New York in 5 giorni: itinerario e cosa vedere

new york in 5 giorni

Oggi vogliamo portarti a New York in 5 giorni, la Grande Mela che tanti sognano di visitare, la città delle mille luci, quella che non dorme mai, dei set cinematografici di innumerevoli film e serie TV che hanno fatto la storia del cinema. Immagini impresse nella memoria di molti e che rendono questa città una delle più desiderate al mondo.

L’impressione che si ha arrivando a Manhattan per la prima volta è di confusione: rumori, traffico, luci, gente e odore di cibo ad ogni angolo. C’è chi ne rimane immediatamente estasiato e chi si sente spaesato e sopraffatto.

Tra le domande che vengono fatte più spesso al nostro team di esperti riguardo i viaggi a New York ci sono:

  • Quanti giorni servono per vedere le principali attrazioni?
  • Dove si trovano le attrazioni più famose?
  • Cosa vedere a Manhattan?  

Se è la prima volta a New York serviranno almeno 5-7 giorni per poter visitare le attrazioni principali, che sono concentrate sull’isola di Manhattan e in un pezzetto di Brooklyn. New York si compone di 5 distretti: Manhattan, Brooklyn, Bronx, Queens e Staten Island.

Abbiamo preparato per te un itinerario per vedere New York in 5 giorni, in modo da toccare tutte le attrazioni principali della metropoli.

Giorno 1: l’arrivo nella Grande Mela

Il primo giorno arriverai a New York con un volo dall’Italia, solitamente nel pomeriggio o verso sera. Andrai in hotel con un trasferimento privato o condiviso, ti sconsiglio metropolitane e mezzi pubblici con valige e dopo un lungo volo. Prima di immergerti nel nostro itinerario fai una piccola passeggiata nei pressi dell’hotel scelto, per iniziare a calarti nell’atmosfera newyorkese. Approfitta della prima serata per riposarti e recuperare le energie necessarie a partire presto il giorno seguente.

Giorno 2: Midtown

Il fulcro della vita, dei teatri e dello shopping di New York è Midtwon Manhattan e per cominciare ad entrare nel cuore della città non c’è niente di meglio che partire da qui visitando il Rockefeller Center, la cattedrale di San Patrizio, Times Square fino ad arrivare all’Empire State Building e alla Grand Central Station.  

Rockefeller Center
Times Square
Central Station New York
Central Station

Giorno 3: Central Park e Musei  

Chi di voi non conosce il famosissimo Central Park di New York? Il polmone verde della città, compare spesso in film e serie TV. Ti assicuro che passeggiare a Central Park è davvero una meraviglia! Se ti interessano i dinosauri il tuo percorso potrebbe iniziare nell’Upper West Side con il Museo di Storia Naturale. Da li, passeggiando a bordo parco verso sud, si arriva di fronte all’edificio dove John Lennon fu ucciso. In questa zona infatti si trova un’entrata del parco dove potrai vedere il famoso mosaico a lui dedicato, regalato dalla città di Napoli a New York, con la scritta “Imagine”.

Imagine Mosaico Central Park
Mosaico Imagine

Prosegui poi in direzione del Bow Bridge, luogo iconico di tanti film, e attraversa orizzontalmente il parco sino ad arrivare sul Museum Mile, il miglio dove si trovano tutti i musei più famosi della città.

Bow Bridge Central Park
Bow Bridge

Tra i più famosi presenti, che sono poi anche quelli che consigliamo di visitare, ci sono il Metropolitan Museum e il Guggenheim Museum.

MET NYC
Metropolitan Museum

Se i musei non ti interessano e preferisci dedicarti allo shopping, prosegui verso sud sul Museum Mile e arriverai sulla 5th Avenue, famosa perché è qui che molti marchi di alta moda hanno i loro bellissimi negozi. Fai un giretto da Tiffany per strabiliarti davanti a gioielli incredibili. Il Blu Box Cafè, dove fare una “colazione da Tiffany”, è un ottimo bar dove sentirsi come dentro un film.

Tiffany & Co NYC in un giorno di pioggia
Tiffany in un giorno di pioggia a New York

Giorno 4: Lower Manhattan e Brooklyn

Non si può andare a New York e non visitare Liberty Island dove si trova la Statua della Libertà, simbolo importantissimo per la città e per tutti gli Stati Uniti. Il giro in battello include Liberty Island ed Ellis Island, dove si trova il museo dell’immigrazione, altrettanto interessante e toccante. Il consiglio per non fare lunghe code è quello di recarsi a Battery Park molto presto al mattino, e ricordati di non portare oggetti pericolosi perché i controlli sono molto severi, quasi come quelli in aeroporto.

Statua Libertà New York
Statua della Libertà

Una volta tornati a Battery Park puoi dirigerti verso nord dove troverai la conosciutissima statua del Toro di Wall Street! Considera che se vorrai fare una foto dovrai metterti in fila, la gente che affolla questo luogo è sempre tantissima. In questa zona si trova anche la Borsa di New York e la Trump Tower.

