Si tratta di una zona diversa rispetto a quella di South Beach, con un ottimo rapporto qualità prezzo per le strutture alberghiere e con molti ristoranti da provare.

Sono presenti due musei che vale la pena visitare in questa zona:

  1. Frost Science Museum
  2. Museo di Arte Moderna

Questa zona è anche molto vicina al porto e quindi comoda se desideri fare una crociera. Miami è la capitale Mondiale delle Crociere, il suo porto accoglie ogni anno oltre 5.3 milioni di crocieristi, vantando un primato nel mondo. Questa è anche la sede di quasi tutte le compagnie di crociera del mondo, oltre che il punto di partenza per le crociere dirette alle Bahamas, ai Caraibi e in Messico.

Il Downtown Bayside ha un watefront con negozi fronte mare molto carini. La zona di Brickell City Center offre differenti possibilità sia di ristorazione che nell’ospitalità.
Una novità degli ultimi anni è la presenza della Stazione Miami Central, da cui parte il Treno ad alta velocità da Miami Downtown verso West Palm Beach, della Virgin Train che in 30 minuti raggiunge Fort Lauderdale.

Cosa fare a Miami

Sono tante le esperienze che puoi fare durante il tuo viaggio a Miami.
Osserva i punti più panoramici via mare, via terra e via cielo per fare esperienze indimenticabili! Sono disponibili crociere ed esperienze in elicottero che ti lasceranno senza fiato e potrai assaggiare cibo proveniente da tutto il mondo nelle numerose Food Hall, centri in cui sono presenti molteplici ristoranti. Se sei un appassionato di cucina, a Little Havana è possibile fare dei bellissimi tour dedicati al cibo.

Key Biscane Miami

KEY BISCANE: un’isola che dista poco più di 25 minuti da Miami, qui c’è un parco naturale con spiagge uniche e meravigliose. Si raggiunge in auto previo pagamento di un pedaggio.

Everglades

EVERGLADES: il parco nazionale delle Everglades è raggiungibile da Miami in poco più di un’ora e offre un’esperienza unica in una zona paludosa in cui alligatori e coccodrilli convivono. Fai un giro sulle Air Boats, delle barche molto rumorose che sfiorano il pelo dell’acqua ad alta velocità e che vi portano alla scoperta della flora e fauna tipica delle Everglades.

CORAL GABLES A COCONUT GROVE: una zona molto bella sia per soggiornarci sia per godersi il mare. Questo è uno dei più bei quartieri residenziali di Miami. Non troverai ristoranti o locali ma bellissime e fascinose ville immerse nel verde e affacciate su silenziose strade.

Dove dormire a Miami

Ecco tre strutture alberghiere consigliate, in 3 differenti e ambite zone di Miami:

ASOT HOTEL MIAMI: se sei alla ricerca di un posto dove dormire nel centro di Miami, l’Asot Hotel potrebbe essere la soluzione giusta. Nella zona circostante si trovano numerose attrazioni, tra cui il Bayfront Park. La colazione continentale è compresa.

HOTEL ST MICHEL: nella zona di Coral Gables il consiglio è quello di soggiornare all’Hotel St. Michel, situato a 6 Km dal centro città nella zona più residenziale. Come ospiti dell’hotel potrete cenare all’interno del Ristorante Zucca, specializzato in cucina italiana.

viaggio a miami

MIAMI SKY TERRACE BAYSIDE: questa struttura si trova a soli 600 metri dal Bayfront Park e dal Bayside Market Place. L’hotel ha anche una piscina coperta.

Nonostante i servizi di trasporto pubblico siano molto efficienti, se vuoi la massima libertà di movimento puoi affittare un’auto, che puoi prendere all’arrivo in aeroporto e restituire alla partenza, anche in un luogo differente da quello di ritiro. Ricordati anche di sottoscrivere un’assicurazione sanitaria prima di partire per il tuo viaggio a Miami, i costi anche solo per un semplice malanno in America sono davvero elevati.

Cosa ne dici? Ti è venuta voglia di fare un viaggio a Miami? 
Non esitate a chiederci un itinerario su misura o andate alla nostra proposta di viaggio in Florida on the road. 

Anguilla cosa vedere, quando andare e quanto costa?

anguilla cosa vedere

Anguilla, il paradiso dei Caraibi, è un territorio britannico, il più a nord delle Isole Sopravento settentrionali nelle Piccole Antille. Si compone di 5 isole e la capitale è The Valley. L’intero territorio ha un’estensione di 102 km², con una popolazione di circa 14.000 persone. L’isola di Anguilla ha una forma stretta e allungata, proprio per questo motivo i primi esploratori europei che sbarcarono qui le diedero questo nome, che ricordava loro il pesce anguilla. Geograficamente Anguilla si trova tra il Nord e il Sud America e politicamente fa parte del Regno Unito, infatti la sua lingua ufficiale è l’inglese. Sull’isola sono presenti 33 spiagge, le più belle da visitare sono: Shoal Bay East, Cove Bay, Rendezvous Bay, Savannah Bay, Meads Bay, Shoal Bay West e Maunday’s Bay.

Anguilla Caraibi

Perché scegliere Anguilla per le proprie vacanze

Anguilla si trova al largo dei Caraibi Orientali ed è da sempre considerato un luogo paradisiaco. Ogni anno l’isola viene scelta da milioni di turisti che scelgono di trascorrere qui le proprie vacanze. La destinazione perfetta per chi ricerca pace e relax in mezzo alla natura incontaminata. Anguilla possiede lunghe spiagge di sabbia bianca bagnate da mare cristallino, offre anche la possibilità di dilettarsi in tantissime attività.

Come raggiungere Anguilla?

Il modo migliore per raggiungere Anguilla è attraverso un volo per Saint-Martin, da cui poi prendere un secondo aereo per la capitale The Valley. Ci vogliono dalle 12 alle 15 ore di volo per raggiungere l’isola dall’Italia.

Quando andare ad Anguilla?

Anguilla ha un clima tropicale, caldo tutto l’anno con temperature leggermente più basse da dicembre a marzo. I mesi più afosi sono quelli che vanno da maggio a ottobre e le piogge non sono mai troppo abbondanti. Il periodo più piovoso è quello che va da agosto a novembre. Essendo una zona tropicale, generalmente le precipitazioni sono di breve durata e temporalesche. Queste condizioni rendono l’acqua del mare calda tutto l’anno, è infatti possibile fare il bagno in qualsiasi mese.

Mar dei caraibi

Il periodo meno consigliato per una vacanza ad Anguilla è quello che va da giugno a novembre, questo perché pur essendoci bel tempo è più alta la probabilità che si verifichino uragani e acquazzoni tropicali.

Ecco quali sono le temperature minime e massime per ogni mese dell’anno:

  1. Gennaio: minima 23° / massima 28°          
  2. Febbraio: minima 23° / massima 28°         
  3. Marzo: minima 23° / massima 28°             
  4. Aprile: minima 25° / massima 28°             
  5. Maggio: minima 25° / massima 30°             
  6. Giugno: minima 26° / massima 31°             
  7. Luglio: minima 26° / massima 31°             
  8. Agosto: minima 26° / massima 31°             
  9. Settembre: minima 26° / massima 31°      
  10. Ottobre: minima 26° / massima 30°           
  11. Novembre: minima 25° / massima 29°      
  12. Dicembre: minima 24° / massima 28°        

Cosa vedere ad Anguilla?

Anguilla è un’isola che ha molto da offrire, dalle meravigliose spiagge alle bellezza di The Valley, la sua capitale. Ecco i punti turistici da non perdere e inserire nel proprio itinerario:

SHOAL BAY WEST: è il luogo più famoso dei Caraibi Orientali. Una spiaggia splendida, con acqua cristallina dove si riesce a vedere il fondo del mare praticamente tutto l’anno. Consiglio: questo è un ottimo punto in cui fare snorkeling.

THE VALLEY: è la capitale di Anguilla e anche la maggiore città dell’isola, il suo centro è molto caratteristico e popoloso, conosciuto e frequentato sia di giorno che di sera. Conserva resti di edifici risalenti all’epoca coloniale e una delle attrazioni principali della città è il Museo Nazionale di Anguilla, che organizza sessioni di birdwatching.

Anguilla cosa vedere

CROCUS BAY: è una delle spiagge più belle e incontaminate dell’isola, il fondo è basso e questo permette di nuotare senza difficoltà fino a Little Bay. Un punto perfetto in cui fare snorkeling e ammirare le numerose varietà di pesci presenti che nuotano tra le scogliere coralline. Il momento migliore della giornata in cui andare a Crocus Bay è il tramonto.

RICKLY PEAR CAVES: la tappa ideale per chi ama l’avventura, qui si trova infatti una caverna subacquea che ospita diverse specie della fauna marina, come squali nutrice e i famosi barracuda. È possibile fare bellissime esplorazioni in compagnia di professionisti ed esperti del posto.

WALLBLAKE HOUSE: per chi ama scoprire la storia del luogo in cui si trova, la Wallblack House di Anguilla dice molto sulla cultura locale, si tratta di una tipica casa coloniale che riporta indietro nel tempo facendo rivivere la storia di quest’isola.

WALLBLAKE HOUSE anguilla

CROCUS HILL: si tratta del punto più alto dell’isola, raggiungibile con un percorso di trekking immerso nella vegetazione. Il panorama che si ammira da qui è fenomenale.

MEAD’S BAY: è la spiaggia più ricca della nazione, dove sono situati gli alberghi più lussuosi, è anche il centro della vita notturna di Anguilla.

SCILLY CAY: un piccolo isolotto caraibico situato di fronte alla costa dell’isola di Anguilla, dove rifugiarsi per sorseggiare un ottimo cocktail tipico e farsi cullare dal rumore delle onde.