Toro Wall Street
Toro di Wall Street

Proseguendo ancora verso nord arriverai al World Trade Center (ground zero). A un certo punto ti troverai davanti le due enormi vasche costruite sulle fondamenta delle due torri gemelle in memoria di chi ha perso la vita l’11 settembre 2001. Molto, molto forte l’esperienza al Museo dell’11 Settembre, dove si ripercorrono i tragici momenti di quel giorno attraverso testimonianze video e reperti. Se invece vuoi visitare la città dall’alto, uno dei più recenti piani di osservazione si trova sulla Freedom Tower!

Freedom Tower - One World trade Center
Freedom Tower

Una volta terminata la visita puoi approfittarne per entrare nella meravigliosa stazione della metropolitana “Oculus”, pensata e disegnata dall’architetto Calatrava. Da qui partono i treni che collegano Manhattan al New Jersey.

Oculus di Calatrava NYC
Oculus di Calatrava

Ora prendi la metropolitana e spostati a Brooklyn. Passeggia a Dumbo, ammira lo skyline di Manhattan dalla promenade di Brooklyn Heights e per finire attraversa il ponte di Brooklyn in direzione Manhattan al calar del sole! Assisterai a un tramonto mozzafiato.

new york in 5 giorni
Dumbo
Ponte di Brooklyn
Ponte di Brooklyn

Giorno 5: High line e si torna in Italia

Generalmente i voli per l’Italia partono nel tardo pomeriggio o la sera, per cui l’ultimo giorno si ha comunque il tempo di vedere ancora qualcosa e andare a caccia di souvenir per portare a casa qualche ricordo. Un percorso interessante, che si trova a Manhattan a ridosso dell’Hudson River, è la High Line, una ex linea ferroviaria sopraelevata che è stata riconvertita a parco pedonale. Noi abbiamo camminato sulla High Line per ben 3 volte, in 3 periodi dell’anno diversi ed è sempre stata un’emozione! Tutta la zona della High Line e soprattutto Hudson Yards, quartiere futuristico, è stata riqualificata con palazzi, strutture, statue e grattacieli di nuovissima generazione. Gli scorci della città che si scoprono durante il cammino sono indimenticabili.

High Line New York
High Line

Non perderti poi The Vessel, una costruzione a nido d’ape di Hudson Yards, un su e giù di scale molto scenografico e divertente. Purtroppo non è più possibile salire su questa struttura ma proprio a fianco troverai l’ingresso ad uno dei più recenti osservatori della città, The Edge Observation Deck, una terrazza esterna fatta di vetri, che si trova al centesimo piano di un grattacielo.

New york in 5 giorni
Vessel

Le domande più frequenti su New York

  • Qual è l’aeroporto più vicino a Manhattan?
    L’aeroporto più vicino è certamente quello di La Guardia ma i voli intercontinentali dall’Europa arrivano solitamente a Newark e JFK Airport. Uno dei modi più comodi e convenienti per raggiungere Manhattan è lo shuttle condiviso disponibile da tutti e 3 gli aeroporti.
  • Esistono dei pass per visitare la città? Qual è il migliore?
    C’è l’imbarazzo della scelta di pass utilizzabili per visitare le maggiori attrazioni di New York: Explorer Pass, City Pass, the New York Pass.
    Il mio consiglio è, prima di tutto, capire quali sono gli ingressi che desideri acquistare e in base a ciò scegliere il pass più adatto e conveniente. Noi di Lasciati Viaggiare siamo a disposizione per darti consigli e suggerimenti.
  • Qual è la miglior posizione dove scegliere un Hotel?
    Per potersi muovere comodamente e non perdere troppo tempo è necessario pernottare a Manhattan. La zona che personalmente suggeriamo è l’Upper West Side, non lontano dal Museo di Storia Naturale. L’area è molto meno caotica di Midtown e ugualmente comoda grazie alla metropolitana.
Booking.com
  • Qual è il periodo migliore per visitare New York in 5 giorni?  
    Un viaggio nella Big Apple può essere fatto in qualsiasi periodo dell’anno. Ogni stagione ha la propria magia, eventi, spettacoli, installazioni temporanee e atmosfera. Uno dei momenti più richiesti è Capodanno, ma possiamo assicurarti che in qualsiasi periodo tu decida di visitarla non ti deluderà e ogni volta che tornerai troverai una città diversa ed emozionante.

    Se vuoi vivere la città come veri Newyorchesi e goderti il viaggio senza troppi pensieri non perdere i nostri tour accompagnati!!

Dove dormire a New York

Come abbiamo detto, secondo noi il quartiere migliore in cui soggiornare è l’Upper West Side, ecco allora tre hotel consigliati:

  • HOTEL BELLECLAIRE CENTRAL PARK: una bellissima struttura a 4 stelle con camere o suite, a poco più di 1Km da Central Park e dal Museo di Storia Naturale. In loco c’è anche una pasticceria che propone dolci francesi.
  • HOTEL NEWTON: un hotel intimo e accogliente situato a pochi passi dalla fermata della metropolitana. In 10 minuti di cammino si raggiunge facilmente Central Park.
  • LA QUINTA BY WYNDHAM: questa struttura si trova a 1 isolato da Central Park e dal Museo di Storia Naturale. Offre la colazione continentale ogni mattina ed è vicinissima alla metropolitana.