Scilly Cay

SANDY ISLAND: una piccola isola disabitata nella zona est dell’isola. Non è una spiaggia molto frequentata e per questo incontaminata e bellissima.

RENDEZVOUS BAY: l’unica spiaggia presente nel litorale est dell’isola di Anguilla, la zona ideale per chi desidera praticare sport acquatici come la vela ed il windsurf.

DOG ISLAND: l’isola dei cani è un territorio disabitato, un’altra delle spiagge meno turistiche e contaminate della zona, scelta spesso da viaggiatori solitari o coppie in cerca di pace e tranquillità.

Dog Island

ANGUILLITA: una piccola isola rocciosa poco lontana da Anguilla, raggiungibile esclusivamente con le canoe e per questo molto poco frequentata. L’isolotto è l’ideale per le immersioni subacquee, qui infatti sono presenti tre barriere coralline a profondità diverse e numerose grotte marine.

Dove dormire a The Valley, la capitale di Anguilla

La meta più gettonata in cui soggiornare sull’isola di Anguilla è The Valley, la capitale. Ecco tre strutture alberghiere consigliate:

  1. SHOAL BAY VILLAS: un hotel situato a circa 20Km da Saint Martin, proprio di fronte a un mare cristallino. La struttura è molto confortevole, ospita una piscina all’aperto e tutte le camere hanno anche la cucina, per garantire la massima autonomia. La struttura mette a disposizione dei propri ospiti anche il servizio baby-sitter e l’attrezzatura da snorkeling.
  2. ZEMI BEACH HOUSE: struttura a 5 stelle con miniclub, perfetta per tutta la famiglia, con piscina all’aperto, hammam e colazione inclusa. Nei dintorni della struttura è possibile praticare diverse attività come snorkeling, escursionismo o canoa.
  3. AURORA ANGUILLA RESORT & GOLF CLUB: un lussuoso resort a 5 stelle con campo da golf, centro benessere e piscina all’aperto. Tutte le camere hanno una vista mozzafiato sul mare e in hotel è possibile fare attività acquatiche, lezioni di fitness e trattamenti estetici.

Quanto costa una vacanza ad Anguilla?

Permettersi una vacanza ad Anguilla non è cosa da tutti, i costi infatti sono abbastanza importanti. Si deve preventivare un budget che vai dai 3.000 euro a persona in su. Vivere sull’isola è abbastanza oneroso, tour ed escursioni hanno costi alti, così come gli hotel che si trovano nelle zone più gettonate. I trasporti invece hanno un prezzo più alla portata dei turisti.

cosa vedere ad anguilla

Anguilla è la meta perfetta per chi ama il mare e vuole concedersi un viaggio tropicale all’insegna del relax. L’isola offre molto dal punto di vista naturalistico e permette di cimentarsi in numerose attività di terra e di acqua. Ricorda, prima di partire per qualsiasi viaggio a lungo raggio, di sottoscrivere un’assicurazione sanitaria, utile nel caso di piccoli malesseri o incidenti. I costi sanitari al di fuori dell’Unione Europea possono raggiungere cifre molto alte e avere un’assicurazione che li copra è importantissimo. E se vuoi partire ancora più tranquilla c’è anche la Polizza annullamento, che ti risarcisce nel caso tu non potessi più partire.

Se vuoi concederti una vacanza in un paradiso tropicale affidati alla nostra agenzia viaggi per ottenere un preventivo dettagliato e cucito sulle tue esigenze. Sapremo fornirti la soluzione al miglior prezzo disponibile e creare una vacanza ad hoc che ti soddisfi al 100%.

New Orleans: cosa vedere nella città della musica

cosa vedere a new orleans

Oggi andiamo nel profondo sud degli Stati Uniti, nello stato della Luisiana dove si trova una delle città più affascinanti e ammalianti di questo bellissimo paese: New Orleans. Questa città è particolarmente conosciuta per il suo quartiere francese e per la musica: il jazz; anche se ha molto altro da offrire. Ecco cosa vedere e cosa è possibile fare nella città di New Orleans.

Cosa vedere a New Orleans

New Orleans è una meta circondata di molto fascino, che siamo soliti vedere nei film, ricca di storia e tradizioni. Un mix di culture diverse che influenzano i diversi quartieri di cui si compone. Ecco cosa vedere a New Orleans.

QUARTIERE FRANCESE: Spesso chiamato il gioiello della corona di New Orleans, è uno dei quartieri più storici di NOLA (New Orleans). Edifici storici e moderni si alternano in modo armonioso. Visita il suo mercato francese, boutique in mezzo a negozi di antiquariato e vecchi ristoranti come Antoine’s, Arnaud’s, Galatoire’s e Brennan’s. Il quartiere francese è un ritratto senza tempo, soprattutto al tramonto quando le rondini volano sopra gli indovini in Jackson Square e le pareti color crema della cattedrale di St. Louis riflettono il tramonto infuocato. Le insegne al neon prendono vita in Bourbon Street, gli zoccoli dei cavalli risuonano sulle strade, la musica pulsa e le luci tremolano in un luogo pieno di leggende e di persone che cammino allegramente per le strade.