SULLA PAGINA DI PRONTO PRO PUOI LEGGERE LA NOSTRA INTERVISTA!

Il nostro viaggio solo donne a New York con Kiara Di Paola

Prima di partire per gli Stati Uniti è importante stipulare un’assicurazione sanitaria, i costi anche solo per un piccolo malanno sono davvero elevati oltreoceano. Per viaggiare ancora più tranquilli è bene scegliere anche una polizza annullamento, nel caso per cause di forza maggiore non si riuscisse più a partire. Visti i prezzi, spesso elevati, dei voli, è importante prevenire. Se vuoi girare per la città in completa autonomia, e magari fare anche qualche gita fuori dalla city, la cosa migliore è affittare un’auto al tuo arrivo in aeroporto.

Vuoi un itinerario ancora più personalizzato? Contattaci e organizzeremo il viaggio dei tuoi sogni!

Le migliori spiagge di Santo Domingo per una vacanza indimenticabile!

le migliori spiagge di santo domingo
le migliori spiagge di santo domingo

La Repubblica Dominicana sicuramente è uno dei posti più belli nel mondo. La vera perla d’isola è la sua capitale, Santo Domingo, che ogni anno visitano tanti turisti. La Repubblica Dominicana si trova nell’isola di Hispaniola, che è divisa in due parti. Un posto magico, pieno di bellezza. Ideale per ognuno che cerca un po’ di relax e spensieratezza. L’acqua è sempre calda e trasparente, la gente simpatica e sorridente e i tramonti lasciano ognuno senza fiato. Prima di andarci, vale la pena controllare, dove si trovano le spiagge più belle!

Ecco quali sono le migliori spiagge di Santo Domingo!

Le migliori spiagge di Santo Domingo

Spiaggia La Choza

Santo Domingo spiaggia di Choza

Questa spiaggia si trova in una delle zone più turistiche. Per questo motivo, attorno si possono trovare tanti hotel e ristoranti molto eleganti. Questo è certamente un viaggio perfetto una coppia! Mare cristallino, sabbia morbida e molta tranquillità! 

Spiaggia di Boca Chica

Spiaggia di Boca Chica

La spiaggia di Boca Chica è divisa in tre zone: Andrès, Boca Chica e La Caleta. Andrès è la scelta migliore per tutti amanti delle attività acquatiche. La Caleta invece per tutti coloro che vogliono fare snorkeling. Boca Chica è ideale per chi vuole nuotare e poi rilassarsi sulla spiaggia. Purtroppo questa spiaggia è un pò affollata. Soprattutto nel fine settimana. Nulla di strano perché la zona è piena di bar, ristoranti e tante attività sportive. A 500 metri dalla riva si trova la barriera corallina, un must see per ogni amante della natura.

Spiaggia di Cabarete

Spiaggia di Cabarete

Per chi è ideale la spiaggia di Cabarete? Se parliamo di bellissime spiagge a Santo Domingo, questa è la migliore per gli amanti di windsurfing e kiteboarding. Bisogna tenere conto anche che la spiaggia è lunga due chilometri! Sarà perfetta per le passeggiate romantiche e per ammirare bellissimi tramonti. Molti, in effetti, la considerano una tra le spiagge più belle del mondo! 

Spiaggia di Bavaro

Spiaggia di Bavaro

Ovviamente tutte le spiagge Santo Domingo sono bellissime, ma la spiaggia di Bavaro è un vero paradiso. Sicuramente è una spiaggia perfetta per tutti coloro che sognano di vedere la vera perla dei Caraibi. Un luogo così famoso da essersi popolato di numerosi hotel internazionali a cinque stelle. Sulla spiaggia si può scegliere tra diverse attività. Ovviamente si può nuotare, fare snorkeling, ma anche prenotare un massaggio rilassante. In alcuni mesi è possibile anche vedere i delfini! La sabbia è morbida e bianca come nelle favole. Probabilmente molti visitatori non vorranno più tornare a casa.

Playa Bonita

Playa Bonita

Come sugerisce il nome, Playa Bonita è bellissima. Ma naturalmente non è l’unico vantaggio. Un posto molto tranquillo e perfetto per esempio per le famiglie con i bambini. Il consiglio è di trascorrere lì tutta la giornata. S può nuotare, provare kite (perché la scuola si trova proprio sulla spiaggia!) e poi cenare in una delle zone più romantiche nell’isola. 

Spiaggia Las Ballenas

Spiaggia Las Ballenas

La spiaggia Las Ballenas ha un nome un po’ divertente, un po’ particolare. Perchè si chiama così? Si dice che in lontananza si scorgano tre rocce grandi, che con loro forma ricordano le balene. Il luogo perfetto per tutti coloro che cercano un mare poco profondo, molto tranquillo e con tutte le gradazioni del blu. Questa spiaggia si trova praticamente nel cuore di Las Terrenas ed è circondata di un buon numero di hotel e ristoranti.