CATTEDRALE DI ST. LOUIS: uno dei monumenti più importanti di New Orleans. La cattedrale domina Jackson Square e con i suoi tre campanili è la più antica cattedrale cattolica ancora attiva degli Stati Uniti. Davanti alla cattedrale ti troverai nel cuore della vecchia New Orleans.

cattedrale st louis

NEW ORLEANS CITY PARK: uno dei più grandi parchi urbani degli Stati Uniti. Nonostante le migliaia di persone che ogni anno lo percorrono è talmente grande che la sensazione è quella di essere uno dei pochi a visitarlo. Il parco ospita il più grande boschetto di querce al mondo, alcune hanno quasi 800 anni. Molte delle principali attrazioni si trovano qui, tra cui il New Orleans Botanical Garden, la Couturie Forest e l’Arboretum, il New Orleans Museum of Art, il Louisiana Children’s Museum, i Carousel Gardens e il City Putt. A Big Lake puoi anche noleggiare biciclette e barche per una esperienza “local”.

ZOO DI AUDUBON: una tappa obbligata se viaggi con bambini. Lo zoo di Audubon  è famoso per i suoi programmi educativi e gli incontri pratici con gli animali. Meritano una visita le mostre Louisiana Swamp, Jaguar Jungle e i loro alligatori bianchi! Se viaggi in estate vai al Cool Zoo, ti rinfrescherai con un percorso acquatico lungo 200 metri, su spiagge di sabbia e cannoni ad acqua, cortine d’acqua e getti saltellanti.

La città ha anche un aspetto un po’ più dark, che piace molto ai turisti. Infatti, è possibile visitare i cimiteri a New Orleans, che sono stati concepiti in modo diverso rispetto ad altre città europee. Questi luoghi sono conosciuti come le città dei morti, poiché sembra di essere proprio in una città con strade e viali alberati. Il più antico è il St. Louis Cemetery  dov’è possibile visitare la tomba della sacerdotessa Voodoo Marie Laveau.

Se vuoi visitare New Orleans in totale libertà, il consiglio è quello di affittare un’auto. Puoi prenderla e lasciarla in punti differenti della città, e goderti appieno ogni bellezza che questo luogo ha da offrire.

Dove mangiare a New Orleans

Poche altre città offrono così tanti ristoranti pluripremiati, chef famosi e festival gastronomici. La scelta è davvero vasta, dai ristoranti che offrono le portate in piatti di fine porcellana cinese sino alle sale da pranzo che assomigliano a castelli o a locande. Non importa quale ristorante sceglierai, a New Orleans mangerai alcuni tra i piatti migliori che tu abbia mai assaggiato. Ecco i posti consigliati da inserire nel tuo itinerario.

CAFE DU MONDE: dal 1862 serve “cafe au lait” e Beignets 24 ore al giorno. Assaggia gli originali beignets, dei dolcetti semplici e irresistibili! Queste frittelle di pasta lievitata servite ancora calde, con una generosa spolverata di zucchero a velo, ti delizieranno il palato.

New-Orleans-Beignets

COMMANDER’S PALACE RESTAURANT: la quint’essenza per entrare nei sapori tipici della città. Amato sia dagli abitanti che dai turisti e riconosciuto col James Beard awards per il cibo e il servizio.

GALATOIRE’S: fondato nel 1905, questo leggendario ristorante iniziò con ricette e tradizioni portate dalla Francia da Jean Galatoire. Rimanendo coerente per più di un secolo, il menu e l’atmosfera originali di Galatoire sono ancora presenti oggi.

Dove dormire a New Orleans

Dove dormire a New Orleans

Per visitare al meglio la città è necessario trovare il luogo giusto in cui soggiornare. La scelta dell’hotel può essere fatta tenendo in considerazione diversi fattori, non solo la centralità della posizione ma anche servizi e qualità.

Ecco alcuni suggerimenti di strutture consigliate:

ACE HOTEL: questa struttura si trova nel Warehouse District a solo 1, 60 km dal quartiere francese. L’hotel dispone di un ristorante, un’atmosfera fresca, mostre d’arte a rotazione e una caffetteria. Ciò che rende questa struttura davvero speciale è il suo rooftop. Un’oasi lussureggiante con vista sugli edifici del centro, dove vengono serviti deliziosi cocktail e piccoli piatti. Il rooftop è aperto anche a chi non soggiorna nell’hotel così come la piscina che è aperta tutti i giorni al pubblico.

HAMPTON INN NEW ORLEANS/St.Charles Ave: tra le case storiche e gli splendidi giardini del Garden District di New Orleans, si trova sulla storica linea del cable car St. Charles per cui è ben collegato a tutte le maggiori attrazioni della città. Questo hotel è adatto a famiglie, dispone di una divertente piscina all’aperto e colazione continentale. L’hotel ha un ottimo rapporto qualità prezzo.