Playa Grande

Playa Grande

Per arrivare a Playa Grande bisogna spostarsi quasi 200 chilometri da Santo Domingo e andare a nord. Playa Grande sicuramente è la spiaggia più lunga che si trova in quella zona. Ideale per relax con la famiglia perché è molto tranquilla e non molto visitata da turisti. Anche gli amanti dello sport troveranno un po’ di intrattenimento perché le onde permettono di fare surf. Tutto ciò rende Playa Grande una delle più belle spiagge Santo Domingo.

Dove dormire a Santo Domingo

PUNTA RUCIA LODGE HOTEL BOUTIQUE: questa bellissima struttura si trova direttamente sul lungomare, e offre una piscina a sfioro, giardini tropicali ed eleganti bungalow climatizzati con terrazza affacciata sull’oceano.

PUNTA RUCIA HOTEL

LOS CORALES LUXURY VILLAS: un bellissimo resort situato a Punta Cana, a 2,5 km dalla spiaggia di Bavaro, con centro benessere, una terrazza e un ristorante.
HACIENDA SAMANA BAY HOTEL: un altro resort che si trova a Santa Bárbara de Samaná, a 2 km dalla spiaggia di Cayacoa, e offre una piscina all’aperto, un parcheggio privato gratuito, un centro fitness e un’abbondante colazione ogni mattina.

hacienda samana

Prima di partire….

Organizzare un viaggio in Repubblica Dominicana vuol dire anche prepararsi ad affrontare ogni imprevisto, e il miglior modo per farlo è sottoscrivendo un’assicurazione sanitaria, accompagnata da una polizza annullamento. Se invece vuoi massima libertà una volta a destinazione, il consiglio è quello di affittare un’auto, per poterti muovere in autonomia e risparmiare tempo.

Contattaci per organizzare il viaggio che desideri alla scoperta delle migliori spiagge di Santo Domingo, daremo vita all’itinerario più adatto alle tue esigenze!

Cascate del Niagara: ecco come fare un tour esclusivo

cascate del niagara

Le Cascate del Niagara, meglio note come Niagara Falls, sono una delle attrazioni naturali più belle del mondo, sicuramente da includere nella lista di cose da vedere almeno una volta nella vita. Situate a Nord-Est dell’America del Nord, tra gli USA e il Canada, precisamente a metà strada tra la città di Buffalo e quella di Toronto, sono per la loro vastità tra i più famosi salti d’acqua del mondo, pur non essendo i più alti (misurano infatti solo 52 m di salto).

La vastità, la bellezza paesaggistica e la fama, rendono le Cascate del Niagara le più famose del pianeta, scopriamo insieme quindi come raggiungerle e come fare i migliori tour per apprezzarle in tutto il loro splendore.

Come raggiungere le Cascate del Niagara

Come anticipato, le Niagara Falls si trovano in una vera e propria posizione strategica, a metà strada tra Stati Uniti e Canada, ideale per chi organizza un tour di questi due paesi e non vuole perdersi le sue magnificenze. Le città prossime sono Buffalo negli USA e St. Catharines nel Canada, ma non molto distante troviamo anche Toronto (circa 130 Km di distanza) e New York (circa 650 Km di distanza percorribili anche in autobus). Essendo una meta super gettonata, i tour organizzati per visitarle proliferano e non sarà difficile dunque poterle visitare. Che sia un tour in battello (per i più temerari che non temono i bagnarsi) o un tour ufficiale, il più riconosciuto è l’Hornblower Niagara Cruises che parte dall’area canadese chiamata Clifton Hills. Solo 25 dollari canadesi, per poter ammirare tutte e tre le cascate in un viaggio della durata di circa mezz’ora. 

Niagara Falls

Cosa vedere alle Cascate del Niagara

Contrariamente a quanto si pensi, in realtà le cascate sono tre e prendono il nome comune dal fiume che le origina, ovvero il fiume Niagara. I tre maestosi salti d’acqua sono chiamati Horseshoe Falls, American Falls e Bridal Veil Fall ed i particolari nomi sono dovuti proprio all’aspetto delle location: le Horseshoe (“ferro di cavallo” per la loro forma a U) sono le più potenti, mentre Bridal Veil (“velo da sposa”, così come appaiono se osservate dal basso) sono le più piccole. Oltre alle cascate però, un’altra bellissima attrazione circostante sono le isole. Pur essendo piccole e disabitate, vale la pena visitare alcune di loro, come le suggestive Goat Island, Three Sisters Island e Luna Island per godere di un diverso ed altrettanto spettacolare punto di vista sulle Niagara Falls.

Niagara Falls

Quando andare alle Cascate del Niagara

Il clima tipico delle cascate del Niagara è continentale, con inverni rigidi ed estati calde. L’estate è il periodo ideale per osservare gli imponenti getti d’acqua e rinfrescarsi con quest’ultimi! Per i temerari del freddo però, l’inverno è la stagione più suggestiva, con le cascate che diventano vere e proprio sculture di ghiaccio.

Dove dormire alle Cascate del Niagara

BEST WESTERN SUMMIT INN: quest’hotel si trova vicinissimo alle Cascate del Niagara e offre un facile accesso alle attrazioni della zona e dispone di numerosi servizi in loco, tra cui la colazione quotidiana gratuita.
ECONO LODGE AT THE FALLS NORTH: un’altra struttura strategica per visitare le Cascate del Niagara, che offre la colazione gratuita ed è dotata di piscina e spazi gioco per i bambini.

dormire alle cascate del niagara

Insomma il tour alle Cascate del Niagara è davvero imperdibile in qualsiasi stagione!