MAISON DE LA LUZ: se cercate un boutique hotel e volete pernottare in una struttura elegante, scegliete questa struttura. Troverete tutto creato su misura, oltre a molti servizi personalizzati nelle lussuose camere e suite. La struttura ospita anche il Bar Marilou, un altrettanto elegante cocktail lounge artigianale con posti a sedere nello “speakeasy” che dispone di un’area bar separata solo per gli ospiti dell’hotel.

Quando andare a New Orleans?

La città è conosciuta per le sue numerose piogge durante tutto l’arco dell’anno, ciò è dovuto all’area geografica in cui è situata, ovvero il delta del fiume Mississippi. Questo rende il clima umido. L’autunno e la primavera sono i periodi migliori per visitare la città, in estate sono frequenti le piogge mentre sono meno intense nel periodo invernale.

Per organizzare al meglio il tuo viaggio nelle città americane della musica abbiamo creato un itinerario che vi porterà da Chicago a New Orleans. Scoprilo qui.

Viaggio a Bangkok: alla scoperta della capitale della Thailandia

bangkok cosa vedere

Bangkok è una città davvero sorprendente, tappa immancabile durante un viaggio nella meravigliosa Thailandia, di cui è la capitale. Situata sulle rive del fiume Chao Praya, è un’affascinante sintesi tra antico e moderno, tra templi e grattacieli. Ecco perché questa metropoli cosmopolita difficilmente non affascina il visitatore, che qua può trovare attrazioni da visitare ed esperienze da vivere.

Cosa vedere e cosa fare a Bangkok

Bangkok, proprio per questo suo dualismo tra antico e moderno ha tantissimo da offrire, sia a livello naturalistico che architettonico. Ecco quali sono le principali attrazioni della capitale della Thailandia.

PALAZZO REALE: è la zona turistica più visitata della città. Il Palazzo, situato sulla sponda del fiume Chao Phraya, è stato la dimora dei sovrani thailandesi per molto tempo. Progettato e realizzato nel 1782, il complesso è costituito da oltre 100 edifici, palazzi e padiglioni, circondati da un muro lungo quasi 2 km.

TEMPIO DEL BUDDHA DI SMERALDO: una cappella reale in cui si trova questa incredibile statua ricavata da un unico pezzo di giada verde, che secondo la leggenda venne ritrovata nel 1434 a Chiang Rai a seguito di un temporale, durante il quale cadde dal cielo.

Bangkok: il Buddha di Smeraldo

PALAZZO CHAKRI MAHAT PRASAT: un palazzo reale costruito da re Rama V come residenza in cui visse; qui è possibile esplorare tutti gli edifici e il museo.

WAT PHO: è da sempre considerata come la seconda attrazione turistica di Bangkok, in quanto è uno dei più antichi templi buddisti. Al suo interno è conservato il più grande Buddha sdraiato della città, di circa 45 metri di lunghezza e 15 di altezza. Questa statua rappresenta la morte di Buddha e i suoi piedi sono finemente decorati con madreperla e scene augurali intarsiate. All’interno del tempio è possibile ammirare anche altri 394 Buddha d’oro e 4 Chedis reali ricoperti di ceramiche colorate.

Bangkok: Wat Pho Buddha sdraiato

WAT ARUN: è un templio molto interessante, poiché si trova sull’altro lato del fiume e per arrivarci dovai prendere una barca che ti farà scendere proprio di fronte all’ingresso. È noto per il suo Prang di 82 metri, ricoperto da piccoli pezzi di porcellana colorata. È circondato da 4 piccoli prang tempestati di mosaici.

Bangkok: Wat Arun

KHAO SAN ROAD: Come già accennato in precedenza, Khao San Road è una delle strade più famose della città, che recentemente si è popolata di numerosi bar, ristoranti e locali notturni, che l’hanno resa uno dei luoghi del divertimento più frequentati da ogni tipologia di turista. Si tratta, inoltre, di una tappa fondamentale per i viaggiatori low-cost, che qui trovano la possibilità di consumare pasti piuttosto economici.

Bangkok: Khao San Road

PARCO DUSIT: situato nell’omonimo quartiere, nacque dalla passione di Re Rama V per la cultura occidentale, che volle questo complesso di palazzi e residenze reali ispirato all’architettura delle grandi capitali europee. L’edificio più bello è senza dubbio Palazzo Vimanmek, l’antica residenza reale, con la sua particolarità di essere la struttura più grande al mondo realizzata in tek dorato, senza l’uso di un solo chiodo! Molto interessanti anche la Statua equestre di Re Rama V che domina la Piazza Reale all’ingresso del parco; la Sala del Trono Abhisek, un piccolo edificio che è un connubio di stile vittoriano e moresco; il Museo Nazionale degli Elefanti Reali, animali estremamente importanti per la storia e la cultura thailandese e la Sala del Trono Anantha Samakorn, in cui si svolse la cerimonia di incoronazione di Re Rama VI, che è praticamente un pezzo d’Italia a Bangkok. La sua realizzazione fu supervisionata da alcuni architetti italiani e vennero utilizzate materie prime importate dall’Italia, soprattutto il pregiato marmo di Carrara. Anche i pittori e gli scultori che presero parte al progetto furono italiani – insomma, un’opera di grande ingegno 100% italiano!

Bangkok: Dusit Park

I mercati da esplorare a Bangkok

Bangkok è una città sempre viva h24, troverai sempre per le strade persone che camminano, bancarelle e street food. Chinatown è uno dei quartieri più famosi. Ci sono tantissimi mercati: il più conosciuto è il Chattuchak Weekend Market, aperto solo il sabato e la domenica. Ha una superficie talmente vasta che all’ingresso viene distribuita una mappa per poterlo visitare al meglio. Il mercato è diviso in sezioni distinte: vestiti, scarpe, gioielli, souvenir e cibo. Molto suggestivo è anche il Mercato degli Amuleti, e non bisogna assolutamente perdere i mercati galleggianti, nei quali la gente del luogo vende la propria merce da piccole imbarcazioni. Il più importante è quello di Khlong Lat Mayom, il più turistico invece quello di Damnoen Saduak.

Bangkok: i mercati galleggianti

Non solo storia, ma anche sguardo verso il futuro

Bangkok è anche una città ricca di opportunità che guarda al futuro; ciò è visibile salendo in cima a uno dei numerosi rooftop della città, dai quali è possibile ammirare un bellissimo e unico paesaggio urbano, mentre si gusta un’ottima cena in stile Thai.

Il Polmone Verde di Bangkok

Il Lumphini Park è il vero polmone verde della città. Si tratta di un parco di 58 ettari circondato dai grattacieli, punto di riferimento per tempo libero e relax degli abitanti di Bangkok e tappa da non perdere per i turisti.

Bangkok: Lumphini Park

I centri commerciali di Bangkok

Molto apprezzati dai turisti sono anche i centri commerciali di Bangkok, i più famosi sono: l’Emporium e il Siam Paragon, situati nella zona di Siam Square.

Ammirare Bangkok dall’alto

Salendo su Wat Saket è possibile ammirare la città nella sua interezza, uno spettacolo davvero unico e suggestivo. Per raggiungerlo bisogna salire alcuni gradini, ammirando nel mentre fontane, statue e gong, che si possono suonare per attirare a sé fortuna, amore o denaro.

Bangkok: Wat Saket

Esperienze da fare a Bangkok

LA CROCIERA SUL FIUME: una vera avventura, che può essere molto romantica. Navigando sul fiume Chao Praya è possibile ammirare templi e monumenti da una diversa prospettiva. Suggestiva da fare anche alla sera, consumando nel frattempo un’ottima cena.

Bangkok: Chao Praya

ASSISTERE A UN INCONTRO DI MUAY THAI: Lo sapevi che a Bangkok è possibile assistere a un incontro di boxe thailandese? La Muay Thai è lo sport nazionale più amato, nonché un’arte marziale antichissima. I due principali stadi di Muay Thai sono lo stadio Lumpini e lo stadio Rajadamnern.

Bangkok: esplorando la città

PROVARE UN MASSAGGIO TRADIZIONALE THAILANDESE: Per concludere il viaggio nel migliore dei modi è d’obbligo prenotare un massaggio relax tradizionale tailandese. Quasi tutti gli hotel offrono questo servizio poiché al loro interno è presente quasi sempre una spa. Una coccola meritatissima dopo tutto il girovagare che ti attende in questa città!

Vicino a Bangkok: Kanchanaburi e il ponte sul fiume Kwai

Kanchanaburi è una città raggiungibile in poco tempo da Bangkok, e per chi ha a disposizione un po’ più di tempo è senz’altro un’escursione da inserire nella lista di cose da fare durante un viaggio in Thailandia. Si tratta di una provincia ricca di attrazioni da mozzare il fiato, come il ponte sul fiume Kwai e la Ferrovia della Morte, costruiti con il sacrificio di migliaia di prigionieri di guerra durante la Seconda Guerra Mondiale; il Muang Sing Historical Park, sito archeologico che comprende le rovine di un’antica cittadina fortificata dell’Impero Khmer; Erawan National Park, con le sue cascate, che costituiscono una vera e propria oasi immersa nella giungla.

Bangkok: Ferrovia della Morte di Kanchanaburi

Dove dormire a Bangkok, capitale della Thailandia

Ovviamente, per recarsi in Thailandia è sempre meglio affidarsi a un’agenzia viaggi che conosce la meta e sa indicarti la soluzione, non solo più comoda e affine alle tue esigenze, ma anche più sicura. Queste però sono 3 strutture alberghiere consigliate, in cui soggiornare a Bangkok.

STABLE LODGE: questa struttura alberghiera ha 3 stelle e i suoi prezzi sono piuttosto vantaggiosi. La posizione è centrale e al suo interno ci sono una piscina, un ristorante e connessione wifi gratuita. Nelle vicinanze si trovano numerosi locali di intrattenimento.