Prima di partire per gli Stati Uniti ricorda però di sottoscrivere un’assicurazione sanitaria e una polizza annullamento. Un’ottima idea è quella di inserire un tour alle Cascate del Niagara all’interno di un viaggio più ampio, come ad esempio una vacanza a New York.

Compila il form e contattaci per scoprire quali sono i migliori tour che portano alle Cascate del Niagara, o per organizzare il tuo viaggio negli Stati Uniti!

LE MIGLIORI IDEE DI VIAGGIO PER SORPRENDERE IL TUO LUI O LA TUA LEI A SAN VALENTINO

San Valentino è la festa dell’amore e degli innamorati per antonomasia. Che tu sia romantico o meno non puoi non farti prendere dalle febbre del Valentine’s Date e scatenare la tua voglia di romanticismo. Romantici sì, ma mai banali, ecco dunque che impazza la voglia di sorprendere il tuo Lui o la tua Lei, con un gesto d’amore inaspettato e tremendamente dolce, ancora meglio se poco convenzionale.

Quali possono essere dunque i migliori regali, materiali e non, da fare al tuo partner per fargli o farle capire quanto sia speciale? Ma ovviamente un viaggio o un momento per due!

Che sia una weekend last second, un viaggio oltre oceano o semplicemente una coccola romantica alla spa, ritagliarsi del tempo insieme sarà il regalo più bello. Scopriamo insieme quindi quali sono i regali viaggio per San Valentino.

  1. Un momento di coccola alla spa: Cosa può esserci di meglio che un bel momento di coccole e relax in un centro benessere?! Un percorso alla spa, 2 notti in un albergo da sogno, tanto relax e amore. Staccare la spina per un paio di notti, lontani dal traffico cittadino e dallo stress quotidiano, concedendosi un momento di coppia piacevole tra sauna e massaggi e gustose cene. La soluzione ideale per chi non vuole allontanarsi dalla città ma vuole sorprendere chi ama.
  2. Weekend fuori porta in una capitale europea: Se l’idea è invece quella di staccare completamente la spina per qualche giorno, la soluzione è una fuga romantica per il weekend. Perché non scegliere quindi una speciale capitale europea, che sia la ridente Barcellona, la romantica Parigi o la cosmopolita Londra, un viaggio è sempre un regalo gradito. Un piccolo break organizzato, che vi farà ritrovare energia e amore. Lo renderai o la renderai così estremamente felice.
  3. Viaggio di Nozze: Si sa che il giorno degli innamorati è anche l’occasione perfetta per fare la fatidica proposta di matrimonio! Il modo per stupirla davvero? Cena a lume di candela, un bellissimo anello, e mappa geografica dove poter scegliere insieme già la meta per il vostro viaggio di nozze! Che sia un’avventura on the road negli Stati Uniti, una vacanza paradisiaca alle Maldive o culturale in Giappone, la lascerai senza parole!

Ecco quindi una lista di spunti per festeggiare San Valentino in modo originale e romantico per sorprendere la persona che ami con amore e con un viaggio!

Visitare il Grand Canyon: cosa c’è da sapere

visitare il grand canyon

“Non c’è nulla che possa prepararvi al Grand Canyon”. Così scrive Bill Bryson nel suo libro “America Perduta. Un viaggio attraverso gli USA”, e in effetti mai nulla di più vero è stato scritto.

Prima di visitare il Grand Canyon devi sapere che è un’immensa gola, lunga 446 chilometri circa e profonda fino a 1.857 metri, creata dal fiume Colorado in Arizona ed incluso nel Parco Nazionale del Grand Canyon, ad oggi uno dei primi parchi nazionali degli Stati Uniti. Ma in realtà il Grand Canyon è molto di più: è la vera espressione della natura più primordiale, luogo di sogni per adulti e bambini e prima tra le più belle meraviglie del mondo.

Ma cosa c’è da sapere rispetto questo capolavoro paesaggistico, quale il periodo dell’anno ottimale per visitarlo? Scopriamo subito insieme tutto quello che c’è da sapere sul Grand Canyon!

Grand Canyon
Grand Canyon

Quando visitare il Grand Canyon

Essendo il Grand Canyon una delle principali attrazioni turistiche degli Stati Uniti, è difficile individuare un periodo dell’anno più consono per affrontare un’escursione senza troppo affollamento. Di certo i periodi più gettonati sono i mesi estivi come luglio e agosto, tuttavia, se si amano i break invernali, anche novembre può essere il mese ideale per visitarlo, minore affluenza e clima mite. Prima di vistare il Grand Canyon però è bene prima organizzare l’itinerario, prenotare in anticipo escursioni e farsi supportare dalle giuste guide.