THE ROSE RESIDENCE: un hotel a 4 stelle con ristorante interno, parcheggio, bar e giardino. Le camere sono moderne e spaziose, dotate di tutti i comfort. La colazione è inclusa e la sua posizione è molto centrale.

bangkok

TAI PAN HOTEL: anche questo è un albergo 4 stelle situato vicino alla stazione Skytrain di Asok. Il ristorante interno propone piatti thailandesi, giapponesi ed europei e c’è anche una piscina. Si trova vicino a quasi tutte le principali attrazioni turistiche della capitale.

Prima di partire per un viaggio in Thailandia è bene attrezzarsi e sottoscrivere un’assicurazione sanitaria, su cui fare affidamento anche solo in caso di qualche leggero malanno e una polizza annullamento che ti restituisce i soldi spesi nel caso non riuscissi più a partire per la tua vacanza. Per muoversi in loco, invece, puoi affittare un’auto, in modo da avere massima libertà e autonomia.

Se vuoi concederti un viaggio indimenticabile scopri la nostra offerta di Capodanno in Thailandia o la nostra proposta di Viaggio di nozze in Thailandia e contattaci per un preventivo personalizzato!

Viaggio a Las Vegas: Gli hotel e le attrazioni più strane da vedere

viaggio a las vegas

Las Vegas è da sempre considerata come una delle città più belle e ricche di attrazioni turistiche al mondo. Molti degli hotel presenti sono vere e proprie riproduzioni delle città più belle del mondo, e già questo vale come attrazione al di fuori degli schemi. Questi hotel così particolari sono situati lungo la Strip, la via che in un viaggio a Las Vegas attraverserete per forza, e sono visitabili anche se non si alloggia al loro interno.

Las Vegas: gli hotel più particolare della Strip

Las Vegas Strip: gli hotel da non perdere

Gli hotel della Las Vegas Strip sono tantissimi e sono tutti accomunati dalla maestosità e dalla loro bellezza, interna ed esterna. Quasi tutti sono accessibili, sia per essere visitati, che per il pernottamento, non aspettarti prezzi da capogiro perché la maggior parte sono economicamente abbordabili. Ecco gli hotel della Las Vegas Strip che secondo noi vale la pena visitare.

Caesars Palace

Inizia il tuo viaggio dall’hotel Caesars Palace, uno dei più famosi del mondo per eleganza e sfarzo. A cosa si sono ispirati per la sua realizzazione? Se non l’hai mai visitato ti troverai davanti ad una vera e propria opera d’arte dell’Antica Roma. Al suo interno sono presenti più di 4000 camere, situate nei sei edifici di cui è composto, ognuno con un nome specifico: Forum, Roman, Centurion, Palace, Octavius e Augustus.

Non potevano mancare, come da tradizione, fontane con statue Romane, grandi colonne e soffitti decorati, il tutto accompagnato da una particolarità impensabile, ovvero la presenza della Fontana di Trevi e del Colosseo! Tutto questo rende l’hotel ancora più speciale, in quanto sembra di fare un tuffo nel passato, per immergersi nella gloriosa Roma antica. Un’altra particolarità presente al suo interno è il Caesars Forum, che ha al centro una cupola ornata da un grande lampadario a forma di medaglione romano, composto di 100.000 cristalli fatti a mano. Ultima chicca: le cameriere vestite con tuniche bianche e sandali romani con tacco, e le colonne di marmo italiano.

Las Vegas Strip: Caesars Palace

Luxor

Chi si ritrova a Las Vegas lungo la Strip non può non notare la grande piramide dell’Hotel Luxor. Volutamente costruito al suo interno, sorge affianco a una Sfinge, a un obelisco e ad altri edifici che ricostruiscono il mondo dell’Antico Egitto. Sono presenti circa 4.400 camere e un casinò di 11.000 metri quadri. Ad oggi è considerato uno degli hotel più grandi di Las Vegas. Se hai la possibilità di visitarlo al suo interno, vedrete statue, negozi, ristoranti, e i caratteristici ascensori, che salgono e scendono in direzione obliqua lungo le pareti della piramide.

Las Vegas Strip: Luxor

Hotel Excalibur

Ispirato per la sua realizzazione ai castelli di Re Artù, l’Hotel Excalibur presenta circa 4000 camere, disposte sui 28 piani delle due strutture esterne. Al suo interno non mancano il casinò, ristoranti a tema e spettacoli cavallereschi.

Las Vegas Strip: Excalibur

New York-New York

Solo vedendo questo Hotel, riconoscerete immediatamente la città alla quale è dedicato. Il Ponte di Brooklyn in miniatura, l’Empire State Building, la Statua della Libertà: è proprio lei, la Grande Mela! Il New York-New York Las Vegas Hotel & Casino ha persino lo skyline con 12 grattacieli e un ottovolante. La clientela di questo hotel è molto giovanile, perché al suo interno sono presenti bar e ristoranti alla moda, un casinò, una grande piscina, vasche idromassaggio, e ogni sera va in scena uno spettacolo diverso.