Com’è fatto il Grand Canyon

La struttura geologica del Grand Canyon è frutto di secoli e secoli di stratificazioni rocciose, corrose nei decenni dall’acqua del fiume Colorado che lo attraversa e che ha dato vita alla struggente e maestosa composizione naturale che ancora ad oggi affascina milioni di visitatori ogni anno. Il Grand Canyon si estende su una superficie di oltre un milione di acri e si compone di due imponenti sponde, ovvero: North Rim e South Rim. Quest’ultima è la più facile da raggiungere, sia da Las Vegas che da Phoenix, per questo attira un maggior numeri di turisti. Sicuramente una delle principali attrattive del Grand Canyon è il fiume Colorado, difficile da raggiungere ma che offre la possibilità di scorci di natura unici. Infine altro elemento da non perdere assolutamente è il Desert View Watchover, sul bordo orientale del Canyon. Si tratta del punto di osservazione più alto della South Rim dove si erge una singolare torre costruita nel 1932, arricchita da decorazioni di artisti locali e copie di antiche incisioni rupestri scoperte nel parco.

Grand Canyon rafting
Parco Nazionale del Grand Canyon

Il Grand Canyon è collocato nello stato dell’Arizona, che da sempre fa coesistere in sé una duplice anima: quella mondana e quella culturale. Lo Stato dell’Arizona infatti è ancora oggi casa di numerose tribù di nativi americani. Si passa quindi da poter vedere a distanza di pochi kilometri, gli alberghi di lusso situati a Phoenix alle tipiche tende indiane.

Come arrivare nel Grand Canyon

Generalmente la visita del Grand Canyon viene inserita all’interno di un itinerario più ampio alla scoperta del Great West Americano, o viene collegato a una visita della California. Raggiungerlo è possibile con un volo aereo che dall’Italia ti porta a Phoenix o Las Vegas, da lì ti conviene affittare un’auto e muoverti in autonomia per il parco naturale.

Insomma non si può non segnare il Grand Canyon come una delle meraviglie da vedere almeno una volta nella propria vita, non resta quindi che prenotare il prossimo viaggio!

Viaggio in South Dakota: storia, cultura e paesaggi della terra dei Sioux

south dakota

Non basterebbe una settimana per parlare di tutte le cose meravigliose che il South Dakota ha da offrire. Terra di infinite ricchezze, storia e bellezza, convivono in essa diversità agli antipodi, dal clima ai paesaggi, che lo rendono ad oggi uno degli Stati Usa più ricchi di fascino.

Libertà. Questa è’ la prima parola che si accosta al South Dakota quando si pensa ad un viaggio in questa terra. Ma quali sono tutti i suoi affascinanti segreti? Quali gli scorci paesaggistici irrinunciabili? Scopriamo insieme quindi tutti i buoni motivi per un Viaggio in South Dakota.

Storia del South Dakota

Sedicesimo Stato Usa, il South Dakota è uno dei più ricchi di storia alla quale si deve proprio la grande affluenza di turisti. In South Dakota vive ancora ad oggi una delle più grandi aggregazioni di Indiani d’America, i Sioux, divisi a loro volta in tre grandi tribù: Dakota, Nakota e Lakota. Memoria storica e ultimo baluardo della cultura dei nativi d’America, i Sioux sono dediti ad una vita consacrata alla spirito, facendo cardini della propria filosofia i valori del coraggio, della forza e della saggezza. Ma il South Dakota non parla solo di indiani e cowboy! Questa terra è infatti è la patria natale del celeberrimo Monte Rushmore, che riporta scolpito nella roccia i volti dei 4 presidenti più famosi degli Stati Uniti:  George WashingtonThomas JeffersonTheodore Roosevelt e Abraham Lincoln, scelti con un preciso simbolismo, quale: nascita, crescita, sviluppo e conservazione degli Stati Uniti. Ad oggi il Monte Rushmore rappresenta il simbolo dei primi 150 anni di storia americana. Un memoriale imperdibile.

Monte Rushmore

Paesaggi e natura

Vale la pena visitare il South Dakota anche per le sue vedute mozzafiato dove, a perdita d’occhio, si stagliano alcune delle più suggestive catene montuose degli States. Dalle Black Hills, dove appunto sorge il Monte Rushmore, al Bear Butte. Definito il monte sacro dalle tribù di nativi, è oggi un vero e proprio luogo santo dove per recarcisi bisogna rispettare delle indicazioni ben precise. I parchi naturali sono un’altra grandissima attrazione per gli amanti della natura in South Dakota! Tra questi spicca il Custer State Park, che si estende per 25 ettari di paesaggi naturali ed offre numerosissime attività all’aperto. L’attrazione più grande? Una mandria di oltre 1.500 bisonti che pascola in tutta libertà! Ogni autunno si tiene qui infatti il Custer State Park Buffalo Roundup, uno spettacolo unico di cowboy che radunano l’intera mandria nei recinti predisposti per il censimento.

Custer State Park

Altro Parco importante è il Parco Nazionale delle Badlands, aperto tutto l’anno e meta da scoprire per le bellezze naturali e faunistiche, ma soprattutto per la splendida scenografia di guglie e pinnacoli di formazione calcarea.

Cibo e cucina del South Dakota

Non si può visitare il South Dakota e non assaggiare i piatti tipici del Real Taste americano! Dalla Bison Steak, succulenta carne di bisonte, degna dei migliori grill d’America, al Cowboy Coffee, così chiamato grazie ad un particolare aneddoti di storia, dove un tempo i cowboys infilavano fondi di caffè in un calzino da intingere in acqua bollente così da ottenere una bevanda estremamente forte.

Insomma, non resta che programmare il prossimo viaggio in South Dakota! E se non sai da dove cominciare, compila il form e contattaci, penseremo a tutto noi!

Viaggio in Massachusetts: alla scoperta del New England

Viaggio in Massachusetts

Se stai cercando una vacanza all’insegna della cultura, della letteratura e di scorci paesaggistici unici, allora un viaggio in Massachusetts è la scelta perfetta! Stato USA situato nel New England, il Massachusetts è uno degli stati americani più ricco di storia, grazie alla sua memoria fortemente legata alla Rivoluzione Americana; di cultura, grazie alle prestigiose università quali la celeberrima Harvard o la memorabile università di Boston; di luoghi ameni e incontaminati che la natura offre.

Insomma se stai cercando una vacanza che mixi storia, natura e cultura, il Massachussetts è il luogo che fa per te. Ma quali sono i posti irrinunciabili da vedere? Cosa visitare? Ecco tutte le nostre dritte per creare il perfetto diario di viaggio in Massachusetts.

Città da visitare in un viaggio in Massachusetts

BOSTON, SALEM E CAPE COD: partiamo subito con le tre principali città che hanno reso il Massachusetts stato celebre in tutto il mondo.

  1. BOSTON: popolosa capitale del Massachusetts, con oltre 3 milioni di abitanti, è una città che fonde insieme l’anima storica con quella moderna e cosmopolita. Patria natia di personaggi illustri come J.F. Kennedy (al quale è stato dedicato l’omonimo Museum da non perdere!), è ricca di monumenti ed attrazioni uniche da visitare: dal MIT (Massachusetts Institute of Technology) alla Boston University, fino alla statua di Banjamin Franklin. Per facilitare questo excursus turistico, è stato ideato il FREEDOM TRAIL, un percorso di circa 2,5 miglia che attraversa ben 16 delle principali attrazioni di Boston. Un vero e proprio viaggio nel tempo.
  2. SALEM: Chi non ha mai sentito parlare del Processo alle streghe di Salem? Situata a soli 25km da Boston, la città di Salem è un’altra tappa imperdibile per gli amanti del genere. Periodo ideale per visitarla? Ovviamente ad ottobre! Qui Halloween dura l’intero mese, durante il quale vengono organizzati gli Haunted Happenings, veri e propri eventi stregati ai quali si partecipa rigorosamente in costume!
  3. CAPE COD: Passiamo infine alla ridente penisola di Cape Cod. Bagnata dalle fredde acque dell’Oceano Atlantico, Cape Cod è una meta turistica rinominata soprattutto per la pesca, con i suoi pittoreschi villaggi di pescatori, la vela e la storia, Cape Cod è infatti uno dei primi luoghi in cui si insediarono i padri pellegrini. Le tappe imperdibili di questa città?
  4. Il Cape Cod Canal
  5. L’antica città di Sandwich
  6. I bellissimi porticcioli di Chatham

Cibo e cultura del Massachusetts

LETTERATURA E CULTURA: il Massacchusetts, oltre che per le sue bellezze paesaggistiche è fortemente rinomato per aver dato i nativi a pietre miliari della letteratura come Louise May Alcott, autrice di Piccole Donne che torna in auge anche grazie al prossimo film in uscite nelle sale italiane nel 2020, o Emily Dickinson. Uno dei giri più richiesti nel suddetto stato del New England, è un vero e proprio tour letterato tra i luoghi di romanzi amati e posti del cuore dei letterati. Dalla Orchard house di Concord, che fu dimora di Louise Alcott e dove è ancora possibile vedere la scrivania alla quale concepì la storia delle 4 sorelle March, alla fattoria di Herman Melville, celebre autore di Moby Dick.

Orchad House

Cosa mangiare in Massachusetts

Cultura, natura e cibo. Tre elementi perfetti per la vacanza perfetta, tre elementi che compongono il Massachussetts. Trovare locali dove mangiare bene e assaggiare pietanze tipiche del posto, come il pesce freschissimo, non è impresa ardua anzi. Se sei un irrinunciabile della cucina italiana la tappa nel quartiere North End è fondamentale. Definito la Little Italy di Boston, offre una vasta gamma di locali tipicamente italiani. Se invece preferisci provare la tipica cucina del New England, allora piatti a base di merluzzo fresco, ostriche e mitiche zuppe di pesce saranno le portate principali.

Dove dormire in Massachusetts

THE REVOLUTION HOTEL – BOSTON: se vuoi fermarti una notte a Boston questo hotel è perfetto. Offre biciclette gratuite per girare in città, un centro fitness e un ristorante.
THE COACH HOUSE – SALEM: fermati qui se vuoi soggiornare nel paese delle streghe. Parcheggio privato e uno stile davvero originale.

salem dove dormire

HYANNIS PLAZA HOTEL – CAPE COD: una graziosa struttura a a 1,6 km dal traghetto per Martha’s Vineyard e Nantucket.