Las Vegas Strip: New York-New York

Paris Las Vegas

L’Hotel Paris Las Vegas è altrettanto inconfondibile: è la riproduzione quasi fedele di Parigi, con la Torre Eiffel in miniatura, l’Arco di Trionfo e dei piccoli quartieri con panetterie e pasticcerie. Se sei amante del romanticismo, concediti una cena nel ristorante della Torre Eiffel ideato all’undicesimo piano: ti trasporterà immediatamente nella città dell’amore!

Las Vegas Strip: Paris Las Vegas

Bellagio

L’Hotel Bellagio è uno dei più lussuosi della Strip e si ispira alla città italiana Bellagio sul Lago di Como. Davanti al suo ingresso è presente un enorme lago che ospita le Fontane del Bellagio, che deliziano gli ospiti con spettacoli d’acqua a ritmo di musica, mentre all’interno sono presenti circa 2.000 fiori provenienti direttamente da Como. Qui è possibile ammirare la versione acquatica dello spettacolo “O” del Cirque du Soleil.

Las Vegas Strip: Bellagio

The Mirage

Il Mirage Hotel è un richiamo alla Polinesia, con la presenza di un parco con palme, piscina ed un vulcano di 16 metri, dal quale fuoriesce una cascata d’acqua. Un altro edificio impossibile da non visitare poiché attira subito l’occhio e affascina.

viaggio a las vegas

The Venetian

The Venetian Resort Las Vegas è invece, come dice il nome stesso, una riproduzione di Venezia, con delle miniature del Ponte di Rialto, del Canal Grande, di Piazza San Marco e del Campanile. Non ci crederai: qui è possibile anche fare un vero giro in gondola!

Las Vegas Strip: The Venetian

MGM Grand

L’MGM Grand Las Vegas prende ispirazione da Hollywood: l’enorme leone in bronzo davanti a uno degli ingressi della struttura, che richiama il celebre simbolo della Metro Goldwyn Meyer, che appare all’inizio delle grandi opere cinematografiche, ne è la dimostrazione evidente. Ha circa 5000 camere e la sua particolarità e che è rivestito di un vetro verde smeraldo. Al suo interno sono presenti un parco acquatico e leoni… veri!

fare un viaggio a las vegas

Mandalay Bay

Il Mandalay Bay Resort & Casino è dedicato all’omonima città della Birmania, Mandalay; per questo al suo interno sono presenti richiami inconfondibili al sud est asiatico, come gli arredi delle stanze. Ospita anche un teatro dedicato alla musica blues.

Las Vegas Strip: Mandalay Bay

Le attrazioni più strane di un viaggio a Las Vegas

Dopo aver visto quali sono gli hotel più strani da vedere durante un viaggio a Las Vegas, ecco quali sono le attrazioni che non puoi assolutamente perderti:

HIGH ROLLER OBSERVATION WHEEL: si tratta della Ruota Panoramica più alta del mondo, da qui la vista è strepitosa. 28 cabine, ciascuna contiene fino a 40 persone, provala la sera quando le luci della città illuminano il deserto.

ruota panoramica

ADVENTUREDOME THEME PARK: un incredibile parco a tema situato nella parte settentrionale della Vegas Strip, all’interno del Circus Circus. Il parco è adatto a tutta la famiglia e le attrazioni sono completamente al coperto.
FREEMONT STREET: è considerata il centro storico di Las Vegas, qui si trova una grandissima area commerciale dove ogni sera si tengono incredibili spettacoli di luci e suoni. Tra le strane cose da fare qui c’è anche SlotZilla, un’esperienza che ti dà la possibilità di attraversare in volo, agganciati a un cavo d’acciao, l’intera strada.

slotzilla lv

NEON MUSEUM: proprio come dice il nome stesso questo è il museo delle insegne al neon. Scritte di ogni tipo, forma e dimensione.

Prima di partire…

Las Vegas si trova negli Stati Uniti, e quando si prepara un viaggio in America, al di fuori delle nostre coperture sanitarie, è bene sottoscrivere un’assicurazione sanitaria che copra eventuali spese mediche, e una polizza annullamento, che non ti faccia perdere i soldi spedi per la vacanza nel caso tu non potessi più partire.

Per muoversi a Las Vegas, invece, dopo aver raggiunto la città in aereo, il modo migliore è quello di affittare un’auto, con cui potrai anche visitare il resto del Nevada.

Che ne dici, con questa carrellata di spettacolari meraviglie che ti attendono a Las Vegas, non ti è venuta voglia di partire?

Perché non iniziare a programmare un itinerario Fly&Drive che comprenda questa e tante altre incredibili tappe? Contattaci e pianificheremo insieme il viaggio perfetto!

Las Vegas: Welcome sign

Leggi anche Los Angeles in due giorni: cosa vedere e Viaggio a San Francisco: i migliori luoghi e attrazioni da vedere