Organizzare un viaggio in Massachusetts

Organizzare un viaggio in Massachussets significa mettersi a tavolino e stabilire a monte le tappe che si vuole fare. Meglio acquistare il volo per Boston, la città più importante dello stato, ci sono aerei diretti dalle principali città italiane, anche se spesso è previsto almeno uno scalo intermedio, ad esempio a New York. Prima di partire ricordati di controllare la validità del passaporto, fare l’ESTA per entrare negli Stati Uniti e sottoscrivere una polizza annullamento e un’assicurazione sanitaria.

Il modo migliore per muoversi nel Massachusetts è affittare un’auto, in questo modo non avrai problema a spostarti da una città all’altra e a modificare il viaggio in corsa in base alle tue esigenze del momento. E non perdere la visita ai più belli fari del Maine.

Avventura, storia, divertimento e cultura, insomma non resta che prenotare subito un viaggio in Massachusetts!

Martha’s Vineyard: l’isola paradisiaca del New England

Martha's Vineyard

A soli 45 minuti di traghetto da Cape Cod, nel Massachusetts, gradevolmente appartata, si trova l’isola di Martha’s Vineyard. Anche se è un’isola piuttosto piccola, potrebbero essere necessari anni per vedere tutte le sue strade sterrate, la costa rocciosa e le piccole insenature.

Composta da sei città lungo tutta la costa, le ville ubicate sul lungomare affascinano i visitatori grazie a meravigliosi scorci sull’oceano, paesaggi paradisiaci in continua evoluzione, porti storici, ristoranti raffinati e boutique di lusso.
L’affascinante cittadina di Edgartown, situata sul lato sud-orientale dell’isola, vanta numerose case antiche in stile shingle (letteralmente di “ciottoli”) ed edifici storici, resti della prosperosa industria delle balene. Di fronte, nella punta sud-occidentale, c’è uno dei punti forti di Martha’s Vineyard: le scogliere rosse e il faro di Aquinnah, vera attrazione turistica.

Aquinnah
Scogliere rosse di Aquinnah

A Oak Bluffs, con il suo porto scenografico, i cottage colorati e le accoglienti locande, i visitatori hanno un assaggio del patrimonio marittimo dell’isola. In questa città si trovano le famose casette di marzapane, veri e propri cottage dai colori pastello che ricordano le fiabe. In un attimo vi sembrerà di essere catapultati in un dolce mondo incantato.

casette marzapane
“casette di marzapane”
casette di marzapane
“casette di marzapane”
casette di marzapane
“casette di marzapane”

Cosa e dove mangiare

Come suggerisce il nome, Martha’s Vineyard ospita numerosi vigneti e cantine che si fondono gentilmente con prati colorati, stagni d’acqua dolce, colline e scogliere. La vera specialità dell’isola è comunque il pesce fresco e per trovare il migliore dovrai andare a ovest nella località di Menemsha. Lì, nel pittoresco villaggio dei pescatori, trovi un fish market gestito dalla famiglia Larsen. Non aspettarti una grande costruzione ma una pescheria con un angolo cucina che alle 19:00 chiude i battenti, ma se avrai la possibilità di assaggiare le capesante stufate, il lobster roll, le ostriche, i gamberi o l’astice, sarai davvero fortunat*!

lobster roll

Come arrivare a Martha’s Vineyard

Per arrivare sull’isola da Cape Cod ci sono 2 principali compagnie che operano più volte giorno: The Staemship Authority e la Hy Line Cruises.
La prima parte da Woods Hole e la seconda da Hyannis. Se vuoi affittare l’auto, devi necessariamente partire da Woods Hole. Durante il periodo estivo, per trasportare l’auto, è importante prenotare in anticipo i biglietti poiché i posti sono limitati, oltre ad essere molto costosi.

Le tariffe più convenienti sono quelle della Steamship Authority da Woods Hole, ma bisogna mettere in conto che se si arriva al porto con la propria auto il costo del parcheggio è di circa 16$ al giorno.
La Hy Line Cruises impiega 55 minuti da Hyannis a Oak Bluffs con un traghetto veloce e costa all’incirca 59$ a persona andata e ritorno. Attenzione che questa compagnia naviga soltanto nella stagione estiva da Giugno a Ottobre.

Come Muoversi sull’Isola di Martha’s Vineyard

Una volta arrivati sarà passibile muoversi grazie ai bus locali. Con 10$ si può acquistare il day pass direttamente al porto ed utilizzare la rete di bus che porta tra i paesi e le spiagge.
In alternativa è possibile noleggiare motorini o biciclette per i più atletici! Se arriverete a Oak Bluff, a 450 mt dal porto, troverete Anderson’s Bike Rentals, dove con 25$ al giorno potrete noleggiare la bici e iniziare la vostra avventura sull’isola.
Qualunque cosa decidiate di fare, visitare la paradisiaca Martha’s Vineyard durante un viaggio in New England, sarà un’esperienza meravigliosa!

Per un viaggio completo e affascinante ti consiglio anche la lettura di questi articoli:

Contattaci se invece vuoi un itinerario di viaggio personalizzato. Compila il form qui sotto e ti contatteremo per dar forma al viaggio dei tuoi sogni.